Crea sito

Castagnaccio toscano

Il castagnaccio toscano è un dolce povero della tradizione contadina.
Nel passato la farina di castagne era molto diffusa e di facile reperibilità per cui questo dolce nasceva come spezza fame utilizzando i prodotti che ogni famiglia contadina aveva: farina dolce (così viene anche chiamata la farina di castagne), acqua, olio di oliva, rosmarino per profumare.
Oggi questo dolce si è evoluto andando incontro ai gusti più complessi delle persone e si è arricchito di uvetta, pinoli, talvolta noci e zucchero o latte.
Io vi propongo una ricetta che si avvicina molto a quella semplice del passato.
In più non ho messo zucchero dato che la farina di castagne è già dolce di suo e le uvette addolciscono ulteriormente il castagnaccio.
Non può mancare però il rosmarino che conferisce a questo dolce un profumo del tutto particolare.
Da segnalare anche il fatto che la farina di castagne è naturalmente senza glutine per cui il castagnaccio può essere mangiato anche da chi soffre di intolleranza.

Castagnaccio toscano
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura35 Minuti
  • Porzioniteglia da 24 cm
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 200 gfarina di castagne
  • 300 gacqua
  • 60 guvetta
  • 20 gpinoli
  • 2 ramettirosmarino
  • 1 pizzicosale
  • olio extravergine d’oliva

Preparazione

  1. In una capiente ciotola mettere la farina di castagne e versare l’acqua a filo mescolando con una frusta a mano.

    Dapprima si formerà una pastella densa, poi, mano a mano che si aggiungerà tutta l’acqua, si formerà un impasto piuttosto liquido.

    Farlo riposare almeno mezz’ora in modo da far sciogliere eventuali grumi di farina.

  1. Nel frattempo mettere a bagno l’uvetta in acqua tiepida per reidratarla.

    Trascorso il tempo necessario riprendere la pastella di farina di castagne, aggiungere due cucchiai di olio extravergine di oliva, un pizzico di sale e circa metà delle uvette scolate e strizzate.

    Mescolare bene.

    Ungere una teglia bassa del diametro di 24 cm con dell’olio extravergine di oliva e versarvi il composto.

  1. Castagnaccio toscano

    Distribuire sulla superficie le rimanenti uvette, i pinoli e gli aghi di due rametti di rosmarino fresco.

    Terminare con un filo di olio extravergine di oliva e cuocere il castagnaccio in forno statico preriscaldato a 200 gradi per circa 35 minuti.

    Il castagnaccio toscano sarà pronto quando la superficie apparirà asciutta e si saranno formate delle crepe.

I consigli di Dany

Il castagnaccio toscano si conserva a temperatura ambiente per alcuni giorni coperto con una campana per torte.

Se ne volete preparare una maggiore quantità o se vi piace più alto potete aumentare le dosi tenendo conto che per ogni 100 grammi di farina di castagne dobbiamo mettere 150 grammi di acqua. Gli altri ingredienti vanno aumentati di conseguenza.

Se non avete a disposizione i pinoli potete benissimo usare dei gherigli di noci spezzettati.

Il castagnaccio senza zucchero non viene molto dolce. Se lo desiderate potete aggiungere un paio di cucchiai di zucchero all’impasto oppure potete aumentare la dose delle uvette arrivando anche a 100 grammi.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.