Crea sito

Banana bread integrale

Il banana bread integrale è un plumcake ideale per la prima colazione i cui ingredienti principali sono appunto le banane e la farina integrale. L’ho sfornato in versione totalmente vegan, quindi senza uova e senza latticini, utilizzando della bevanda di soia e dell’olio di semi di arachide.
Per dolcificare ho pensato di usare dello sciroppo d’acero giusto per non allontanarmi troppo dallo stile americano di questo dolce.
Ne è venuto fuori un plumcake rustico, poco zuccherino, quindi perfetto per chi vuole rimanere leggero o per chi lo vuole gustare magari spalmato con della confettura di frutta.
Infine i semi di papavero nell’impasto oltre ad accentuare l’aspetto rustico del banana bread, lo rendono anche molto interessante dal punto di vista gustativo.
Tra l’altro si prepara in un attimo senza bisogno di troppe lavorazioni. Addirittura potremmo mettere tutti gli ingredienti assieme in un mixer per ottenere l’impasto in pochi attimi.
Per questa ricetta mi sono ispirata al banana bread vegan di Valerie, una ragazza carinissima che seguo su Instagram. Se volete leggere la sua ricetta la trovate sul suo blog: Valerie’s healty kitchen.

Banana bread integrale
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura45 Minuti
  • PorzioniStampo 13×23
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 320 gFarina integrale
  • 3Banane mature
  • 150 gBevanda di soia
  • 130 gSciroppo d’acero
  • 60 gOlio di semi di arachide
  • 1 bustinaLievito per dolci
  • 1 cucchiainoCannella in polvere
  • 30 gSemi di papavero
  • 1 pizzicoSale
  • Olio e pangrattato per la teglia

Preparazione

  1. Banana bread integrale

    Sbucciare due delle tre banane e schiacciarle per bene con una forchetta. Dovranno essere molto mature sia per la loro maggiore dolcezza, sia per la facilità di ridurle in purea.

    Trasferirle in una ciotola e aggiungere lo sciroppo d’acero e l’olio.

    Mescolare con cura poi unire parte della farina con il lievito in polvere e parte della bevanda di soia.

    Amalgamare continuando ad aggiungere tutta la farina a manciate e tutto il latte di soia.

    Unire infine il pizzico di sale, la cannella in polvere e i semi di papavero.

    Otterrete un composto piuttosto denso. E’ così che deve essere.

    Ungere uno stampo da plumcake medio (il mio misurava 20 centimetri per 13) e cospargerlo di pangrattato (va bene anche una manciata di farina).

    Versarvi il composto e livellarlo con una spatola.

    Sbucciare la rimanente banana e tagliarla a metà nel senso della lunghezza. Posizionarla sull’impasto del plumcake premendo leggermene per farla sprofondae di pochi millimetri.

    Cuocere il banana bread integrale in forno preriscaldato a 180 gradi per circa 45 minuti facendo la prova stecchino prima di tirarlo fuori dal forno.

    Fare intiepidire, sformarlo e porlo su di una griglia per dolci per farlo raffreddare completamente.

Qualche consiglio

Per preparare il banana bread integrale potete sostituire la bevanda di soia con altro latte vegetale come ad esempio avena o riso tenendo presente che nel secondo caso il plumcake risulterà sicuramente più dolce.

Se non avete interesse a sfornare un dolce vegan, potete sostituire lo sciroppo d’acero con la stessa quantità di miele e potete usare del latte vaccino al posto della bevanda vegetale.

Conservare il banana bread per uno o massimo due giorni a temperatura ambiente coperto con una campana per torte. Se lo volete conservare più a lungo riponetelo in frigorifero per preservare la freschezza della banana decorativa. Se decidete di non metterla allora il plumcake si conserva a lungo anche a temperatura ambiente.

Potrebbero piacerti anche queste ricette:

BANANA BREAD CON GOCCE DI CIOCCOLATO

PANCAKES ALLA BANANA

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.