Crea sito

Angelica salata al pesto di basilico

L’angelica salata al pesto di basilico è una treccia di pane morbido e gustoso impastato con il latte. Talmente soffice che si può spezzare con le mani e mangiare sfoglia dopo sfoglia.
Si tratta di una versione rustica e salata della torta angelica: il dolce dalla tipica forma che si prepara con varie farciture.
Anche nella versione salata possiamo sbizzarrirci utilizzando salumi e formaggi vari.
Io ho deciso di preparare la mia prima angelica salata in versione vegetariana con un delizioso pesto di basilico.
Potete usare del pesto già pronto, ma il consiglio che vi do è quello di prepararlo voi in casa, magari seguendo la mia ricetta che vi permetterà di ottenere un pesto che non diventa scuro semplicemente usando un piccolo trucco.
Qui trovate la ricetta e il metodo che uso io.

Angelica salata al pesto di basilico
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo4 Ore
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni1 pane da 750 grammi
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 450 gfarina tipo 1
  • 185 glatte intero
  • 5 glievito di birra fresco
  • 1uovo
  • 5 gzucchero
  • 8 gsale
  • 15 golio extravergine d’oliva
  • 200 gpesto alla Genovese

Preparazione

  1. Sciogliere il lievito nel latte tiepido assieme allo zucchero poi versarlo nella ciotola della planetaria dove avrete già messo la farina.

    Aggiungere anche l’uovo e l’olio extravergine di oliva.

    Cominciare ad impastare per circa un minuto e quando i liquidi saranno stati assorbiti aggiungere il sale e impastare ancora per 10 minuti fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico.

    Formare una palla, metterla dentro una ciotola coperta con della pellicola e fare lievitare fino al raddoppio in un posto tiepido e senza correnti d’aria.

  1. Infarinare il piano di lavoro e trasferirvi l’impasto lievitato.

    Stenderlo con l’aiuto di un mattarello fino ad ottenere un rettangolo stretto e lungo dello spessore di pochi millimetri.

    Spalmare sulla superficie il pesto di basilico lasciando due bordi di un centimetro liberi lungo i lati più lunghi.

    Vi consiglio di usare un pesto molto denso e ben scolato del suo olio in eccesso per evitare che durante la cottura questo fuoriesca in maniera eccessiva.

  1. Angelica salata al pesto di basilico

    Arrotolare la sfoglia cominciando da uno dei due lati lunghi formando un cilindro ben stretto.

    Con un coltello tagliare a metà il cilindro nel senso della lunghezza lasciando però attaccata una estremità.

    Ruotare le due metà di impasto in modo che la parte tagliata sia rivolta verso l’alto.

    Arrotolare i due capi l’uno all’altro come fossero una corda.

    Ottenuta una specie di treccia a due arrotolarla a spirale formando una pagnotta tonda con il decoro tipico dell’angelica.

    Porla direttamente sulla teglia che userete per la cottura e coprirla con una grossa ciotola rovesciata.

    Lasciarla nuovamente lievitare.

    Per capire il momento giusto per infornare di solito metto una piccola pallina di impasto in un bicchiere con dell’acqua.

    Quando la pallina viene a galla significa che la lievitazione è avvenuta.

    Preriscaldare il forno a 180 gradi in modalità statica.

    Cuocere l’angelica salata al pesto di basilico per 30 minuti, poi sfornarla e metterla a raffreddare su di una griglia.

  2. Potrebbero piacerti anche queste ricette:

    PANE SEMINTEGRALE ALLA CURCUMA

    PANE MORBIDO AL LATTE

Qualche consiglio

L’angelica salata con pesto di basilico si conserva morbida per un paio di giorni chiusa dentro un sacchetto per alimenti o sotto una campana per torte.

Per una conservazione più lunga è possibile anche congelarla intera o a pezzi per poterla gustare in ogni momento.

Se volete potete omettere l’uovo nell’impasto e aggiungere ulteriori 50 g di latte.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.