Piadina integrale stracchino e rucola

Piadina integrale stracchino e rucola: una ricetta veloce, un vero “salva-cena” che però non vi lascerà delusi o rattristati da quello che vi trovate nel piatto, perché anche in poco tempo riuscirete a portare in tavola qualcosa di buono e nutriente. La ricetta da cui si parte è quella della Piadina, un classico della cucina romagnola del quale vi propongo la versione con la farina integrale. Per la farcitura della nostra Piadina integrale vi propongo semplicemente stracchino e rucola, ma ovviamente potete riempirla come preferite, a seconda di ciò che c’è nel vostro frigorifero e a ciò che vi detta la vostra fantasia.

piadina integrale
  • Preparazione: 10+30 Minuti
  • Cottura: 2 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4 piadine
  • Costo: Economico

Ingredienti

  • 500 g Farina integrale
  • 50 g Olio extravergine d'oliva
  • q.b. Acqua, Sale
  • 250 g Stracchino
  • 2 mazzetti Rucola

Preparazione

  1. Questa non vuole essere la ricetta originale della piadina romagnola. Io preferisco usare sempre l’olio extravergine d’oliva rispetto al più classico strutto. La variante con farina integrale ha un sapore decisamente particolare.

    Ecco come si fa la piadina integrale. Per velocizzare ulteriormente la preparazione del nostro pranzo o cena super-rapido ovviamente potete optare per quelle pronte che si trovano facilmente al supermercato. In ogni caso la preparazione della piadina integrale è piuttosto semplice quindi vi consiglio, almeno una volta, di provare a farla a casa!

  2. Per prima cosa ho unito farina e sale in una ciotola, ho aggiunto anche un poco d’acqua e ho impastato velocemente (non si devono formare le bolle) fino a formare un impasto abbastanza sodo.

    L’ho fatto riposare una mezz’oretta e poi ho diviso l’impasto della piadina integrale in quattro palline che ho steso aiutandomi col mattarello, cercando di farle belle tonde e più o meno della grandezza di 25 cm. Lo spessore, dice la ricetta originale della piadina romagnola, dipende dai gusti: dai 2 ai 5-6 mm.

  3. La cottura deve essere veloce: la tradizione impone la cottura su ghisa o meglio su terracotta, noi povere cuoche casalinghe ci dobbiamo accontentare della padella antiaderente. L’importante è avere un bel fornello caldo e vivace e cuocere la piadina integrale nel minor tempo possibile.

    Man mano che la piadina integrale cuoce si formeranno delle piccole bollicine che le conferiranno l’aspetto tipico. Per migliorare la cottura, è meglio bucherellare leggermente la superficie della piadina integrale con i rebbi di una forchetta. In cottura, va rigirata spesso.

  4. Una volta cotte le nostre piadine, le possiamo farcire a nostro gusto. La mia proposta, che vedete anche in foto, è con lo stracchino e la rucola fresca.

    Potete farcire la piadina integrale a freddo, fuori dal fuoco, o in padella, come amo fare io, così il formaggio si scalda un poco e si scioglie leggermente.

    Buon appetito!

Note

4,8 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.