Crea sito

Funghi trifolati

Ciao a tutti! Oggi una ricetta classica, i Funghi trifolati, una preparazione davvero versatile e che stimola la fantasia: tradizionalmente sono un contorno corposo e soddisfacente, ma anche una base saporita per una miriade di ricette succulente, dai primi piatti ai secondi di carne, dalle torte salate alle frittate. Servono appena quattro ingredienti, e soprattutto i funghi devono essere freschissimi, sodi e profumati.

funghi trifolati

Ingredienti per 4 porzioni di Funghi trifolati:

  • 500 g di funghi freschi,
  • 2 spicchi d’aglio,
  • 1 mazzetto di prezzemolo,
  • q.b. olio evo, sale.
  • Facoltativi: pepe nero e vino bianco secco.

Lista cortissima per la ricetta classica dei funghi trifolati. Nella foto vedete dei carnosissimi funghi cardoncelli, ma questa ricetta si applica a tutti i funghi freschi.

Per prima cosa è necessario pulire i funghi dai residui terrosi: l’ideale sarebbe non utilizzare l’acqua, ma non sempre è possibile quindi vi consiglio per prima cosa di tagliare le parti più sporche dei gambi, poi pulire delicatamente con uno spazzolino o un foglio di carta da cucina la sporcizia più evidente, e solo dopo questa operazione “a secco”, passare velocemente i funghi sotto un getto di acqua fresca. Io di solito li faccio sgocciolare nello scolapasta o sui fogli di carta da cucina.

Affetto i funghi e preparo una padella ben capiente per preparare i funghi trifolati. Bisogna tritare finemente l’aglio e il prezzemolo che saranno il condimento del nostro piatto. Come avrete notato nella mia foto, nei miei funghi non c’è aglio: siccome in casa abbiamo difficoltà a digerirlo, purtroppo, io non metto l’aglio tritato ma lo lascio a pezzi piuttosto grandi che poi elimino a fine cottura. Per insaporire comunque i funghi trifolati suggerisco di rosolare un poco l’aglio nell’olio, stando ovviamente attenti a non bruciarlo, altrimenti diventa amarissimo!

Metto in padella i funghi affettati, un filo d’olio extravergine d’oliva e li condisco con il sale e, se vi piace, il pepe nero. Accendo la fiamma abbastanza vivace e aspetto che i funghi eliminino la loro acqua. Una volta che la maggior parte del liquido è evaporato, se vi piace potete sfumare con un goccio di vino bianco secco, che aggiungerà profumo e esalterà il sapore dei vostri funghi trifolati.

Ora è giunto il momento di insaporire il nostro contorno con l’aglio tritato. Infine, si portano a cottura a fiamma più dolce i funghi trifolati che saranno cotti in una decina di minuti. Il prezzemolo lo aggiungo soltanto alla fine, appena spengo la fiamma, così che si mantenga bello verde brillante il più possibile.

I funghi trifolati sono pronti. Consumateli come delizioso contorno ai vostri secondi oppure sbizzarritevi creando mille altre ricette con i funghi!

Buon appetito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.