Zuppa di lenticchie

La zuppa di lenticchie è un primo piatto facile e molto gustoso. Ottimo per una cena leggera ma nutriente, anche come piatto unico.

Per prepararla ho utilizzato delle lenticchie biologiche piccole, tenere e saporite con la convinzione che utilizzando materia prima di prima qualità anche i piatti più semplici risultano buoni come quelli dei grandi chef :-).

Questi legumi sono considerati da sempre la carne dei poveri, per le loro proprietà nutrizionali: ricche di fibre, sali minerali e vitamine. Sono altamente proteici tanto che nelle diete vegetariane e vegane vengono consumati molto spesso.

Vi aggiungo una curiosità che mi ha inviato l’amico Maurizio Dragoni. Esaù, fratello gemello di Giacobbe, per un piatto di lenticchie cedette la primogenitura. Da lì adesso nel mondo ancora non c’è pace. 😉

Zuppa di lenticchie
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni6
  • Metodo di cotturaBollitura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1cipolla
  • 2carote
  • 1gambo di sedano
  • 1 pizzicosemi di cumino
  • 30 mlolio evo
  • 200 glenticchie
  • 200 gpatate
  • 800 gacqua calda o brodo vegetale
  • sale
  • olio al peperoncino facoltativo)

Strumenti

  • Tritatutto
  • Coltello
  • Pelapatate
  • Cucchiaio di legno
  • Pentola
  • Colino

Preparazione

  1. Zuppa di lenticchie

    Lavare le lenticchie in un colino passandole sotto l’acqua fredda.

    Pulire le verdure. Lavare il sedano e togliere i fili. Pelare le carote e le patate e passarle sotto l’acqua. Sbucciare la cipolla.

    Nella pentola fare un soffritto in olio evo con un trito di cipolla, sedano, semi di cumino e carota.

    Lasciare insaporire per qualche minuto, quindi aggiungere l’acqua calda (o brodo vegetale), le lenticchie, il sale e le patate a cubetti.

    Fare bollire a fuoco medio, mescolando di tanto in tanto, per circa un’ora. Se si asciuga troppo aggiungere un po’ di acqua.

    Lasciare riposare prima di servire. Mettere nei piatti da zuppa e irrorare con un filo di olio aromatizzato al peperoncino (o normale).

    Molto buona anche con crostini di pane. 😉

Altre ricette

Se vi piacciono le zuppe e le minestre potrebbero interessarvi la crema di lenticchie, lo zemin de ceixei, la crema di lattuga, la crema di carote e topinambur allo zafferano, la zuppa di farro e castagne e la zuppa di orzo e legumi. Nel blog trovate anche il ragù di lenticchie.

Se vi piacciono le mie ricette potete seguirmi su  YouTube,  Facebook,  Instagram,   Pinterest,  Twitter  e Telegram. Ma se preferite la forma cartacea ho pubblicato anche il libro La mia politica in cucina. 

In questo contenuto possono essere presenti uno o più link di affiliazione.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.