Crea sito

Vermicelli di scammaro

I vermicelli di scammaro sono una ricetta della cucina povera campana: un primo piatto molto appetitoso e facile da preparare.

Il condimento di questa pasta è realizzato con ingredienti mediterranei dal sapore straordinario: olio insaporito con aglio, olive, acciughe salate, pinoli, uvetta e pangrattato. Io ho aggiunto un po’ di capperi e peperoncino.

Sembra che questa antica ricetta sia stata nominata la prima volta nel 1837, nel ricettario “Cucina teorico-pratica” di Ippolito Cavalcanti. Il nome nacque in ambito monastico.

Durante il periodo di Quaresima, i Monaci erano obbligati a mangiare di magro. Nei monasteri, però, alcuni di loro per motivi di salute potevano derogare ma dovevano farlo da soli nella propria camera, per non farsi vedere dagli altri.

Mangiare in camera –cammarare – assunse così il significato di consumare proteine di origine animale. Il suo opposto, invece – scammarare – vuol dire mangiare di magro. Forte, eh?

Io ogni volta che imparo qualcosa di nuovo sulla nostra storia gastronomica mi sento più felice! 😉

Vermicelli di scammaro
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 200 gvermicelli
  • 70 golio evo
  • 1 spicchioaglio
  • 20 guvetta ammollata in acqua tiepida
  • 6 filettiacciughe sott’olio
  • 20 golive nere denocciolate
  • 10 gcapperi sotto sale
  • 10 gpinoli
  • 20 gpangrattato
  • sale grosso
  • peperoncino

Strumenti

  • Pentola
  • Scolapasta
  • Padella
  • Cucchiaio di legno

Preparazione

  1. Vermicelli di scammaro

    Mettere a bollire l’acqua per la pasta. Quando bolle, salare e buttare i vermicelli.

    Nel frattempo, in una padella soffriggere a fuoco basso l’olio evo con l’aglio e il peperoncino.

    Dopo qualche minuto aggiungere le acciughe. Mescolare.

    Quando le acciughe si sono sciolte nell’olio, mettere in padella anche le olive, tagliate a rondelle, i pinoli, l’uvetta ammollata e strizzata e i capperi.

    Insaporire qualche minuto. Infine aggiungere il pangrattato.

    Scolare i vermicelli al dente e ripassarli nel condimento, aggiungendo poca acqua di cottura.

    Consumare caldi.

Altre ricette

Potrebbero interessarvi anche: pasta cremosa ai peperoni e capperi, spaghetti aglio, olio e… , sughetto di melanzane, sughetto di tonno, olive, zenzero e limone.

Se vi piacciono le mie ricette mi trovate anche su  YouTube,  FacebookInstagramPinterestTwitter Telegram

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.