Trenette piccanti

Le trenette piccanti sono un primo piatto facilissimo e molto veloce da preparare. Il condimento è pronto mentre si cuoce la pasta… ed è super gustoso!

Il peperoncino dà un tocco speciale a questa pasta… ne potete mettere la quantità che desiderate a seconda del vostro gusto personale. Esistono due scale “empiriche” per misurare la piccantezza cioè la potenza di un peperoncino: la Scoville e la Dremann.

La prima prende in considerazione la reazione della pelle (e la sua tolleranza) a contatto con il peperoncino e mette al primo posto il noto “habanero”. La seconda considera la capacità di un peperoncino di rendere piccante una salsa e vede nel temibile messicano e piccolissimo “tepin” il top.

Io ho utilizzato quelli coltivati in giardino da mio papà che sono di media piccantezza e che ho fatto seccare e poi tritato.

Le trenette piccanti sono ideali per quando si ha poco tempo da trascorrere ai fornelli e nello stesso tempo si ha voglia di soddisfare il palato con qualcosa di appetitoso. Una ricetta semplice per preparare una pasta leggera da gustare anche come piatto unico, seguita soltanto da un buon piatto di verdura.

Vi è venuto un certo languorino? Ecco la ricetta… io ho scelto le trenette ma vanno benissimo anche gli spaghetti, i vermicelli o i bucatini 😉

Trenette piccanti
  • DifficoltàMolto facile
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 200 gtrenette
  • 120 gguanciale a listarelle
  • olio evo
  • peperoncino a piacere
  • parmigiano grattugiato (facoltativo)

Strumenti

  • Pentola per la pasta
  • Scolapasta
  • Padella
  • Cucchiaio di legno

Preparazione

  1. Trenette piccanti

    Mettere a bollire l’acqua per la pasta. Quando bolle, salare e buttare le trenette.

    Nel frattempo fare rosolare in una padella l’olio evo con abbondante peperoncino e del guanciale a listarelle. Cuocere per circa 5 minuti.

    Scolare la pasta al dente e ripassarla in padella nel condimento. Aggiungere, se piace, parmigiano grattugiato e servire.

Altre ricette

Vi potrebbero interessare anche la pasta con lardo e cipolla, gli spaghetti aglio, olio e… , gli spaghetti allo zafferano e fiori di zucca, la pasta con taccole e zucchine e la pasta caprese.

E se vi piacciono le mie ricette potete seguirmi su  YouTubeFacebookInstagramPinterestTwitter Telegram.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.