Crea sito

Stufato di carne con carciofi e patate

Lo stufato di carne con carciofi e patate è un secondo piatto della cucina tradizionale italiana facile da preparare e molto gustoso.

Esistono diverse versioni dello stufato: con carne di manzo, di vitella o di maiale accompagnate da varie verdure. Io qui vi propongo quello con patate e carciofi.

La ricetta prevede una cottura lenta della carne con verdure, sapori e vino (se necessario anche un po’ di brodo). Come sempre il mio consiglio è di usare una materia prima di ottima qualità.

La cottura brasata e quella stufata (vedi note) permettono di cuocere tagli di carne che altrimenti sarebbero immangiabili. A me in questo caso piace molto il cappello del prete e cioè i muscoli della spalla del bovino. La carne di questo taglio ha una leggera venatura di tessuto connettivo che in cottura si disfa e i pezzetti di spezzatino sembrano sciogliersi in bocca.

La carne va bagnata con un buon vino. In questo caso consiglio quello bianco perché secondo me si abbina meglio ai carciofi. La qualità del vino è strettamente proporzionale alla qualità del risultato finale.

Come patate ho usato quelle a pasta gialla e come carciofi, quelli spinosi (troppo buoni!) diffusi in Liguria e in Sardegna.

Essendo un piatto nutriente e sostanzioso, come direbbe mia mamma, ricordatevi nel menu di casa di abbinarlo ad un antipasto o ad un primo piatto leggero per puntare tutto su questo delizioso secondo.

Spezzatino di carne stufato con carciofi e patate
  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFuoco lento
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 600 gspezzatino di manzo
  • 3Carciofi
  • 4Patate gialle
  • 1Carota
  • 1Cipolla
  • 1Gambo di sedano
  • Mezzo bicchiereVino bianco
  • q.b.Olio EVO
  • 1 fogliaAlloro
  • q.b.Brodo di manzo (facoltativo)
  • q.b.Sale e pepe
  • q.b.Concentrato di pomodoro
  • 1Spicchio aglio (facoltativo)

Strumenti

  • Frullatore / Mixer
  • Casseruola
  • Cucchiaio di legno

Preparazione

  1. Spezzatino di carne stufato con carciofi e patate

    Spellare le patate, le carote, l’aglio e la cipolla. Lavare le verdure compreso il sedano.

    Pulire i carciofi dalle foglie più dure, tagliare la punta spinosa e togliere la barba. Farne delle fettine e metterli a bagno in acqua fredda e limone per non farli annerire.

    Tritare nel mixer carota, cipolla e sedano. Mettere a rosolare la carne per 5/10 minuti nella casseruola con olio. Aggiungere le verdure tritate con la foglia di alloro. Far rosolare per qualche minuto.

    Aggiungere il vino bianco (o rosso) e un po’ di concentrato di pomodoro (a me non piace troppo rosso).

    Far stufare la carne coperta per una ventina di minuti, mescolando di tanto in tanto. Poi aggiungere le patate a tocchetti e infine i carciofi scolati, ad un quarto d’ora dalla fine. Quando si mescola, fare attenzione a non rompere le verdure. Se lo stufato si asciuga troppo aggiungere un po’ di brodo.

    Terminata la cottura dopo circa 1 ora, salare e pepare.

    Lasciar riposare un po’ prima di servire caldo. Secondo me, dopo qualche ora è più buono. 😉

Altre ricette

La differenza tra brasato e stufato è che nel primo caso la carne viene cotta con abbondante aggiunta di liquido che non avviene per lo stufato.

Se vi è piaciuto questo piatto, potrebbero interessarvi anche i carciofi impanati e fritti e le scaloppine al limone.

Variante rossa

Esiste anche una variante con la salsa di pomodoro da aggiungere dopo che l’alcool del vino è evaporato.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata ad Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.