Salsiccia e cime di rapa

Salsiccia e cime di rapa sono un secondo piatto veramente squisito, ottimo per chi ama i sapori veri, genuini e un po’ rustici.

Questo accostamento è tipico della cucina lucana e non solo: un classico in cui due ingredienti così diversi tra loro riescano a sposarsi così bene, valorizzandosi l’un l’altro.

Il piatto si può gustare così oppure, spezzettando di più la salsiccia, usarlo come condimento per la pasta o sulla famosa pizza.

Sappiamo che la salsiccia, per la sua quantità di grassi, va mangiata con moderazione. Ma io sono convinta che la varietà della dieta (mangiare un po’ di tutto) e l’attenzione alla quantità (non abbuffarsi mai) ci permettano di gustare ogni tanto questo saporitissimo alimento che, secondo me, ci regala anche un po’ di felicita!

Tutt’altro discorso per gli elevati benefici che ci donano le cime di rapa, fonte di vitamine A, B e C, sali minerali, ferro, calcio e fosforo. E’ una verdura che io amo davvero tanto anche per il suo sapore leggermente piccantino e amarognolo.

Quindi non dilunghiamoci oltre e mettiamoci all’opera!


Salsiccia e cime di rapa
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gSalsiccia
  • 1 kgCime di rapa
  • 1Peperoncini piccanti
  • 1 spicchioAglio
  • 3 cucchiaiOlio extravergine d’oliva
  • q.b.Sale

Strumenti

  • 1 Coltello
  • 1 Tagliere
  • 1 Pentola
  • 2 Padelle
  • Scolapasta
  • Pinza

Preparazione

  1. Salsiccia e cime di rapa

    Pulire e preparare le cime di rapa.

    Innanzitutto pulire bene le cime di rapa, ricordando di eliminare le foglie esterne rovinate e i gambi troppo grossi che possono rimanere duri durante la cottura.

    Finita la selezione, sciacquarle bene sotto l’acqua e scottarle per pochi minuti in acqua bollente salata. Scolarle e passarle subito sotto acqua fredda per fissare la clorofilla.

    Preparare la salsiccia.

    Mentre le cime di rapa vengono sbollentate, tagliare la salsiccia, aprirla e metterla a rosolare nella padella (meglio se antiaderente).

    Consiglio: per non farla seccare troppo, giratela più volte con una pinza da un lato e dall’altro. Quando è cotta spegnere e tenere da parte.

    Potete usare il tipo di salsiccia che preferite.

    Passare in padella le cime di rapa.

    In un’altra padella mettere l’olio EVO, lo spicchio d’aglio (senz’anima) e il peperoncino tagliato a piccoli pezzi e far rosolare.

    Aggiungere le cime di rapa sbollentate e scolate, salare (assaggiando) e far saltare qualche minuto.

    A questo punto unire la salsiccia e far rosolare ancora qualche minuto insieme per amalgamare i sapori.

    Secondo me è un piatto troppo buono. Buon appetito!

Ho scritto per voi anche la ricetta delle orecchiette con le cime di rapa.

Se vi piacciono le mie ricette potete seguirmi su  YouTube,  Facebook,  Instagram,   Pinterest,   Twitter  e Telegram. Ma se preferite la forma cartacea ho pubblicato anche il libro La mia politica in cucina. 

In questo contenuto possono essere presenti uno o più link di affiliazione.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.