Crea sito

Riso al forno ai 4 formaggi

Riso al forno ai 4 formaggi è proprio quel piatto caldo che non vedi l’ora di assaporare dopo una lunga e fredda giornata di lavoro!

Immaginiamo la scena: entriamo in casa stanchi e infreddoliti e non appena varchiamo la soglia un tepore ci avvolge come una calda coperta di lana; dopo esserci messi comodi con la solita tuta, ci sediamo a tavola e, con le ultime forze che ci rimangono, afferriamo il cucchiaio e… assaporiamo a papille spalancate il nostro riso filante ai 4 formaggi: una goduria!

Il bello di questa ricetta è che è un piatto “salva-cena” perché possiamo tranquillamente prepararlo la mattina o, addirittura, il giorno prima e poi gustarlo, riscaldato in forno, la sera, non dovendoci preoccupare se rincasiamo un po’ più tardi.

I 4 formaggi si fondono perfettamente tra loro in un matrimonio strabiliante di gusti. Io ho usato fontina, stracchino, parmigiano e gorgonzola: un mix di formaggi filanti per far divertire i bambini e far venire l’acquolina ai grandi. Pronti, ai posti, ci attende sua maestà: il riso in forno!

Riso al forno ai 4 formaggi
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4/6 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 320 griso Carnaroli o Arborio
  • 100 gfontina
  • 150 gcrescenza
  • 150 ggorgonzola
  • 70 gparmigiano grattugiato
  • 40 gburro
  • q.b.sale
  • 1 lbrodo vegetale
  • 1scalogno
  • q.b.pepe nero o noce moscata

Strumenti

  • Pentola
  • Scolapasta
  • Teglia da forno
  • Coltello
  • Grattugia
  • Tritatutto
  • Risottiera
  • Cucchiaio di legno

Preparazione

  1. Riso al forno ai 4 formaggi

    Tritare finemente lo scalogno e farlo rosolare in 15 gr di burro. Far tostare il riso carnaroli per due minuti e poi aggiungere un mestolo di brodo caldo che farete sfumare, mescolando.

    Continuare la cottura del risotto aggiungendo di tanto in tanto un mestolo di brodo.

    Nel frattempo imburrare la teglia e riempirla con fontina a dadini e stracchino e gorgonzola a pezzi.

    A cottura ultimata (lasciare il riso al dente) trasferire il risotto nella teglia, mescolare ai formaggi e mantecare anche con il burro rimasto e il parmigiano grattugiato, Infine aggiungere una spolverata di noce moscata o del pepe nero.

    Infornare a 220°C statico per circa 20 minuti, per far fondere i formaggi e lasciare leggermente gratinare la superficie.

    Lasciar riposare 5-10 minuti; poi preparare le porzioni nei singoli piatti da portata e servire il subito, bello filante!

Varianti e altre ricette

Per questa ricetta ho utilizzato il riso Carnaroli classico dell’Azienda Pizzo Foresto, che mi ha gentilmente fatto provare i loro eccellenti prodotti.

Potete sostituire i formaggi con altri come taleggio, ricotta, mozzarella, provola, caciotta, scamorza…

Se, come a me, vi piacciono i risotti, in questo LINK trovate tutti quelli che ho pubblicato sul blog. Ce ne sono per tutti i gusti. Ho scritto anche un articolo che si chiama 10 regole per un buon risotto.

Vi piace la mia teglia ovale? Date un’occhiata a queste MALACASA Set da 4 Teglie da Forno

Per non perdere le mie ricette, potete seguirmi su YouTube, su Facebook, su Instagram, su Pinterestsu Twitter e su Telegram.

In questo contenuto possono essere presenti uno o più link di affiliazione.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.