Burger di patate bollite

I burger di patate bollite sono un secondo piatto buonissimo, con una deliziosa crosticina esterna e un cuore morbidissimo: una ricetta alternativa ai classici hamburger di carne.

In genere io li preparo quando mi avanzano delle patate lesse... anzi spesso ne bollo qualcuna di più apposta. 😉 In questo modo diventa una ricetta antispreco.

Si preparano con pochi e semplici ingredienti ed è un piatto completamente vegetariano che piace tantissimo anche ai più piccoli.

Sono ottimi con una bella insalata di stagione e si possono cuocere sia in padella sia al forno!

Ecco altre ricette per riutilizzare le patate lesse avanzate:

Burger di patate bollite avanzate
Burger di patate bollite avanzate
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàTutte le stagioni

Ingredienti

600 g patate lesse
50 g parmigiano grattugiato
q.b. prezzemolo tritato
q.b. sale e pepe
q.b. pangrattato
2 uova
q.b. olio di semi di arachide

Strumenti

Ciotola
2 Piatti fondi
Tagliere
Padella

Passaggi

Schiacciare le patate bollite nello schiacciapatate (va bene anche una forchetta) e metterle in una ciotola.

Aggiungere il parmigiano grattugiato, prezzemolo tritato, sale e pepe e impastare.

Con le mani formare i burger compattando bene l’impasto in modo che non si rompano.

Poi impanarli, passandoli prima nelle uova sbattute e poi nel pangrattato.

In una padella antiaderente scaldare dell’olio di semi di arachide e cuocere i burger su entrambi i lati, fino a che non formano una bella crosticina esterna.

Servirli caldi con una bella insalata.

Burger di patate bollite avanzate
Burger di patate bollite avanzate

Consigli e altre ricette

Al posto del prezzemolo potete mettere basilico, origano o erba cipollina, al posto del parmigiano il pecorino. Se volete farli in forno, bisogna ungerli un po’, metterli su carta forno e ci vogliono 20 minuti di forno ventilato a 190°C.

Se vi piacciono le mie ricette potete seguirmi su  YouTube,  Facebook,  Instagram,   Pinterest,   Twitter  e Telegram. Ma se preferite la forma cartacea ho pubblicato anche il libro La mia politica in cucina. 

In questo contenuto possono essere presenti uno o più link di affiliazione.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.