Branzino con pesto di capperi e mandorle

Il branzino con pesto di capperi e mandorle è un piatto a base di pesce molto appetitoso, fresco, leggero e facile da preparare.

Il pesce viene cotto a vapore; le sue carni mantengono così inalterate tutte le loro proprietà nutrizionali. Viene poi condito con una salsa dal gusto e dalla consistenza insolita, a base di capperi sott’aceto e croccanti mandorle.

A volte basta solo un po’ di fantasia e ingredienti di prima qualià per portare in tavola un piatto originale che piacerà a tutti!

Anche questa ricetta nasce in collaborazione con  lAssociazione Piscicoltori Italiani (API) che ringrazio di cuore per l’importante lavoro che svolge.

Leggete anche:

Branzino con pesto di capperi e mandorle
Branzino con pesto di capperi e mandorle
  • DifficoltàFacile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaVapore
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàTutte le stagioni

Ingredienti

2 branzini (circa 500 g l’uno)
100 g olio extravergine d’oliva
q.b. sale e pepe
q.b. limone (succo)
2 rametti timo limonato
50 g capperi sott’aceto
50 g mandorle

Strumenti

Frullatore / Mixer
Vaporiera
Tazza
Frusta

Passaggi

Prendere i branzini già eviscerati e squamati. Passarli sotto l’acqua corrente e asciugarli.

Cuocerli nella vaporiera, mettendo acqua, i grani di pepe e mezzo bicchiere di vino bianco. Cuocere per venti minuti circa dal bollore.

Quando sono cotti, con un coltello e una forchetta, eliminare la pelle e le lische, dividere a filetti e disporli nei piatti insieme alle verdure. Una porzione sarà mezzo branzino.

Condire con un emulsione di olio (30 g) , sale e limone.

In un frullatore, tritare le mandorle con i capperi, il timo e 70 g di olio evo.

Servire i filetti di branzino con il pesto di capperi e mandorle. Aggiungere qualche fettina di limone per decorare.

Branzino con pesto di capperi e mandorle
Branzino con pesto di capperi e mandorle

Consigli e altre ricette

Per la cottura a vapore basta avere una pentola con colapasta in acciaio incorporato, basterà posizionare le pietanze all’interno del colapasta e mettere dell’acqua sul fondo della pentola. Un altro strumento molto efficace sono i cestelli bucherellati in metallo o in bambù, da posizionare nella vostra pentola. Altre opzioni sono rappresentate dai forni a vapore, disponibili anche per le cucine casalinghe, dalle pentole apposite o dalle vaporiere elettriche.

Se vi piacciono le mie ricette potete seguirmi su  YouTube,  Facebook,  Instagram,   Pinterest,   Twitter  e Telegram. Ma se preferite la forma cartacea ho pubblicato anche il libro La mia politica in cucina. 

In questo contenuto possono essere presenti uno o più link di affiliazione.

4,8 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.