Crea sito

Polpettone di tonno e patate

Il polpettone di tonno e patate può essere servito come secondo piatto oppure, in porzioni più piccole, come antipasto. E’ molto semplice da preparare; è gustoso e piace a tutti, grandi e piccini.

Durante il mio lavoro in Commissione Pesca al Parlamento Europeo mi sono dedicata molto alle problematiche legate alla pesca del tonno e al suo consumo. E’ nota la mia battaglia sulle quote del tonno rosso, pescato nel Mediterraneo. Se siete interessati ecco il link al video di un mio intervento in aula a Strasburgo.

Molto diverso è , invece il discorso sul tonno in scatola, che non è quello rosso ma è il pinna gialla che vive in varie aree: Pacifico ovest, mare Caraibico, oceano Indiano e sud dell’Atlantico, anche nelle coste portoghesi.

Ce ne sono di tante marche diverse e bisogna fare attenzione a scegliere quelle di buona qualità, che rispettino la pesca sostenibile e che non catturino accidentalmente i delfini, gli squali e le tartarughe. Un anno fa ho visitato un grande stabilimento ad Olbia e sono rimasta molto colpita dall’attenzione al rispetto delle norme ambientali e all’etica del lavoro.

Il tonno in scatola è ricco acidi grassi omega 3 che aiutano a prevenire le malattie cardiovascolari e hanno effetti benefici sulla memoria e sull’umore. Il tonno contiene anche elevate quantità di fosforo, utile allo sviluppo di ossa e denti. Questo pesce ha un elevato contenuto di potassio, che aiuta a prevenire l’ipertensione. Essendo un grande predatore può contenere mercurio per cui bisogna consumarlo con moderazione.

Il polpettone di tonno e patate si cuoce in forno perché si forma una bella crosticina dorata ma si può cuocere anche a vapore, avvolto nella carta forno. Si può servire tiepido oppure freddo, a seconda dei gusti, accompagnato da una buona insalata di stagione.

Polpettone di tonno e patate
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 400 gPatate
  • 250 gTonno sott’olio
  • 3 cucchiaiParmigiano grattugiato
  • 1Uovo
  • q.b.Sale e pepe
  • q.b.Pangrattato
  • q.b.Olio EVO

Strumenti

  • Teglia
  • Carta forno
  • Schiacciapatate
  • Ciotola
  • Pentola a pressione
  • Forchetta

Preparazione

Ho preparato anche una videoricetta per mostrarvi le varie fasi di questo polpettone.
  1. Polpettone di tonno e patate

    Bollire nella pentola a pressione le patate con la buccia per 10/15 minuti (dipende dalla grandezza delle patate). Se si cuociono nella pentola normale raddoppiare i tempi. Sono pronte quando i rebbi della forchetta penetrano senza fare resistenza. Lasciarle raffreddare un po’.

    Passarle nello schiacciapatate e metterle direttamente nella ciotola. Non sbucciare le patate perché la buccia rimarrà miracolosamente 😉 nello schiacciapatate!

    Scolare e sminuzzare il tonno con una forchetta e aggiungerlo insieme a tutti gli altri ingredienti (tranne il pangrattato e l’olio) alle patate.

    Accendere il forno a 200°C ventilato.

    Mescolare bene gli ingredienti con la forchetta, poi con le mani umide trasferire il tutto sulla carta forno e dare la forma di un polpettone. Spargere il pangrattato su tutta la superfice sopra e sotto e irrorare con un filo d’olio. Avvolgerlo nella carta forno e cuocerlo in forno statico per 20 minuti poi aprire la carta e cuocere ancora 10 minuti fino a quando non sara bello dorato. Servire a fette.

Altre ricette

Se vi è piaciuta questa ricetta potrebbe interessarvi anche il polpettone di zucca o lo sformato di cavolo.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.