Crea sito

Omelette al prosciutto cotto (facile e veloce)

L’omelette al prosciutto cotto è il classico piatto che risolve (e con successo!) la cena all’ultimo momento. Basta avere in frigo delle uova, un po’ di parmigiano, qualche fetta prosciutto (ma va bene anche la mortadella) e una buona insalata di stagione da servire come contorno.

L’omelette è una preparazione tipica della cucina francese anche se le sue origini sembrano addirittura discendere dagli Antichi Romani. Secondo l’Academie des Gastronomes, infatti, l’omelette francese è un’evoluzione dell’ovo mellita, a base di uova e miele.

In molti la confondono con la frittata (ricetta tutta italiana) ma la differenza è sostanziale e sta nella diversa modalità di cottura.

L’omelette viene cotta solo da un lato e poi ripiegata su sé stessa e l’uovo nella parte interna non è cotto del tutto ma rimane molto morbido. La frittata, invece, come abbiamo visto in molte ricette sul blog viene cotta sui due lati.

La ricetta è semplice e veloce , ideale per le giornate estive, quando si preferisce passare il tempo all’aria aperta piuttosto che in cucina. Io, però, tengo l’omelette come una buona soluzione per tutto l’anno, anche quando si rientra a casa tardi dal lavoro e con un certo languorino… 😉

Pochi minuti e la cena è servita e che buona che è… !


Omelette al prosciutto
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaFrancese

Ingredienti

  • 4 fetteprosciutto cotto
  • 3uova fresce
  • 2 cucchiaiparmigiano grattugiato
  • 3 cucchiailatte
  • sale e pepe
  • q.b.olio extravergine d’oliva

Strumenti

  • Ciotola
  • Padella 20 cm – antiaderente
  • Spatola ( in silicone)
  • Carta paglia
  • Forchetta

Preparazione

  1. Omelette al prosciutto

    Sbattere le uova con una forchetta in una ciotola. Aggiungere il parmigiano grattugiato, il lattesale e pepe e mescolare bene.

    Scaldare un cucchiaio di olio nella padella antiaderente e versare il composto con le uova. Cuocere a fuoco medio per due o tre minuti o fino a quando le uova non si rapprendono anche sopra.

    Consiglio: se sotto prende troppo colore abbassare la fiamma e mettere un coperchio per far rapprendere più velocemente l’uovo anche sopra… ma non troppo perchè l’interno deve risultare morbido ;-)).

    Adagiare sopra le fettine di prosciutto cotto e ripiegare con l’aiuto della spatola l’omelette a mezzaluna (oppure in tre parti come ho fatto io). Girarlo da un lato e dall’altro e poi trasferirlo su carta paglia.

    Servire caldo tagliandolo a metà accompagnandolo con un contorno di insalata mista o verdura a vapore.

    Attenzione: Io ho inserito le dosi per due porzioni e ne ho preparato uno da dividere. Volendo potete dividere il composto a metà e fare due piccoli omelettes in due padellini più piccoli.

Note

Il piatto di servizio è de La Boite des Surprises… andate a vedere quante cose carine propongono!

Potrebbero interessarvi anche la focaccia di zucchine e pancetta, gli spinaci con le uova, la frittata di patate e l’omelette alla mortadella.

Se vi piacciono le mie ricette potete seguirmi su  YouTube,   Facebook,   Instagram,   Pinterest,   Twitter  e Telegram.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.