Insalata valdostana

L’insalata valdostana è nata la sera in cui la nostra nazionale di calcio ha vinto gli Europei. Io e Luciano eravamo nella nostra casa in montagna, a Cogne, e avevamo voglia di un piatto unico, semplice e veloce a base di ingredienti locali.

La soluzione? Una bella insalatona. Abbiamo fatto un salto veloce dal contadino per l’insalata verde riccia. il lattughino e le mele; in macelleria in piazza da Marco e Mario per la mocetta; in panetteria per il pane nero e dai produttori di formaggio a Gimillan per una buonissima toma di montagna. Noci, olio evo (ligure) e aceto di lamponi li avevo già!

A me piace molto abbinare diversi ingredienti per rendere le nostre insalate un piatto unico, colorato, nutriente e gustoso; in particolare amo inserire la frutta fresca e secca tra gli ingredienti principali.

Naturalmente potete divertirvi a sostituire gli ingredienti che vi ho proposto con quelli della vostra regione. Non devono mancare frutta fresca e secca, insalata verde, crostini di pane, formaggio e un salume.

Insalata valdostana
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaSenza cottura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 cespoinsalata riccia
  • 1 cespolattuga
  • 1mela (bio)
  • 200 gtoma (invecchiata 3 mesi)
  • 120 gmocetta a fettine
  • 30 ggherigli di noce
  • 2 fettepane integrale
  • q.b.sale
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • q.b.aceto di lamponi

Strumenti

  • Centrifuga
  • Coltello
  • 4 Piatti grandi
  • Tagliere
  • Padella

Preparazione

Se volete potete guardare il video della diretta in cui ho realizzato con voi l’insalata valdostana. Cliccate QUI.
  1. Insalata valdostana

    Togliere le foglie più dure e rovinate all’insalata (riccia e lattuga).

    Tagliare a striscioline e lavare sotto l’acqua corrente nella centrifuga, lasciare a bagno un po’ per togliere ogni residuo di terra. Ripetere l’operazione fino a che l’acqua non risulta limpida. Centrifugare e tenere da parte.

    Tagliare la toma a cubotti.

    Lavare la mela. Dividerla in quarti, togliere il torsolo e, lasciando la buccia, tagliarla a fettine sottili.

    Tagliare il pane a cubetti e tostarlo in un padellino.

    Comporre l’insalata nei 4 piatti, mettendo prima la lattuga e la riccia. Condire con olio, aceto di lamponi e sale.

    Poi aggiungere la mela, la toma, la mocetta, i gherigli di noce, il pane tostato. Condire ancora con un filo di olio e aceto.

    Servire la vostra insalata valdostana!

Consigli e altre ricette

In questa ricetta ho utilizzato l’olio extravergine di oliva ROI.

Se anche a voi piacciono le ricette colorate, potrebbero interessarvi l’insalata di pesche noci con formaggio erborinato, la salade niçoise, la salade du médicin, l’insalata con le fragole, gli asparagi, fragole e cialde di San Ste, i fagottini di bresaola con le nespole, l’insalata di finocchi, arancia e mela e l’insalata di trevigiana e avocado.

Se vi piacciono le mie ricette potete seguirmi su  YouTube,  Facebook,  Instagram,   Pinterest,  Twitter  e Telegram. Ma se preferite la forma cartacea ho pubblicato anche il libro La mia politica in cucina. 

In questo contenuto possono essere presenti uno o più link di affiliazione.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.