Crea sito

Frittata di spinaci al forno

La frittata di spinaci al forno è buona, veloce da preparare e nello stesso tempo leggera e salutare. Può essere servita come antipasto tagliata a piccoli quadretti oppure come secondo piatto accompagnata da una bella insalata colorata.

Buonissima anche fredda si può portare come pranzo al sacco in ufficio oppure nello zaino per le nostre escursioni, anche in mezzo ad un panino. La versione che vi propongo non prevede frittura, risultando quindi meno ricca di grassi e più dietetica.

La potete preparare sia nel forno normale che in quello a microonde con la funzione “crisp” (vedi note). Nel primo caso, la frittata… non fritta 😉 può cuocere nel forno con funzione ventilata a 180° per mezz’ora. Nel secondo, per 13 minuti nell’apposito piatto.

Amo moltissimo gli spinaci perchè sono verdura versatile, con un buon sapore e fanno molto bene alla salute. Si possono gustare sia crudi che cotti, molto adatti per i ripieni, le minestre e i risotti. In genere gli spinaci piacciono anche ai bambini, forse perché li associano alla forza di Braccio di Ferro. 😉

Possiedono proprietà protettive associate alla riduzione di molte malattie come i tumori, le malattie cardiache, il diabete e le malattie neurodegenerative.

Forniscono alti livelli di antiossidanti e una grande quantità di vitamine e minerali. Il loro consumo, infine, ha un effetto preventivo nei confronti della stitichezza. Perche facciano davvero bene meglio usare spinaci freschi

Buona preparazione e fatemi sapere se vi è piaciuta!!!!

Frittata di spinaci al forno 1
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzioni6
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gspinaci freschi
  • 5uova
  • 40 gparmigiano grattugiato
  • 50 mllatte
  • q.b.sale e pepe
  • q.b.maggiorana (facoltativa)
  • olio evo

Strumenti

  • Pentola a pressione o normale
  • Mezzaluna e tagliere
  • Ciotola
  • Forchetta
  • Teglia rotonda o piatto crisp

Preparazione

  1. Frittata di spinaci al forno

    Lavare accuratamente gli spinaci sotto l’acqua corrente, togliendo gli scarti.

    Attenzione: quelli freschi appena raccolti sono spesso sporchi di terra. Lasciarli un po’ a bagno in acqua fredda con un cucchiaio di bicarbonato.

    Bollirli 1 minuto in pentola a pressione (2 minuti in pentola normale).

    Scolarli. Passarli subito sotto l’acqua fredda, così mantengono un colore bello verde e si raffreddano.

    Strizzarli con le mani e tritarli con la mezzaluna in un tagliere. Trasferirli in una ciotola capiente.

    Aggiungere le uova, il latte, il parmigiano, il sale, il pepe e, se vi piace, la maggiorana e mescolare bene con la forchetta.

    Ungere il fondo di una teglia o di un piatto funzione crisp (vedi note).

    Trasferirci il composto e cuocere:

    – in forno normale per 25/30 minuti a 180°C ventilato (fate attenzione che non colorisca troppo, semmai accorciare un po’ i tempi o abbassare la temperatura).

    – nel forno a microonde con funzione crisp per 13 minuti o fino a che non si forma una crosticina dorata.

    Lasciare intiepidire e servire a fette con contorno di verdure crude.

    Conservare in frigorifero, se avanza.

Funzione crisp e altre ricette

FUNZIONE CRISP

La cottura, chiamata crisp (o anche crusty cookcrispypanacrunch… dipende dalla marca del forno) permette di cucinare le pietanze in modo gustoso e croccante senza lasciare quell’aspetto tipo “bollito” che i microonde tradizionali producevano e che detestavo.

La funzione crisp del microonde funziona tramite un’apposita teglia o piatto, detto appunto piatto Crisp (vedi foto). Questo, diventando caldissimo, permette la cottura dei cibi anche nella parte inferiore e ai lati. La teglia è solitamente inclusa nei modelli che presentano la funzione crisp ma io ne ho comprato online di varie misure.

ALTRE RICETTE:

Se vi è piaciuta questa ricetta potrebbero interessarvi anche la frittata di asparagifrittata di catalognafrittata di broccoli e prosciuttoquella di topinambur, di bietole, di zucchine o di preboggion. Vi consiglio anche le crespelline con gli asparagi.

Se vi piacciono le mie ricette mi trovate anche su YouTubeFacebookInstagramPinterestTwitter Telegram.

4,3 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata ad Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.