Crea sito

Caramelle di gelatina alla melagrana

Le caramelle di gelatina alla melagrana sono una bellissima idea come regalo di Natale ma anche una bella e sana sorpresa di fine pasto per i vostri bambini o ospiti.

Sono molto più facili da fare di quanto pensassi. Queste gelée si possono preparare di diversi gusti (voglio sicuramente provarle agli agrumi) ma in questi giorni mi ero fatta arrivare dalla Sicilia un po’ di melagrane biologiche e così mi sono messa all’opera.

Come abbiamo già visto nella ricetta dell’estratto di melagrana, mela e zenzero , il succo di melograno è un rimedio naturale contro numerose malattie: è ricco di antiossidanti, vitamine del gruppo B, vitamina C e K, carboidrati e proteine. Il frutto è anche ricco di potassio, di sali minerali come ferro, calcio, magnesio, fosforo, zinco e manganese.

Tra le proprietà benefiche più famose del melograno si trova un’azione preventiva anti-tumorale. Le proprietà del frutto svolgono un’azione di protezione dai raggi UV, mentre il succo vanta proprietà anticoagulanti e riduce sensibilmente il rischio di sviluppare patologie come l’arteriosclerosi.

Per tutte queste ragioni, durante questa stagione cerco di usarlo il più possibile, perfino nel risotto. E presto vi parlerò della confettura che ho appena messo nei vasetti, da regalare agli amici per le feste.

Una precisazione… in rete si trovano molte ricette in cui si parla di melograno e non di melagrana. La differenza sta nel fatto che il primo è l’albero e la seconda il frutto ;-)!

Caramelle gelatina alla melagrana
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo2 Minuti
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzioni40 caramelle
  • Metodo di cotturaBollitura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 150 mlsucco di melagrana
  • 2 cucchiaisucco di limone
  • 150 gzucchero di canna bianco
  • 15 gGelatina in fogli
  • q.b.zucchero per guarnire

Strumenti

  • stampini in silicone per cioccolatini o caramelle
  • cucchiaio di legno
  • pentolino
  • colino a maglie strette
  • passaverdure
  • tagliere rigido
  • ciotole
  • coltello

Preparazione

  1. Gelée alla melagrana

    Pulire la melagrana (1 grande dovrebbe bastare). Vedere come fare nel mio articolo pulire e sgranare la melagrana. Estrarre il succo mettendo gli arilli nel passaverdure e raccogliendo il succo in una ciotola.

    Spremere il limone e filtrare entrambi i succhi con un colino a maglie fini.

    Mettere in ammollo in acqua fredda i fogli di gelatina per 10 minuti.

    In un pentolino riscaldare il succo di melagrana, lo zucchero e il succo di limone, mescolando. Quando inizia a bollire lasciare sul fuoco ancora 2 minuti sempre mescolando.

    Strizzare i fogli di gelatina e inserirli nel pentolino. Con il cucchiaio di legno farli sciogliere bene e lasciare riposare il composto per una decina di minuti. mescolando di tanto in tanto.

    Mettere gli stampini su un tagliere rigido perché gli stampini sono molli e non riuscireste poi a trasferirli nel frigorifero.

    Trasferire in frigorifero per due ore o in freezer per mezz’ora. Togliere con attenzione le caramelle dagli stampini (ad esempio con uno stecchino a staccare i bordi).

    Passare le gelatine nello zucchero e servire.

Ripasso nell zucchero e conservazione

Sarebbe meglio ripassare nello zucchero solo le gelatine che si vogliono consumare perché sennò tende a sciogliersi. nel caso ne avanzassero già zuccherate, ripassarle una seconda volta.

Si conservano in frigo per qualche giorno.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.