Baccalà alla ligure

Il baccalà alla ligure è un secondo piatto gustoso e completo che può essere proposto anche come piatto unico. Il suo odore e sapore danno un sacco di soddisfazione sia a chi lo cucina che a chi lo mangia ;-).. vi do la mia parola!

Il baccalà non è altro che un modo per conservare sotto sale il merluzzo bianco e renderlo disponibile sempre e ovunque, non solo nei paesi vicino al mare ma in tutti i territori. Io lo trovo anche in montagna senza difficoltà!

Per questo il suo uso si è diffuso in tutta Italia e questo prodotto compare in moltissime ricette regionali; pensate che l’Italia è il secondo paese (dopo il Portogallo) al mondo per consumo di baccalà. In particolare, in Liguria, lo stoccafisso e il baccalà non possono mancare a tavola!

Voglio anche sottolineare il fatto che questo pesce è ricco di proprietà benefiche: è infatti povero di grassi saturi e molto ricco di omega 3/6/9. Ha proteine di elevata qualità, contiene vitamine del gruppo A e B e tanti minerali come selenio, fosforo, magnesio, potassio e calcio. Inoltre è ricco di lisina, un importante amminoacido che il corpo da solo non è in grado di sintetizzare.

Tanti pregi e pochissime calorie: per questo è ideale nella dieta degli sportivi e nelle diete dimagranti e questo senza che il palato ne risenta, anzi. Il baccalà, nonostante il suo sapore deciso, non stufa mai!

Baccalà alla ligure
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione45 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1.2 kgbaccalà
  • 400 gpatate
  • 300 gpomodoro
  • 200 gcipolla bianca
  • 1 spicchioaglio
  • 1 cucchiaiobasilico tritato
  • 3 cucchiaiolio extravergine d’oliva
  • q.b.sale
  • 1/2 bicchierinovino bianco
  • 1 confezioneolive taggiasche (denocciolate)
  • q.b.pinoli
  • 1 pizzicopeperoncino (facoltativo)

Strumenti

  • 1 Pentola
  • 1 Cucchiaio di legno
  • 1 Coltello
  • 1 Tagliere e mezzaluna
  • 1 Mandolina
  • 1 Pelapatate
  • 1 Teglia
  • 1 Padella
  • Alluminio

Preparazione

  1. Baccalà alla ligure

    Mettere una parte dell’olio evo in una pentola ed aggiungere le cipolle tritate molto finemente. Quando sono appassite, bagnarle con il vino bianco e salarle.

    Unire alle cipolle, i pomodori tagliati e ridotti in dadolata, lo spicchio d’aglio. A piacere potete anche aggiungere un pizzico di peperoncino.

    Cuocere per circa 5 minuti.

    Intanto, mettere un pochino d’olio in una padella, pelare le patate, lavarle, asciugarle bene e affettarle sottili usando la mandolina.

    Metterle nella padella con l’olio e farle ammorbidire 4/5 minuti.

    Poi, versarle nella teglia e salarle leggermente.

    Consiglio: per decidere quanto salare sia le patate che la salsa di pomodoro dovrete assaggiare un pezzettino di baccalà che può risultare più o meno salato e dovrete regolarvi di conseguenza.

    Sciacquare il baccalà e tagliarlo a pezzi non troppo piccoli. Disporlo sulle patate nella teglia.

    Distribuire sopra al baccalà la salsa di pomodoro preparata in precedenza. Aggiungere le olive taggiasche e i pinoli.

    Infornare a 180°C per circa 20 minuti, avendo l’accortezza di coprirlo con l’alluminio affinchè non si asciughi troppo. Scoprirlo a metà cottura.

    Servire caldo cosparso di basilico tritato.

Altre ricette

Potrebbero interessarvi anche il baccalà arracanato, le frittelle di baccalà, lo stoccafisso quasi in bianco alla ligure e il polpo in insalata.

Se vi piacciono le mie ricette potete seguirmi su YouTube, Facebook, Instagram, Pinterest, Twitter e Telegram.

4,8 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Renata Briano

Nata a Genova (GE) nel 1964, è laureata in Scienze Naturali e ha lavorato come ricercatrice presso l'ITD del CNR e presso ARPA Liguria. Dal 2000 al 2010 è Assessore all'Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile, Caccia e Pesca della Provincia di Genova. Dal 2010 al 2014 ha ricoperto l'incarico di Assessore all'Ambiente e alla Protezione Civile in Regione Liguria. Dal 2014 al 2019 è stata Europarlamentare e Vicepresidente della Commissione Pesca al Parlamento Europeo. Da settembre 2019 è Food Blogger, dopo aver preso il diploma da "Chef fuoriclasse" presso il Centro Europeo di Formazione. Mamma di Francesco, è sposata con Luciano Ricci, scrittore. Non si separa mai dal suo barboncino Attila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.