Crea sito

Pesto di rucola e pomodori secchi

Il pesto di rucola per me è stata una piacevolissima scoperta.
Facilissimo, veloce, perfetto in abbinamento con pasta, carne e pesce.
Io ho creato questa versione ancor più saporita coi pomodorini secchi proprio per avere un gusto più deciso.
Se non vi piacciono però potete ometterli tranquillamente.

Pesto di rucola
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaSenza cottura
  • CucinaItaliana
387,26 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 387,26 (Kcal)
  • Carboidrati 6,88 (g) di cui Zuccheri 4,91 (g)
  • Proteine 9,98 (g)
  • Grassi 36,71 (g) di cui saturi 6,39 (g)di cui insaturi 1,62 (g)
  • Fibre 2,58 (g)
  • Sodio 96,81 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 100 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti per il pesto di rucola

  • 50 grucola
  • 20 gparmigiano Reggiano DOP
  • 20 gmandorle in scaglie
  • 35 golio extravergine d’oliva
  • 10 gpomodori secchi

Strumenti necessari

  • Frullatore / Mixer

Preparazione del pesto di rucola

  1. Questo pesto lo potete preparare in 5 minuti con un banale frullatore/ tritatutto che avete sicuramente in casa.

    Per prima cosa lavate e asciugate bene la rucola e tagliate il parmigiano a tocchetti.

    Tagliate a pezzetti i pomodori secchi. Se usate quelli sott’olio sgocciolateli bene e asciugateli.

  2. In una padellina tostate leggermente le lamelle di mandorle e fatele raffreddare.

    A questo punto mettete nel boccale del frullatore la rucola, il parmigiano reggiano, i pomodorini e le mandorle. Aggiungete un po’ d’olio e azionate a velocità massima in funzione pulse.

    Fate attenzione, non dovrà scaldarsi.

  3. Procedete aggiungendo man mano l’olio fin quando non risulterà tutto ben tritato. A me piace piuttosto grossolano in modo che si sentano le varie consistenze.

  4. Assaggiate ed eventualmente aggiungete un po’ di sale. Dipende molto dal parmigiano utilizzato, molto del sapore è dato dal livello di stagionatura, ma anche dai pomodorini secchi che sono un vero e proprio concentrato di sapore.

  5. Utilizzate il vostro pesto per condire una pasta , aggiungendo un po’ di acqua di cottura, o un buon cous cous. Si sposa perfettamente anche con carne o pesce.

Conservazione

Riponete il pesto in piccoli vasetti, coprite con un po’ di olio extravergine di oliva in modo che non si ossidi, richiudete bene e conservate in frigorifero per qualche giorno.

A me capita anche spesso di congelarlo per poi averlo pronto nei momenti in cui ho meno tempo per cucinare.

Vi basterà scongelarlo a temperatura ambiente e sarà buono come appena fatto.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Ranocchiettaincucina

Benvenuti! :-) Io sono Alessandra, una ragazza che da sempre ha da sempre una forte passione per la cucina e per tutto quello che è food. Amo sia cimentarmi con le ricette tradizionali, sia sperimentare sempre nuove materie prime. Venite a scoprire le mie ricette!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.