Crea sito

Passatelli romagnoli in brodo

I passatelli sono uno dei miei confort food preferiti, una coccola per il palato nelle giornate fredde ed uggiose.
Ormai li si fa anche asciutti conditi con qualsiasi cosa, ma io li preferisco, da sempre, nella versione classica, in brodo di carne.
Questa volta però ho voluto riadattare un po’ la ricetta, del brodo, rendendolo un po’ più leggero, e adatto anche ai vegetariani, ma comunque super gustoso.
Non è un classico brodo vegetale, ma un po’ più ricco grazie a due ingredienti che si sposano perfettamente con questa pasta. Quello che vedete in foto qui sotto è l’attrezzo che la mia nonna ( sì è davvero il suo!) usava per fare i passatelli e che oggi purtroppo è andato un po’ in disuso, anche se lo si trova ancora in alcuni negozi.
Se non lo avete potete utilizzare un semplice schiacciapatate coi fori larghi e verranno comunque bene. l’importante per la riuscita di questa pasta è il tipo di pangrattato utilizzato. Se non trovate quello specifico per passatelli cercatene comunque uno di tipo comune, non condito.
Se siete curiosi di provarli vi lascio sotto la lista degli ingredienti e il procedimento.

Passatelli romagnoli in brodo
  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo2 Ore
  • Tempo di cottura1 Minuto
  • Porzioni3
  • Metodo di cotturaBollitura
  • CucinaRegionale Italiana

Ingredienti per i passatelli e il brodo

  • 2uova
  • 100 gpangrattato (di tipo comune)
  • 100 gparmigiano Reggiano DOP (24 mesi)
  • q.b.noce moscata
  • 2 lacqua
  • 1cipolla dorata
  • 1carota
  • 1 costasedano
  • 2chiodi di garofano
  • 2croste di parmigiano
  • 2pomodorini ciliegino

Strumenti

  • Schiacciapatate
  • Pentola
  • Tagliere

Preparazione dei passatelli e del brodo

  1. Per prima cosa, se non volete farli in maniera super classica in brodo di carne, vi insegno a fare la mia personale versione, sempre in brodo, ma un po’ diversa.

    In una pentola capiente versate almeno 2 litri d’acqua, immergete sedano, carota, cipolla, chiodi di garofano e pomodorini, accendete il fuoco, salate e fate andare a fuoco lento per circa un’ora.

    Dopo circa mezz’ora aggiungete le croste di parmigiano. Aggiustate di sale e fate sobbollire ancora un po’.

    Filtrate e tenete da parte. Sarà il brodo vegetale ricco in cui cuocerete i passatelli.

  2. Ora su una spianatoia create una fontana con il pangrattato e il parmigiano reggiano grattugiato. All’interno rompete le uova e grattugiate un bel po’ di noce moscata. Sbattete con una forchetta le uova e cominciate ad impastare fino a formare una pallina liscia e compatta.

    Coprite con la pellicola e fate riposare almeno 1 ora in frigorifero.

  3. Trascorso il tempo fate bollire bene il brodo e, nel frattempo, con l’aiuto di uno schiacciapatate a fori larghi o dell’attrezzo apposito, fate i passatelli.

    Tuffateli nel brodo bollente, abbassate la fiamma e spegnete non appena verranno a galla.

    [contenuti sponsorizzati nel testo; #adv]

Ricetta originale

Solitamente nella ricetta originale si trova anche un po’ di buccia di limone, ma a me onestamente non piace nei passatelli in brodo. Se li fate asciutti invece può essere gustosa e sposarsi bene col sapore del sugo che utilizzerete per il condimento.

Il trucco per un passatello compatto, ma non duro, non è la farina come molti pensano, ma il pane che deve essere necessariamente di tipo comune.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Ranocchiettaincucina

Benvenuti! :-) Io sono Alessandra, una ragazza che da sempre ha da sempre una forte passione per la cucina e per tutto quello che è food. Amo sia cimentarmi con le ricette tradizionali, sia sperimentare sempre nuove materie prime. Venite a scoprire le mie ricette!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.