Pasta con ragù di tonno

La pasta con ragù di tonno è un primo piatto di grande effetto, ideale per un pranzo importante in cui vorrete deliziare e stupire i vostri commensali. L’ingrediente principale di questa ricetta è il tonno rosso fresco, difficile da reperire e non proprio economico, ma vi assicuro che ne vale proprio la pena. Il procedimento di cottura è proprio uguale quello del ragù di carne, cioè la classica bolognese e in effetti, il risultato è molto simile, infatti i cubotti di tonno sembrano di carne.

Pasta con ragù di tonno fresco

Pasta con ragù di tonno

Ingredienti per 6 persone:

  • 540 g di trecce trafilate al bronzo
  • 600 g di tonno rosso fresco
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 750 ml di passata di pomodoro
  • mezzo bicchiere di vino rosso
  • olio evo q.b.
  • sale e pepe q.b.

Preparazione:

Per preparare la pasta con ragù di tonno, innanzitutto, assicuratevi che il tonno sia stato abbattuto, cioè portato a bassissime temperature, quindi acquistatelo dal vostro pescivendolo di fiducia, perché nel tonno, così come in altri pesci, è presente un parassita, l’anisakis, nocivo all’uomo. Se non siete sicuri che il tonno sia stato abbattuto, congelatelo nel vostro freezer per almeno 96 ore, infatti, le basse temperature uccidono l’anisakis.

Passate ora alla preparazione del ragù di tonno, quindi, asciugate i tranci di tonno con carta assorbente da cucina, tagliateli a cubotti e metteteli in una ciotola.

Preparate il soffritto, quindi lavate e tritate la cipolla, la carota, dopo averla pelata con un pelapatate ed il sedano, dopo averne eliminato i filamenti esterni e metteteli in una pentola, sul fuoco, con abbondante olio.

Quando la cipolla si sarà imbiondita, aggiungete i cubotti di tonno e fateli rosolare.

Aggiungete poi il vino rosso e lasciate sfumare.

Quando il vino sarà evaporato, versate in pentola la passata di pomodoro, salate, pepate e lasciate cuocere, con un coperchio, per circa 35-40 minuti.

Quasi al termine della cottura del ragù di tonno, mettete a cuocere la pasta, in abbondante acqua salata e una volta al dente (almeno 2-3 minuti prima del termine della cottura), scolatela e spadellatela, a fiamma vivace, nel ragù di tonno, per qualche minuto, girando di frequente. Servite immediatamente la vostra pasta con ragù di tonno, con una bella macinata di pepe nero.

Un consiglio: per assaporare al meglio il ragù di tonno e per far sì che la pasta utilizzata abbracci il sugo e ne intensifichi il sapore, utilizzate un tipo di pasta speciale, prodotta con varietà selezionate di grano duro, possibilmente trafilata al bronzo e che richieda parecchi minuti di cottura.

Seguitemi anche sulla mia pagina facebook!!!

Precedente Carpaccio di polpo Successivo Clafoutis ai gelsi neri

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.