Frittata di riso (avanzato)

La frittata di riso è una di quelle ricette riciclo che io annovero tra le più prelibate e si prepara con del risotto avanzato, in questo caso allo zafferano, quindi care massaie quando preparate il risotto cercate di farne una quantità maggiore, per far sì che vi avanzi e per poter gustare un piatto da veri gourmets.

La frittata di riso è ideale da proporre anche per un buffet, perché è buonissima anche fredda, magari tagliata a quadrotti ed è amatissima dai bambini.

Frittata di riso (avanzato)

Frittata di riso

Ingredienti per 6 persone: 

  • 350 g di risotto allo zafferano
  • 8 uova freschissime
  • 60 g di grana padano
  • latte fresco intero q.b.
  • sale e pepe q.b.
  • un filo di olio evo (per ungere la padella)

Preparazione:

La frittata di riso è una ricetta riciclo quindi in teoria dovrebbe essere preparata con del risotto avanzato, ma potrete prepararla anche con del risotto cucinato appositamente. Io l’ho preparata con del risotto allo zafferano avanzato ma può essere preparata con qualsiasi tipo di risotto.

La mia ricetta del risotto allo zafferano la trovate qui.

Quindi, in una ciotola grande (deve contenere il riso), sbattete le uova con un po’ di latte e aggiungeteci il grana padano grattugiato, il sale e se volete un po’ di pepe, amalgamando bene il tutto.

Aggiungeteci poi il risotto avanzato e mescolate ben bene il tutto con una spatola.

Ora fate scaldare, in una padella antiaderente abbastanza grande, un po’ di olio e versatevi il composto, mescolando il tutto, aiutandovi con un cucchiaio di legno e appiattendo bene la frittata, per compattarla.

Lasciate cuocere per 10 minuti circa e aiutandovi con un coperchio di dimensioni superiori al diametro della padella, rigirate la frittata di riso (io ho la pentola doppia da frittata… comodissima) e fate cuocere per altri 10 minuti. Io di solito la rigiro un’altra volta per lato, perché mi piace molto cotta e con la crosticina croccante.

Una volta cotta, adagiate la frittata di riso su di un piatto da portata, fatela intiepidire e servitela a fette.

Un consiglio: vi lascio qualche trucchetto per una buona riuscita della vostra frittata: 1) le uova devono essere fresche; 2) l’aggiunta di un po’ di latte la rende più morbida; 3) la padella deve essere rigorosamente antiaderente e va unta e scaldata; 4) la fiamma, durante la cottura della frittata, va tenuta bassa; 5) a metà cottura la frittata va girata.

Seguitemi anche sulla mia pagina facebook!!!

Precedente Muffins ai gelsi neri Successivo Polpettone di pollo e tacchino al forno

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.