Crea sito

Panettone gastronomico

Ebbene sì, con il panettone gastronomico dichiaro ufficialmente aperta la “stagione panettonara”. Il Natale comincia già a sentirsi nell’aria; panettoni e addobbi hanno fatto il loro ingresso nei negozi e io non ho saputo resistere alla tentazione di cominciare non solo a preparare specialità natalizie ma anche a proporvele.

Il panettone gastronomico è presente nel menù delle Feste come antipasto o per il buffet della vigilia (questo non vieta di poterlo gustare durante tutto l’anno!). Nulla di complicato, è un impasto abbastanza semplice ma davvero delizioso. Ovviamente la farcitura la decidete voi in base ai gusti dei vostri ospiti. Però, essendo la farcitura a strati potete, con un’unica portata, accontentare ogni palato. Io ho farcito uno strato nel modo più classico, cioè prosciutto, formaggio e insalata, un altro con insalatina capricciosa e maionese e l’ultimo con tonno, pomodori e maionese… tutti molto graditi! 🙂

Ricetta “Fables de sucre

Panettone gastronomico

<>

INGREDIENTI (per un pirottino da 1 kg):

160 g di lievito madre rinfrescato

450 g di farina “0”

185 g di latte intero

30 g di zucchero

50 g di uova intere

45 g di tuorli 

65 g di burro morbido

5 g di miele

6 g di sale fino

1 tuorlo per spennellare

PREPARAZIONE

Dopo aver rinfrescato il lievito madre (se volete provare a farlo cliccate QUI) e aver atteso il raddoppio, spezzettatelo e mettetelo nel boccale della planetaria insieme alla farina e allo zucchero. Azionate la macchina e iniziate ad impastare. Aggiungete il tuorlo e fatelo assorbire bene; quindi unite le uova intere.

Quando anche queste ultime saranno state ben assorbite unite il latte in cui avrete sciolto il miele e fate incordare bene l’impasto. Per essere ben incordato, l’impasto deve risultare liscio ed elastico e deve staccarsi completamente dalle pareti del boccale.

Solo allora unite il burro, facendolo assorbire completamente, e il sale. Mantenete sempre l’incordatura e quando l’impasto sarà bello sodo, trasferitelo sulla spianatoia e lasciatelo riposare per mezz’ora; quindi pirlatelo e mettetelo nello stampo per panettone.

Coprite con pellicola trasparente e lasciate lievitare fino a quando la cupoletta avrà raggiunto due centimetri dal bordo. Come ripeto sempre, quando si impasta con lievito madre, non bisogna tener conto del tempo ma della lievitazione dell’impasto. Questo dipende dalla forza del vostro lievito e dalla temperatura che avete in casa. Il mio panettone gastronomico ci ha impiegato poco più di nove ore, per cui potete tranquillamente impastare la sera e infornare al mattino seguente.

DSCN0234

Quando l’impasto avrà raggiunto in giusto livello di lievitazione spennellatelo con il tuorlo e infornate a 180° per 35 minuti. Per essere perfettamente cotto, la sua temperatura al cuore deve essere di 95°. Per avere un risultato ottimale vi conviene usare un termometro a sonda, in alternativa adottate il metodo classico dello stecchino. In questo caso usate uno spiedino di legno.

Quando il panettone gastronomico sarà ben cotto, sfornatelo e lasciatelo raffreddare completamente su una gratella. Poi lo farcite come preferite.

***

Se questa ricetta è di vostro gradimento e volete essere sempre aggiornati sulle

nuove pubblicazioni, seguitemi anche sulle mie pagine social:

FacebookTwitterInstagram e Pinterest

oppure

iscrivetevi alla mia NEWSLETTER cliccando QUI o al mio canale Youtube.

Torna alla home –>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.