Crea sito

Olive in salamoia (o in acqua)

La cucina pugliese si contraddistingue per l’uso di materie prime locali in tutta la loro semplicità.

Come ogni anno, in questo periodo, a Molfetta abbiamo l’abitudine di fare scorta di olive per l’inverno. Le conserviamo in diversi modi e oggi (dopo aver già fatto giorni fa le olive sotto sale) è la volta delle olive in salamoia (o in acqua), ottime per stuzzicare l’appetito prima di pranzo. Noi molfettesi però abbiamo l’abitudine di farne un vero e proprio pasto semplicemente accompagnandole con del buon pane. Spesso pane e olive (che siano sotto sale o in salamoia) è la cena classica del molfettese. Non vi nascondo che qualche volta l’ho fatto anch’io perché in effetti non si riesce a resistere… una tira l’altra! 😉

olive

Olive in salamoia (o in acqua)

<>

INGREDIENTI:

olive della varietà “pasola”

acqua

150 g di sale grosso per ogni litro di acqua

PREPARAZIONE

Per questa preparazione si prediligono le olive della varietà “pasola” perché sono le più dolci.

Sistemate le olive in vasetti di vetro (la tradizione vuole che si conservino in vasi di creta ma in alternativa usate quelli di vetro); quindi aggiungete l’acqua misurandone la quantità.

Infine aggiungete il sale, la cui quantità è soggettiva in quanto le olive in salamoia si possono preferire più o meno salate. Tenete presente però che è proprio il sale che permette di conservarle a lungo. Potete comunque verificarne il sapore quando, dopo un breve periodo, tutto sale sarà sciolto; se lo desiderate potete aggiungerne altro.

Richiudete quindi i vasetti e riponete le olive in dispensa per almeno un mese. Il tempo di posa dipende dalla varietà di olive che usate, infatti la varietà “coratine” (o quarate), nota per essere più amarognola, ha bisogno di un periodo di riposo più lungo.

Saranno pronte per essere consumate quando avranno assunto un colore rosato.

Buon appetito! 😉

<>

Se questa ricetta è stata di vostro gradimento e volete essere sempre aggiornati sulle nuove pubblicazioni, seguitemi anche sulle mie pagine social: Facebook, Google+, Twitter e Pinterest.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.