Crea sito

Latte di mandorla al miele di castagno

Riuscire a realizzare in casa prodotti che abitualmente compriamo è una grande soddisfazione, vero? Per non parlare della genuinità e delle innumerevoli varianti che ci possiamo apportare! Oggi ho realizzato il latte di mandorla al miele di castagno. Il latte di mandorla è già buono al naturale ma profumato al miele di castagno ha una marcia in più! E’ una bevanda che mio marito adora particolarmenteed ha apprezzato molto questa variante. In più, per accontentare tutti, ho realizzato anche una versione vegana altrettanto buona. Vi ho incuriositi? Allora prendete nota e realizzate questa bevanda anche voi!

Questa ricetta è stata realizzata con le ottime mandorle dell’azienda Campobasso.

Latte di mandorla al miele di castagno
  • Preparazione: 10 minuti Minuti
  • Cottura: Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 4 bicchieri
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • 500 g Mandorle pelate ("Campobasso")
  • 800 ml Acqua
  • 4 cucchiai Miele di castagno

Versione vegana

  • 500 g Mandorle pelate
  • 800 ml Acqua
  • 4 cucchiai Sciroppo di acero

Preparazione

  1. Mettete a bagno le mandorle in metà dell’acqua per 4-5 ore.

    Trascorso questo tempo, frullate il tutto con un mixer o un frullatore. Al termine di questa operazione è importante che le mandorle siano completamente ridotte in polvere.

    A questo punto, per eliminare i granelli di mandorla che inevitabilmente si sentirebbero al palato, filtrate il “latte” ottenuto attraverso un fazzoletto sottilissimo (ah, i cari e vecchi metodi delle nonne! Sempre utili ed efficaci!) avendo cura di strizzare bene il fazzoletto per ricavare tutto il latte dalle mandorle.

    A fine operazione nel fazzoletto troverete dei residui di mandorla secchi e asciutti.

    A questo punto dolcificate il latte di mandorla appena ottenuto con il miele. Ottimo quello di castagno (che ho usato in questa ricetta) quanto quello di ciliegio. Lasciate quindi che si sciolga lentamente continuando a mescolare.

    Per la versione vegana, il procedimento è lo stesso. Basta solo sostituire il miele con lo sciroppo d’acero.

    Ovviamente, in entrambe le versioni, potete variare le dosi dei dolcificanti in base ai vostri gusti.

    Il latte di mandorla al miele di castagno può essere conservato in frigo per 2-3 giorni, avendo cura di mescolarlo leggermente prima di servirlo.

  2. latte di mandorla al miele di castagno

    <>

    Se questa ricetta è stata di vostro gradimento e volete essere sempre aggiornati sulle nuove pubblicazioni, seguitemi anche sulle mie pagine social:FacebookGoogle+TwitterInstagram e Pinterest.

    oppure

    iscrivetevi alla Newsletter o al mio canale Youtube.

    Torna alla Home →

Note

Al tempo di preparazione bisogna aggiungere il tempo di ammollo delle mandorle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.