Formaggio fresco alla rucola senza caglio

Per l’evento “Il formaggio è servito”, creato da Rossana del Giudice del blog “Le nostre ricetta di casa, ricette di Rossana”, ho preparato questo delizioso formaggio fresco alla rucola senza caglio fatto in casa. Una vera bontà, buono, genuino e leggero. Io ho preferito aromatizzarlo alla rucola ma voi potete sbizzarrirvi come volete, le varianti sono tante, a seconda dei vostri gusti. Per accontentare tutti i gusti potete realizzare delle formine monoporzione e aromatizzare ognuna in modo diverso. E’ facile e veloce da realizzare. Ottimo come secondo piatto o come antipasto, servito in formine monoporzione. Provatelo, sarà un successone! 🙂

Formaggo fresco

INGREDIENTI (350 g circa di formaggio):

2 litri di latte intero fresco,
succo di 2 limoni (circa 100 ml ),
1 cucchiaino di sale fino,

INGREDIENTI AGGIUNTIVI (FACOLTATIVI):

Peperoncino piccante tagliato in pezzetti piccolissimi, oppure rucola, oppure gherigli di noce, oppure pepe in grani, oppure olive verdi o nere tagliate a pezzetti, oppure prosciutto cotto tagliato a pezzetti piccolissimi, oppure pistacchi, oppure spezie a vostro piacere.

OCCORRENTE:
Fuscelle, cestini per la ricotta (oppure pirottini in silicone oppure vaschette di ricotta (tipo vallelata).
carta forno
1 colapasta
1 pentola
1 cucchiaio di legno
un fazzoletto di cotone oppure una tovagliolo bianco.

PROCEDIMENTO:
Mettete in una pentola il latte e portate ad ebollizione; Aggiungete quindi prima il succo di limone e poi il sale e girate, continuando a far cuocere per altri 5 minuti.
Togliete dal fuoco e vedrete separarsi dei piccoli grumi dalla parte acquosa (siero) ; lasciate raffreddare nella pentola di cottura per circa 10 minuti senza toccare nè girare.
Fate colare i piccoli grumi in un colino o colapasta a buchi molto stretti per circa 5 minuti. In mancanza del colino a buchi stretti, mettete un tovagliolo (o fazzoletto) bianco all’interno di un colapasta (bloccate i 4 angoli del fazzoletto al colino, con delle mollette per i panni) e fate colare i grumetti per 1-2 minuti. Poi prendete il fazzoletto, chiudetelo e strizzate un po’ il formaggio per far uscire il liquido. Se utilizzate formine non bucate, strizzate in modo più energico per far uscire più siero.
Unite ora l’ingrediente aggiuntivo che preferite, trasferendo il tutto in una ciotola e girate ben bene. Ovviamente, potrete anche lasciare il vostro formaggio in purezza, senza alcun aroma.

Mettete il formaggio nel cestino bucato (potete scegliere di farne 2-3 piccole oppure una più grande) e fate pressione sui grumetti per compattarli. Se utilizzate una ciotolina o un contenitore non bucato rivestitela di carta forno bagnata e strizzata..

Dopo qualche minuto, potrete già sformare il vostro formaggio, capovolgendo la formina su un piatto.
Potete anche mantenerlo nella formina fino al consumo. In entrambi i casi, per conservarlo qualche ora, fino al consumo, avvolgete il tutto in carta forno bagnata e mettete in frigo.

COME CONSERVARLO FRESCO PER QUALCHE GIORNO
Se volete conservarlo ancora fresco per qualche giorno, prendete il pacchettino di carta forno con dentro il formaggio e passatelo (ancora chiuso) sotto l’acqua fresca, fate ricadere l’eccesso di acqua, mettete in una bustina di plastica per alimenti e poi riponetelo in frigo; l’importante è che la carta che avvolge il formaggio sia sempre umida. In questo modo può essere  conservato fresco per 3-4 giorni in frigo.

PER FARLO DIVENTARE ASCIUTTO, PIU’ SECCO
Poggiate il formaggio fresco su di un piatto, cospargete la superficie di sale fino; poi mettete un cucchiaio sotto il piatto, create un dislivello, così che possa scendere via l’acqua in eccesso. Dopo 2-3 giorni , prendete il formaggio ormai asciutto, avvolgetelo nella carta forno asciutta e conservate in frigo. Prima di mangiarlo, eliminate la parte esterna, come fosse la crosta.

UTILIZZO DEL LATTE PARZIALMENTE SCREMATO
Potete utilizzare anche un latte parzialmente scremato per ottenere un formaggio più leggero, ma non avrete la stessa consistenza ( avrete dei grumettini sottilissimi) nè la stessa resa e avrà un colore leggermente giallino.
Se volete realizzare la RICOTTA non buttate via il siero!

<>

Passate a trovarmi su Facebook: Rafano e cannella

2 Risposte a “Formaggio fresco alla rucola senza caglio”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.