Crea sito

Crostata morbida alle pesche

Probabilmente anche voi, ogni giorno, sentite ripetere la stessa domanda: “Mamma, cosa prepari oggi di buono”? “Che dolce fai”? Mio figlio (e anche il marito golosone!) me lo chiede puntualmente ogni giorno, appena sveglio! E ogni volta avanza una nuova richiesta. Non che mi dispiaccia, anzi ne sono contenta così posso proporvi nuove idee e tutto rigorosamente fatto in casa! In questo periodo, con tutta la frutta che c’è i dolci e i dessert alla frutta vanno per la maggiore. Dovendo preparare qualcosa per la colazione ho optato per una crostata morbida alle pesche. Un dolce semplicissimo da preparare ottimo anche per la merenda.

crostata morbida alle pesche

Crostata morbida alle pesche

<>

INGREDIENTI

Per la base:

150 g di farina “00”

50 g di fecola di patate

100 g di zucchero semolato

100 g di burro 

2 uova

100 ml di latte

1 bustina di vanillina

13 g di lievito per dolci

scorza grattugiata di un limone

1 pizzico di sale fino

Per guarnire e decorare:

crema pasticcera al limone

4 pesche

PREPARAZIONE

Preparate la crema pasticcera al limone come spiegato QUI e lasciatela raffreddare completamente. Se preferite potete preparala il giorno prima e tenerla in frigo fino al momento dell’utilizzo.

Con gli ingredienti sopra indicati, preparate una base per crostata morbida come spiegato QUI e lasciatela raffreddare nello stampo.

Nel frattempo lavate le pesche (io ho usato le pesche noci, quelle con la buccia liscia), asciugatele e tagliatele a spicchi spessi 3-4 mm.

Capovolgete la base su un piatto da dolce e riempite la scanalatura con la crema pasticcera.

Ora disponete le fette di pesca tutt’intorno, accavallandole appena, cominciando dall’esterno.

Terminato il giro esterno, create il secondo e così via via fino al centro.

La vostra crostata morbida alle pesche è pronta! Se preferite, spolverizzatela appena con zucchero a velo oppure lasciatela così.

Se non dovete consumarla subito, copritela con un contenitore “a campana” e conservatela in frigo avendo cura di tirarla fuori un’ora prima di servirla.

<>

Se questa ricetta è stata di vostro gradimento e volete rimanere sempre aggiornati sulle nuove pubblicazioni, seguitemi anche sulle mie pagine social: Facebook, Google+, Twitter e Pinterest.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.