Crea sito

Castagne sciroppate

Buona la frutta sciroppata, vero? Ma avete mai provato a fare le castagne sciroppate? Sono una vera bontà! Qualche tempo fa vi avevo proposto la ricetta dei marrons glacés (la ricetta QUI), una vera sciccheria ma anche le castagne sciroppate non sono da meno! Sicuramente meno impegnative ma ugualmente golose e ottime da regalare.
Ora vi confido in segreto: io ho preparato diversi vasetti e li terrò in serbo per Natale! E’ un’ottima idea da regalare: buona, genuina, golosa e soprattutto fatta in casa! … secondo me ci state pensa ndo anche voi! E allora cosa aspettate?

***************
RICEVI DIRETTAMENTE LE MIE RICETTE SU MESSENGER, E’ FACILE E GRATUITO!
CLICCA QUI

castagne sciroppate
  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni2 vasetti da 500 ml
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 kgCastagne (già sbucciate)
  • 500 gZucchero
  • 1 fogliaAlloro (grande)
  • 1 pizzicoSemi di finocchio
  • 4 foglieSalvia (fresca)
  • 1 ramettoRosmarino
  • Mezza baccaVaniglia
  • 1 pizzicoSale
  • 200 mlLiquore (Galliano)
  • 200 mlAcqua

Preparazione

  1. Per ottenere delle buone castagne sciroppate è importante acquistare dei frutti sanissimi e di ottima qualità.

    Lavate le castagne, asciugatele e sbucciatele facendo attenzione a non intaccare la pellicina interna.

    Mettetele in una pentola insieme alla salvia, al rosmarino, all’alloro, i semi di finocchio e un pizzico di sale; quindi copritele di acqua e ponete la pentola sul fuoco. Io vi consiglio di usare una pentola piuttosto larga e di incastrare per bene le castagne tra loro in modo che non si muovano troppo durante la cottura col rischio di rompersi. Cuocetele a fiamma moderata per 15 minuti dal momento in cui alzerà il bollore. A fine cottura dovranno risultare ancora piuttosto sode.

    A questo punto, scolatene 3 o 4 per volta e, con la punta di un coltellino e delicatamente, asportate la pellicina. Questa operazione va fatta quando le castagne sono calde per questo è importante scolarne poche per volta. Ovviamente fate attenzione a non scottarvi!

    A lavoro ultimato sistemate le castagne nei vasetti di vetro e tenete da parte.

    Nel frattempo preparate lo sciroppo. In una pentola versate l’acqua, lo zuchero e la vaniglia; ponete sul fuoco (moderato) e lasciate bollire per dieci minuti, sempre mescolando. Appena togliete dal fuoco aggiungete allo sciroppo il liquore e lasciate intiepidire. E’ importante che usiate il liquore indicato per non pregiudicare il sapore delle castagne.

    Quando lo sciroppo sarà intiepidito, versatelo sulle castagne e chiudete molto bene i vasetti.

    Avvolgete ogni vasetto in uno strofinaccio pulito e sistemateli in una pentola dai bordi alti che riempirete di acqua.

  2. Mettete la pentola sul fuoco e, dal momento in cui si alzerà il bollore, lasciate cuocere per 20 minuti. Se invece avete usato un unico vasetto da chilo lasciate bollire per 30 minuti.
    Trascorso questo tempo, togliete la pentola dal fuoco e lasciatela così com’è fino a completo raffreddamento; quindi conservate le castagne sciroppate in un luogo fresco e asciutto.

  3. ****************
    Se questa ricetta è di vostro gradimento e volete essere sempre aggiornati sulle nuove pubblicazioni, seguitemi anche sulle mie pagine social: FacebookTwitterInstagram e Pinterest
    oppure
    iscrivetevi alla mia NEWSLETTER cliccando QUI o al mio canale Youtube.

Note

Una volta aperto il vasetto, consumate le castagne nel giro di un paio di giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.