Impasto Pizza fatta in casa | lievitazione veloce

Impasto pizza fatta in casa | lievitazione veloce – Dopo aver sperimentato la pizza fatta in casa con lievito madre volevo qualcosa di più veloce, una pizza che si può preparare nel primo pomeriggio per la sera e mi sono imbattuta in questa ricetta di Stefano Barbato che ho voluto provare assolutamente. E’ una ricetta utilissima secondo me perché permette di avere un impasto della pizza molto leggero e digeribile pur avendo una lievitazione molto veloce. Considerate che io ho finito di impastare alle 15.30 e la prima pizza è stata infornata alle 19.30. Con questo impasto potete realizzare sia la pizza in teglia (quella che ho fatto io) sia la classica pizza da ristorante tonda.

Impasto Pizza fatta in casa

Ho preparato questo impasto proprio qualche sera fa per una cena tra amici (eravamo in 7), e ho impastato circa 1 kg e 300 g di farina (povera me, ho fatto un allenamento intensivo per le braccia!) ma vi lascio le dosi per mezzo kg di farina, che solitamente impasto quando siamo in due, così ci rimangono giusto un paio di pezzetti per la merenda del giorno dopo!

Impasto pizza fatta in casa | lievitazione veloce

INGREDIENTI
500 di farina (io Garofalo, W 260 o altra farina con proteine intorno ai 12/13 g)
200 ml di acqua
50 ml di latte
6 gr di lievito di birra 
12 gr di sale
10 gr di olio extravergine d’oliva

TI PIACE QUESTA RICETTA? NON PERDERNE NEMMENO UNA, seguimi su  Facebook e ISCRIVITI AL MIO BLOG, è gratis! ^_^

N.B. CONTROLLA LA TUA CASELLA DI POSTA E CONFERMA L’ISCRIZIONE!

PROCEDIMENTO
  • Iniziate sciogliendo il lievito nel latte tiepido aggiungete poi l’acqua; potete impastare in una ciotola oppure nella planetaria. Iniziate ad aggiungere piano piano, un cucchiaio alla volta, tutta la farina setacciata precedentemente per farla ossigenare.
  • Lascerete come sempre olio e sale alla fine che dovranno essere incorporati solo una volta che l’impasto base sarà concluso (a me è rimasta fuori qualche cucchiaiata di farina, l’impasto mi sembrava giunto alla giusta consistenza, ma vedete voi, dipende dalla farina che usate e dall’umidità!)
  • Finito di impastare fate una palla e lasciate riposare15 minuti l’impasto, in modo da attivare una prima lievitazione (nella ciotola della planetaria, coperta da un canovaccio).
  • Riprendete l’impasto, che già sentirete più elastico e morbido, e lavoratelo energicamente facendo anche delle pieghe che danno forza all’impasto stesso. Formate una palla e mettete a lievitare in un luogo tiepido lontano da correnti di calore coperto da un canovaccio inumidito (io nel forno).
  • Passate due ore dovrete aver ottenuto una prima lievitazione e solitamente il raddoppio dell’impasto.
  • A questo punto non dovete più toccare troppo l’impasto per evitare che si “sgonfi” ma dovete dividerlo delicatamente secondo la grandezza delle teglie che andrete ad utilizzare per la cottura, tagliando l’impasto con un coltello (io ho messo circa 500 g di impasto per teglia).
  • Ungete bene la teglia e appoggiate sopra l’impasto stendendolo con i polpastrelli: fate attenzione a non tirare l’impasto ma ad allargarlo premendolo solo con la punta delle dita. Cercate di realizzare lo stesso spessore su tutta la teglia. Mettete un filo d’olio anche sopra la superficie e potete dare il via alla seconda lievitazione, coprendo sempre con un canovaccio inumidito e poi in forno spento.
  • Una volta avvenuta questa seconda lievitazione che può durare circa 45 minuti/un’ora possiamo passare alla fase di farcitura e di cottura!

Il risultato dell’Impasto pizza fatta in casa è una pizza in teglia non troppo alta, ben croccante sotto, ma morbida all’interno!!  Per realizzare una cottura ottimale nel forno di casa potete seguire delle accortezze sulla posizione della teglia nel forno e sulla farcitura: vi ho già detto come procedo solitamente nell’articolo sull’impasto per pizza con lievito madre. Buona pizza a tutti!

TORNA ALL’INDICE DELLE RICETTE

Mamme conoscete il mio blog dedicato a voi e ai vostri bambini? Vi aspetto su AMORE DI MAMMA!

 

Scrivimi!

comments

Precedente Convertire lievito madre in lievito di birra e viceversa Successivo Pasta piselli pancetta e uova

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.