Angelica salata con speck e olive, lievitazione veloce

La Torta Angelica Salata con speck e olive è un delizioso lievitato, molto scenico, perfetto da portare in tavola per occasioni particolari, e vi sto che le feste di Natale sono vicine, direi che è sicuramente una buona idea per un gustoso antipasto.

Oltre ad essere molto golosa e versatile (infatti potete variare la farcitura come volete) abbellirà la vostra tavola senza bisogno di ulteriori sforzi! ^_^

Chi mi segue avrà già visto le mie versioni dolci della torta Angelica: la TORTA ANGELICA CON UVETTA GOCCE DI CIOCCOLATO E ARANCIO  e la TORTA ANGELICA SENZA BURRO AL PROFUMO DI CANNELLA 

In entrambi i casi avevo utilizzato lievito madre. Stavolta ho voluto provare a trasformare l’impasto e adattare le dosi all’utilizzo del lievito di birra fresco, perché non avevo troppo tempo da dedicare alla lievitazione! Ovviamente se voi avete un po’ più di tempo a disposizione potete diminuire la dose del lievito e aumentare i tempi!

Vi lascio alla ricetta! baci.

Angelica salata con speck e olive
  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    30 + lievitazione minuti
  • Cottura:
    30 minuti
  • Porzioni:
    1 torta per 6/8 persone
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

Per il lievitino

  • 100 g Farina 0
  • 10 g Lievito di birra fresco
  • 70 ml Acqua (tiepida)

Per l’impasto

  • 150 g Farina 0
  • 250 g Farina Manitoba
  • 100 ml latte
  • 1 cucchiaino Sale
  • 2 tuorli
  • 100 g Burro

per la farcitura

  • q.b. olive
  • 100 g speck (a listarelle)
  • 50 g Formaggio spalmabile
  • 50 g gorgonzola

Preparazione

  1. Preparate innanzi tutto il lievitino: sciogliete il lievito di birra nell’acqua tiepida e poi aggiungete un cucchiaino di zucchero e la farina. Mescolate bene fino ad ottenere un composto abbastanza omogeneo e fate riposare almeno mezz’ora al calduccio.

  2. Quando il lievito sarà partito e avremo tante bollicine nell’impasto possiamo iniziare ad aggiungere gli ingredienti per l’impasto principale:

    • aggiungete il latte e sciogliete bene il lievitino;
    • aggiungete poi qualche cucchiaio delle due farine setacciate;
    • mettete il burro ammorbidito;
    • aggiungete ancora un po’ di farina.
    • quando l’impasto inizia ad avere una certa consistenza aggiungete uno alla volta i tuorli e fate inglobare bene.
    • in fine aggiungete il sale.
  3. Impastate fino ad ottenere un bell’impasto liscio e di una consistenza abbastanza dura. Formate una palla e mettete a lievitare in luogo tiepido (io in forno con lucina accesa) fino al raddoppio. Con queste dosi di lievito di metterete un paio di ore.

  4. A raddoppio avvenuto riprendete l’impasto e rovesciatelo sul piano di lavoro leggermente infarinato e, senza lavorarlo, stendetelo con le dita creando un rettangolo alto circa 2-3 mm; aiutatevi anche con il mattarello.

  5. Ora possiamo cospargere la superficie con il ripieno: io ho messo formaggio spalmabile, speck tagliato a listarelle (in più ho aggiunto 2 wurstel che avevo in avanzo da un’altra ricetta) e poi olive tagliate a rondelle e qualche pezzetto di gorgonzola.

  6. angelica salata speck e olive procedimento

    Ora arrotolate dal lato più lungo, in modo da creare un rotolo molto serrato.

    Schiacciate leggermente e, con un coltello abbastanza affilato, tagliate a metà. Delicatamente, per non far cadere il ripieno, intrecciate le due parti di impasto e chiudete a ciambella. Se volete potete fare questa operazione di tagliare ed intrecciare la torta angelica su un foglio di carta forno, per facilitare poi lo spostamento sulla placca per la cottura.

    Mettete nuovamente in forno spento a lievitare per un’altra mezz’ora almeno, coprite l’angelica salata con pellicola per evitare spifferi di aria.

  7. angelica salata speck e olive

    Cuocete infine l’ Angelica salata con speck e olive a 180 °C per circa 30 minuti, forno statico.

    Vi consiglio di servire la torta Angelica salata con speck e olive appena tiepida.

Note & Consigli

Come vi dicevo il ripieno di questa fantastica torta può variare e incontrare i vostri gusti: potete mettere un altro formaggio al posto del gorgonzola, potete mettere prosciutto cotto al posto dello speck e utilizzare anche verdure!

Altra osservazione per la quantità di lievito di birra: come ho detto sopra ho alzato la dose perché avevo poco tempo per la lievitazione, ma, se potete, dimezzate la dose del ldb e aumentate i tempi di lievitazione; ne guadagnerete in gusto! 😉

Spero che questa ricetta vi piaccia, seguitemi su FACEBOOK e fatemi sapere se la provate nei commenti! ;*

BUON APPETITO DALLA CUCINA DI E’ QUASI MAGIA!!!!

TORNA ALLA HOME

Mamme conoscete il mio blog dedicato a voi e ai vostri bambini? Vi aspetto su AMORE DI MAMMA!

 

Scrivimi!

comments

Precedente Dolcetti di Natale al cacao e arancia Successivo Olive ascolane fritte, olive all'ascolana ripiene

Lascia un commento

*