Risotto con asparagi selvatici

Il risotto con asparagi selvatici è stata una bella oltre che buona scoperta. Gli asparagi selvatici sono tipici di questo periodo, la primavera. Questi frutti antichi che adesso si stanno sempre più riscoprendo sono ricchi di acido folico, questo li rende particolarmente adatti alle donne in gravidanza, inoltre come gli asparagi coltivati hanno sia proprietà diuretiche che depurative. Gli asparagi selvatici tuttavia devono essere utilizzati con attenzione dai soggetti con problemi renali, di coliche o simili proprio per le qualità sopra dette .

In questo risotto con asparagi selvatici ho utilizzato l’olio extravergine del Molino Fratini un’azienda della provincia di Macerata che si dedica all’attività del frantoio dal 1910 e utilizza la tipologia di estrazione a ciclo continuo, un sistema costituito da un insieme di macchinari collegati in continuità tra di loro, che esclude ogni interruzione nella lavorazione. Il frantoio di tipo continuo è il risultato dell’esigenza di ottenere una sempre più alta qualità del prodotto finito: l’olio extravergine di oliva. che è il frutto di un’attenta selezione di più varietà di olive per un olio dal sapore fruttato,  delicato e con piacevoli note di piccante ottimo sia in cottura che utilizzato a crudo. Per un prodotto 100% italiano.

Olio extravergine di oliva Molino Fratini
Olio extravergine di oliva Molino Fratini

 

Risotto con asparagi selvatici
Risotto con asparagi selvatici

Risotto con asparagi selvatici

Ingredienti:

Preparazione:

In un tegame o meglio ancora in un wok, fate tostare il riso per qualche minuto, il profumo cambia e diventa più intenso. Fate lessare gli asparagi selvatici in abbondante acqua per circa 7/8 minuti, scolateli e se lo desiderate tenetene da parte qualcuno per la decorazione del piatto. Tagliateli grossolanamente e uniteli al riso, con un filo di olio extravergine io ho utilizzato quello fruttato del Molino Fratini e iniziate a sfumare con il brodo vegetale. La cottura del wok non richiedete che il riso venga girato con cucchiai di sorta ma semplicemente smosso facendo sbattere energicamente i chicchi sulle pareti della pentola. L’amido viene rilasciato dal riso mano a mano che la cottura procede e sarà pronto quando si creerà un’onda. Per la cottura dai 16 ai 20 minuti a seconda del grado di cottura desiderato. Quando il riso è quasi cotto aggiungere lo stracchino e mantecare con una noce di burro. Servire caldo e cremoso decorando a vostro gusto il piatto con gli asparagi selvatici tenuti da parte. Non mi resta che augurarvi buon appetito stelline.

Se questa ricetta vi è piaciuta, se l’hai provata, lascia un commento e non dimenticarti di venirmi a trovare su Facebook PRONTO E SFORNATO

Primi, Risotti e non solo

Informazioni su prontoesfornato

Sono Elisabetta, sono sposata e adoro il mio splendido marito Richi che mi ha spinto a cimentarmi in questa avventura. Ebbene sì il blog è tutta farina del mio sacco e ve lo assicuro per chi non é un asso al pc non é cosa da poco. Come potrete immaginare mi piace cucinare e soprattutto sperimentare. Grazie agli amici che si sono sottoposti a cene e pranzi perché le ricette prima di proporvele sono state sempre provate, e approvate grazie a voi per la fiducia accordatami.

Precedente Torta alla marmellata senza burro Successivo Rotolo di zucchine

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.