Risotto agli agretti con colatura di alici di Cetara

Il risotto di agretti con colatura di alici di Cetara è un piatto semplice e tipicamente primaverile. Gli agretti sono infatti rinvenibili sui mercati in questo periodo o al massimo nel primo periodo estivo. Sono molto ricchi di sali minerali e si trovano particolarmente nella zona costiera. Come gli spinaci devono essere stufati velocemente in padella non scolandoli totalmente dall’acqua con cui sono stati lavati. Per la colatura di alici di Cetara invece devo ringraziare la mia amica Chiara che me l’ha gentilmente fornita sei stata un tesoro a pensarci

Risotto agli agretti
  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    10 minuti minuti
  • Cottura:
    20 minuti minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • 16 cucchiai Riso Carnaroli
  • 1 cucchiaio Soffritto ((Cipolla, carota,sedano))
  • 1 cucchiaio Olio di oliva
  • 1 mazzetto Barba di frate (agretti)
  • 2 cucchiai Grana padano (Grattugiato )
  • 100 g Crescenza (Molto cremosa)
  • 8 cucchiaini Colatura di alici di Cetara
  • 800 g Brodo vegetale

Preparazione

  1. Agretti stufati

    Pulite bene gli agretti eliminando la radice rossiccia e lavandoli bene. Trasferiteli in una pentola non scolandoli del tutto e chiudendo con un coperchio per una decina di minuti. Quando sono morbidi per fermare il colore poneteli in un contenitore con acqua fredda e ghiaccio. Scolateli frullateli e teneteli da parte.

  2. Risotto agli agretti

    Ora prepariamo il nostro risotto. In una pentola ponete il soffritto con un filo di olio di oliva fate insaporire e aggiungete il riso facendolo tostare. Unite il brodo vegetale mescolando aggiungete il frullato di agretti. Il risotto prenderà un vivido colore verde. Continuate la cottura per circa 17 minuti aggiungete il parmigiano grattugiato mescolate e lasciate riposare per qualche minuto prima di impiattare. Il risotto non deve risultare asciutto quindi a occorrenza aggiungete ancora un po’ di brodo. Ora mettere il risotto nei piatti e porre sopra ognuno un cucchiaio di crescenza e 2 cucchiaini di colatura di alici di Cetara. Non mi resta che augurarvi buon appetito

Note

Se questa ricetta ti è piaciuta se l’hai provata lasciami un commento o una faccina e non dimenticare di venire a trovarmi su Facebook o su Instagram

Piatti unici, Primi, Risotti e non solo

Informazioni su prontoesfornato

Sono Elisabetta, sono sposata e adoro il mio splendido marito Richi che mi ha spinto a cimentarmi in questa avventura. Ebbene sì il blog è tutta farina del mio sacco e ve lo assicuro per chi non é un asso al pc non é cosa da poco. Come potrete immaginare mi piace cucinare e soprattutto sperimentare. Grazie agli amici che si sono sottoposti a cene e pranzi perché le ricette prima di proporvele sono state sempre provate, e approvate grazie a voi per la fiducia accordatami.

Precedente Semi di zucca tostati alla paprika Successivo Brioche alla crema pasticciera

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.