Pesto agli asparagi selvatici

Il pesto agli asparagi selvatici è stato una piacevole intuizione. Adoro la primavera e andare per erbe spontanee. Gli asparagi selvatici sono dei meravigliosi germogli che sono presenti nella stagione primaverile. Gli asparagi selvatici sono verdi e si distinguono perché hanno uno stelo più sottile ed un sapore leggermente amarognolo e penetrante ma molto più gustoso. Gli asparagi sono un alimento ipocalorico e contengono una bassissima percentuale di lipidi. Tra i sali minerali contenuti negli asparagi ci sono magnesio, ferro, calcio, fosforo, acido folico e potassio. La medicina attribuisce agli asparagi un’importante proprietà diuretica, disintossicante e depurativa e per questo motivo il consumo di asparagi è particolarmente indicato per chi soffre di ritenzione idrica.

 

 

Pesto agli asparagi selvatici
  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: 5 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4 persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • 150 g Asparagi selvatici
  • 50 g Ricotta
  • 10 g Basilico (Foglie)
  • q.b. Olio extravergine d'oliva
  • 25 g Mandorle
  • 1/2 cucchiaino Sale grosso

Preparazione

  1. Pesto agli asparagi selvatici

    Fate bollire gli asparagi selvatici per circa 5 minuti. Scolateli, fateli  raffreddare e frullateli con la ricotta, un filo di olio extravergine d’oliva, le mandorle, le foglie di basilico e il sale grosso. Utilizzate il pesto per condire la pasta ma può essere gustato  anche su crostini di pane. Conservate il pesto ricoperto con un filo di olio per un paio di giorni in frigorifero.

Note

Se questa ricetta vi è piaciuta se l’hai provata lasciami un commento o una faccina e non dimenticare di venire a trovarmi su Facebook o su Instagram

Ricette Vegetariane, sughi

Informazioni su prontoesfornato

Sono Elisabetta, sono sposata e adoro il mio splendido marito Richi che mi ha spinto a cimentarmi in questa avventura. Ebbene sì il blog è tutta farina del mio sacco e ve lo assicuro per chi non é un asso al pc non é cosa da poco. Come potrete immaginare mi piace cucinare e soprattutto sperimentare. Grazie agli amici che si sono sottoposti a cene e pranzi perché le ricette prima di proporvele sono state sempre provate, e approvate grazie a voi per la fiducia accordatami.

Precedente Minestra di riso e zucca (perfetta per i bambini) Successivo Macedonia di primavera ( versione anche senza zucchero)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.