Pesche ripiene (Piemonte)

Le pesche ripiene sono il dolce preferito da mio marito e in estate seppure le temperature esterne siano elevate non posso esimermi dall’accendere il forno e farne qualche teglia. Questo dolce si può anche congelare e fare cuocere all’occorrenza anche in inverno quando oramai l’estate é solo un ricordo lontano. Le pesche ripiene  sono un dolce tipico del Piemonte, il basso Piemonte ed in particolare la zona del Saluzzese, è rinomato per le pesche in particolare per la varietà nettarina e avendo delle materie prime di prim’ordine non possono che venire benissimo. Le pesche hanno molte proprietà depurative, digestive, vermifughe o addirittura sono utili per la circolazione o contro il mal di testa. Inoltre sono ricche di acqua e di fibre e sono poco caloriche, prive di grassi. Questi frutti sono particolarmente adatti alle diete ipocaloriche in quanto danno un senso di sazietà inoltre sono antiossidanti e diuretiche. Ma ora iniziamo vedrete sono semplici e lascieranno tutti senza parole.

 

PESCHE RIPIENE
PESCHE RIPIENE

Pesche ripiene

Ingredienti:

  • 6 pesche nettarine grandi
  • 1/2 confezione di amaretti (io uso i Vincenzi)
  • 1 cucchiao di cacao in polvere

Preparazione:
Pelate le pesche aprendole in metá, a questo punto scavate il centro delle pesche e mettete quanto tolto ,in una pentola  facendolo cuocendolo fino a creare una marmellatina, per qualche minuto. Frullate la marmellata con gli amaretti e il cacao fino a ottenere una crema di una certa consistenza. Ora posizionate le pesche tagliate a metá in una teglia e mettete il ripieno nel centro e per finire guarnite con un amaretto su ogni pesca. Fare cuocere per circa una mezz’ora a 190 gradi. E ora non mi resta che dire buon appetito stelline.

Se questa ricetta vi è piaciuta e se l’hai provata, lasciami un commento e non dimenticarti di vienirmi a trovare su Facebook PRONTO E SFORNATO

Dolci, Dolci al cucchiaio

Informazioni su prontoesfornato

Sono Elisabetta, sono sposata e adoro il mio splendido marito Richi che mi ha spinto a cimentarmi in questa avventura. Ebbene sì il blog è tutta farina del mio sacco e ve lo assicuro per chi non é un asso al pc non é cosa da poco. Come potrete immaginare mi piace cucinare e soprattutto sperimentare. Grazie agli amici che si sono sottoposti a cene e pranzi perché le ricette prima di proporvele sono state sempre provate, e approvate grazie a voi per la fiducia accordatami.

Precedente Arrosto di tacchino al prosciutto cotto Successivo Patate al rosmarino

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.