Panzanella nel barattolo piatto semplice della cucina Toscana

La panzanella nel barattolo è nata come una  rivisitazione finger food della conosciutissima ricetta Toscana. E visto che in cucina non bisogna buttare nulla si presta bene anche per trovare un uso al pane raffermo. Non vi è mai capitato di avanzare il pane ecco non buttatelo ma usatelo in questa semplice insalata dal gusto fresco ed estivo.

Panzanella nel barattolo
  • Preparazione: 20 Minuti
  • Cottura: Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4 Persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • 2 Pomodori cuore di bue
  • 1 Cipolle rosse di Tropea (Piccola)
  • 1 ciuffo Basilico
  • 1 filo Olio extravergine d'oliva
  • Qualche gocce Aceto balsamico
  • Sale dell'Himalaya (rosa)
  • Pane raffermo (meglio senza sale)

Preparazione

  1. Panzanella nel barattolo

    Pelate i pomodori, privateli della parte dura interna e tagliateli a pezzetti piccoli.

    Mettete i pomodori  in una ciotola e spezzettate con le mani il basilico sprigionerà meglio tutti i suoi aromi.

    In un’altra ciotola mettete il pane raffermo spruzzatelo con un po’ di acqua e lasciatelo riposare per una decina di minuti. Il pane si deve ammorbidire ma non ammollarsi consentendoci di spezzettarlo con le mani.

     

  2. Tritate la cipolla rossa di Tropea e aggiungetela ai pomodori con il pane a pezzetti.

    Condite la panzanella con olio extravergine di oliva, salate e servite in barattolo.

Note

Se vi è piaciuta l’idea del cibo presentato in barattolo se vi interessano i barattoli li potete trovare all’Ikea in confezione da tre.

Se questa ricetta vi è piaciuta se l’hai provata lasciami un commento e non dimenticare di venire a trovarmi su Facebook pronto e sfornato 

 

Antipasti, Finger food, Ricette Vegetariane, Ricette veloci

Informazioni su prontoesfornato

Sono Elisabetta, sono sposata e adoro il mio splendido marito Richi che mi ha spinto a cimentarmi in questa avventura. Ebbene sì il blog è tutta farina del mio sacco e ve lo assicuro per chi non é un asso al pc non é cosa da poco. Come potrete immaginare mi piace cucinare e soprattutto sperimentare. Grazie agli amici che si sono sottoposti a cene e pranzi perché le ricette prima di proporvele sono state sempre provate, e approvate grazie a voi per la fiducia accordatami.

Precedente Sushi all'italiana involtini per l'aperitivo Successivo Tartare con i pistacchi di Bronte

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.