Minestra nel sacchetto

La minestra nel sacchetto anche detta minestra di maltagliati,  è un’alternativa particolare alla solita minestrina, molto più gustosa perchè fatta a mano. Molto semplice ma anche tanto gustosa. Oggi complice la giornata uggiosa mi é infatti venuta tanta voglia di minestra e in particolare della minestra nel sacchetto della mia mamma. In ogni buon blog che si rispetti la cucina dei ricordi é una parte essenziale e io naturalmente non voglio essere da meno. La minestra nel sacchetto è una ricetta semplice e antica la cottura é un po’ particolare e vi sorprenderà.

minestra nel sacchetto
minestra nel sacchetto

Minestra nel sacchetto

Ingredienti:

  • 2 uova
  • 60 gr di farina
  • 30 gr burro
  • 30 gr di parmigiano grattugiato
  • Sale e noce moscata qb
  • Brodo (di carne o vegetale)

Preparazione:
In una ciotola, miscelare le uova con la farina e il parmigiano aggiungendo il burro tagliato a tocchetti, il sale e la noce moscata. In una pentola a parte far bollire circa un litro d’acqua con una carota, un gambo di sedano e 1/2 cipolla far cuocere il tutto per almeno una mezz’ora, ed salare. Ora attenzione prendere un pezzo di carta da forno bagnarla e strizzarla a questo punto versare il composto precedentemente ottenuto nel centro e chiudere bene con lo spago lasciando un pochino di spazio in quanto il composto un po’ si gonfia. Mettere il sacchetto nel brodo e cuocere per circa mezz’ora. A questo punto scolare il sacchetto e aprirlo togliendo lo spago. Troverete un panetto compatto ora tagliatelo a fette e poi a strisce e poi ancora a quadretti ed ecco pronta la minestra di maltagliati tutta casalinga nel brodo di carne o di verdure si fa cuocere ancora per qualche minuto ed é pronta buon appetito stelline una minestrina spettacolare ve lo assicuro.

Se questa ricetta vi è piaciuta seguimi su Facebook PRONTO E SFORNATO

Minestre, Primi

Informazioni su prontoesfornato

Sono Elisabetta, sono sposata e adoro il mio splendido marito Richi che mi ha spinto a cimentarmi in questa avventura. Ebbene sì il blog è tutta farina del mio sacco e ve lo assicuro per chi non é un asso al pc non é cosa da poco. Come potrete immaginare mi piace cucinare e soprattutto sperimentare. Grazie agli amici che si sono sottoposti a cene e pranzi perché le ricette prima di proporvele sono state sempre provate, e approvate grazie a voi per la fiducia accordatami.

Precedente Treccia salata al pesto e zucchine Successivo Hummus con pinzimonio

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.