Marmellata di susine preparata a casa

La marmellata di susine è una delle mie marmellate preferite insieme alla marmellata di albicocche  E’ perfetta da utilizzare sulle crostate, o da utilizzare per la colazione spalmata sulle fette biscottate o sulle fette di pane casereccio. In più è un modo di utilizzare le susine particolarmente mature. Quando diventano molte mature non riesco più a mangiarle e così scatta l’operazione marmellata o ad esempio la preparazione delle prugne cotte, che aiutanto anche a regolarizzare un intestino un po’ pigro. Agosto è il mese di susine, prugne e prugne Santa Clara più grandi delle susine normali. La marmellata di susine è una ricetta buona, dolce, sana e soprattutto molto facile da preparare. Insomma in neanche un’ ora di tempo avrete qualche vasetto da utilizzare all’occorrenza e quando li utilizzerete farete sempre un figurone.

Marmellata di susine
Marmellata di susine

Marmellata di susine casalinga

 

  • 800 gr di susine mature
  • 300 gr di zucchero
  • 1/2 limone (il succo filtrato)

Preparazione:

Dopo aver accuratamente lavato le susine, asciugatele per bene con un canovaccio di cotone lucidandole per bene. Tagliatele a metà ed eliminate il nocciolo. Ora mettete  il tutto in una pentola con il fondo spesso e ponetele sul fuoco a fuoco non forte ma medio.  Aggiungete lo zucchero e il succo di limone filtrato e continuate la cottura per circa 40 minuti la frutta si disferà completamente ma per avere un effetto più omogeneo io preferisco ancora frullarla con l’aiuto di un frullatore ad immersione . Mettete la marmellata calda nelle albarelle di vetro pulite e ben asciutte aiutandovi per lo riempimento con un imbuto lasciando circa un 1/2 cm di spazio in cima . Per tranquillità ed evitare che si sprigionino muffe è possibile sterilizzare il tutto facendo bollire in acqua calda le albarelle ben chiuse in una pentola alta rivestita con un panno di cotone per circa 30 minuti fatele poi raffreddare (in questo modo si creerà un sottovuoto naturale) e riponete dopo aver asciugato bene le albarelle in luogo fresco e asciutto. Una volta aperta la albarella deve essere conservata in frigo e consumata entro 7/8 giorni .

Se questa ricetta vi è piaciuta, o se l’hai provata lasciami un commento e non dimenticarti di venirmi a trovare su Facebook PRONTO E SFORNATO

 

Dolci, Dolci al cucchiaio, Preparazioni di base, Ricette Vegetariane

Informazioni su prontoesfornato

Sono Elisabetta, sono sposata e adoro il mio splendido marito Richi che mi ha spinto a cimentarmi in questa avventura. Ebbene sì il blog è tutta farina del mio sacco e ve lo assicuro per chi non é un asso al pc non é cosa da poco. Come potrete immaginare mi piace cucinare e soprattutto sperimentare. Grazie agli amici che si sono sottoposti a cene e pranzi perché le ricette prima di proporvele sono state sempre provate, e approvate grazie a voi per la fiducia accordatami.

Precedente Melanzane grigliate preparate al barbecue Successivo Stuzzichini con pasta sfoglia con speck e non solo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.