Gamberi al cognac

I gamberi  al cognac sono un secondo velocissimo da fare. Ma non fatevi trarre in inganno non sono assolutamente alcolici, in quanto l’alcol contenuto nel cognac, semplicemente viene fiammeggiato ed eliminato nella cottura. lasciando la leggera nota aromatica del liquore.  I gamberi al cognac vi sorprenderanno sono semplicissimi da fare, e si preparano in cinque minuti. Sono comunque buonissimi,  ed io mi sento sempre un po’ una chef quando li preparo :).

I gamberi sono dei crostacei e pertanto degli animali acquatici invertebrati, cioè che non possiedono lo scheletro interno, ma si proteggono attraverso una tipica corazza detta carapace. Contrariamente a quanto molti pensano, i crostacei sono alimenti con un basso contenuto in grassi e di Omega 3, ma purtroppo hanno un elevato contenuto di colesterolo. Pertanto sono un po’ sconsigliati agli obesi o a quelli che hanno il colesterolo alto. Tuttavia, i crostacei hanno anche caratteristiche nutrizionali positive. Infatti sono ricchi di ferro e di calcio e comunque si possono consumare con una cadenza di una volta ogni 10 giorni. Bisogna sempre pensare alle quantità quindi come tutte le cose vanno consumate con senso senza esagerare.

Gamberi al cognac
Gamberi al cognac

Gamberi al cognac

Ingredienti per 4 persone:

  • 24 gamberi
  • olio extravergine di oliva qb
  • 1/2 bicchierino di cognac
  • sale qb

Preparazione:

Sgusciate i gamberi, privandoli del carapace ed eliminate il filetto nero delle interiora, incidendo il dorso dei gamberi. In una padella scaldate un filo d’olio extravergine di oliva, aggiungete i gamberi. Fateli saltare velocemente e sfumare con il cognac, inclinare la padella e fare infiammare il cognac. Continuare per alcuni minuti fino a che i  gamberi risultino colorati di un bel colore ambrato. Chiudere il fuoco e servire.

 

Se questa ricetta vi è piaciuta se l’hai provata, lascia un commento e non dimenticarti di venirmi a trovare su Facebook PRONTO E SFORNATO

 

 

Pesce, Ricette veloci

Informazioni su prontoesfornato

Sono Elisabetta, sono sposata e adoro il mio splendido marito Richi che mi ha spinto a cimentarmi in questa avventura. Ebbene sì il blog è tutta farina del mio sacco e ve lo assicuro per chi non é un asso al pc non é cosa da poco. Come potrete immaginare mi piace cucinare e soprattutto sperimentare. Grazie agli amici che si sono sottoposti a cene e pranzi perché le ricette prima di proporvele sono state sempre provate, e approvate grazie a voi per la fiducia accordatami.

Precedente Frittata arrotolata Successivo Fagioli alla texana (a modo mio)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.