Dealcolizzare il vino

DEALCOLIZZARE IL VINO

Dobbiamo analizzare, innanzitutto cosa vuol dire dealcolizzare il vino, significa privare il vino dell’etanolo in esso presente.
Nel vinocome sappiamo é presente una percentuale di alcol che arriva per i vini più corposi fino a 15 gradi e che per i vini da tavola si assesta tra i 11 e i 13 gradi.
Nelle preparazioni in cucina spesso si richiede l’utilizzo del vino, ma se non adeguatamente dealcolizzato, il vino rischia di lasciare una nota amarognola alle nostre preparazioni, e invece che arricchire degli aromi e profumi tipici del vino i nostri piatti , rovinarli irrimediabilmente.
Infatti quando sfumate, senza preventivamente dealcolizzare il vino, state attenti, non aggiungete mai altri liquidi (brodo ad esempio) prima che l’alcol sia totalmente evaporato, se capitasse purtroppo la nota alcolica non sarà eliminabile e sarà sempre riscontrabile. Pertanto dealcolizzare il vino potrebbe essere una buona pratica da mettere in atto anche preventivamente. Potete infatti preparare del vino dealcolizzato da tenere da parte in frigo e utilizzare all’occorrenza. Gli chef quando lo preparano lo fanno in quantità logicamente per l’uso casalingo le quantità sono ridotte ma mentre lo si fa è possibile metterne un pochino da parte. Esistono anche in commercio vini dealcolizzati ma sinceramente si perde il bello del vino soprattutto di un buon bicchiere di vino.

Dealcolizzare il vino
Dealcolizzare il vino

Per dealcolizzare il vino é sufficiente farlo bollire per circa cinque minuti. In questo modo evaporano le parti alcoliche volatili ma permangono le parti aromatiche, mischiate con quelle acquose. Tuttavia a mio avviso, la migliore prova se tutto l’alcol sia evaporato è data sicuramente dall’olfatto pertanto per essere sicuri al cento per cento annusate dovrete sentire solo gli aromi senza la nota amara dell’alcol.

Se questo articolo ti é stato utile lascia un commento o vienimi a trovare su Facebook Pronto e sfornato

Preparazioni di base, Scuola di cucina ,

Informazioni su prontoesfornato

Sono Elisabetta, sono sposata e adoro il mio splendido marito Richi che mi ha spinto a cimentarmi in questa avventura. Ebbene sì il blog è tutta farina del mio sacco e ve lo assicuro per chi non é un asso al pc non é cosa da poco. Come potrete immaginare mi piace cucinare e soprattutto sperimentare. Grazie agli amici che si sono sottoposti a cene e pranzi perché le ricette prima di proporvele sono state sempre provate, e approvate grazie a voi per la fiducia accordatami.

Precedente Coniglio alla senape in pentola a pressione Successivo Cestini di San Valentino

4 commenti su “Dealcolizzare il vino

  1. prontoesfornato il said:

    Assolutamente si poi un consiglio annusa sempre il sentore alcolico deve scomparire lasciando solo il fruttato del vino.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.