Crea sito

Preparazioni di base

Come conservare il basilico fresco

Oramai sta finendo l’estate e il problema annoso di come conservare il basilico fresco per l’inverno mi si ripropone come ogni anno.

Adoro il basilico e il suo profumo intenso soprattutto nei sughi ma anche sulla pizza e su ogni preparazione con il pomodoro pertanto avere il basilico disponibile anche d’inverno è una vera chicca.

Conservare il basilico fresco come appena raccolto può sembrare impossibile ma invece è semplice e veloce bisogna solo avere il tempo di prepararlo con poche semplici mosse.

Si mettono semplicemente le foglie di basilico sott’olio e così si ottengono sia le foglie che un olio aromatizzato al basilico da utilizzare all’occorrenza per dare gusto a insalate, bruschette o paste.

Se questa ricetta ti è piaciuta vedi anche:

Infusioni aromatiche in olio loextravergine di oliva

Galletti sott’olio (funghi finferli)

Pane sfogliato all’olio d’oliva

Grissini all’olio extravergine

Funghi porcini sott’olio

Panini all’olio extravergine

Come conservare il basilico fresco
  • Difficoltà:Bassa
  • Preparazione:10 minuti
  • Cottura:No minuti
  • Porzioni:1 barattolo
  • Costo:Medio

Ingredienti

  • q.b. Basilico (Foglie)
  • q.b. Olio extravergine d’oliva

Preparazione

  1. Come conservare il basilico fresco

    Cimate la pianta di basilico prendendo le foglioline più piccole e verdi.

    Lavate le foglie di basilico e asciugatele tamponandole delicatamente con un canovaccio di tela.

    Ora sterilizzate il barattolo facendolo bollire per alcuni minuti in acqua bollente.

    Asciugate il barattolo accuratamente quando si è raffreddato ponete le foglie di basilico.

    Pigiate le foglie di basilico un pochino e aggiungete l’olio extravergine di oliva fino a sommergere totalmente le foglie di basilico.

    Come conservare il basilico fresco così ottenuto? Semplice in frigo avendo cura che le foglie siano sempre sommerse.

    Ricordate che se utilizzate l’olio aromatizzato dovrete  sostituirlo con nuovo olio.

Note

Se questa ricetta ti è piaciuta se l’hai provata lasciami un commento o una faccina o se ti va fotografa la ricetta fatta da te e pubblicala su Instagram con l’hastag #prontoesfornato la pubblicherò sulla mia bacheca di Facebook e non dimenticarti di venirmi a trovarmi su Facebook , su Instagram o ancora su Pinterest

Sale aromatizzato al timo e limone

Il sale aromatizzato al timo e limone é un’insaporitore semplice da preparare e perfetto da abbinare per i piatti a base di pesce.

In più potrete regalare questo profumatissimo sale aromatizzato in simpatici vasetti ai vostri amici sarà senz’altro un pensiero apprezzato soprattutto per festività come il Natale. 

Questo sale aromatizzato al timo e limone inoltre ha zero calorie zero grassi ma tanto gusto. 

L’abbinamento scorza di limone rigorosamente biologica e il limone fresco dona ai piatti un’aroma unico e assolutamente persistente che vi conquisterà.

L’unica accortezza che é meglio adottare é prelevare solo la parte colorata della scorza di limone perché la parte bianca risulta al gusto più amata e quindi meno piacevole. 

Se questa ricetta ti è piaciuta se l’hai provata vedi anche :

Sale aromatizzato alla rosa

Clorofilla di basilico

Maionese di pomodori datterini

Infusioni aromatiche in olio extravergine di oliva

Sale aromatizzato al sedano

(sale profumato)

Corallo al profumo di basilico

ecco come prepararlo

Come conservare le erbe aromatiche estive

Sale aromatizzato al timo e limone
  • Difficoltà:Bassa
  • Preparazione:5 minuti
  • Cottura:No minuti
  • Porzioni:1 porzione
  • Costo:Basso

Ingredienti

  • 4 cucchiai Sale (Di Cervia )
  • 1 Limoni (Biologico)
  • 1 rametto Timo

Preparazione

  1. Pelate con un pela patate il limone biologico che avrete preventivamente lavato e asciugato.

    Fate attenzione a prelevare solo la parte gialla della buccia del limone e non quella bianca che è amara.

    Ora in un frullatore riunite il sale di Cervia, la scorza del limone biologico e il timo azionate e continuate fino a che il sale aromatizzato al timo e limone avrà acquisito il colore e sopratutto il profumo degli ingredienti.

Note

Se questa ricetta ti è piaciuta se l’hai provata lasciami un commento o una faccina o se ti va fotografa la ricetta fatta da te e pubblicala su Instagram con l’hastag #prontoesfornato la pubblicherò sulla mia bacheca di Facebook e non dimenticarti di venirmi a trovarmi su Facebook , su Instagram o ancora su Pinteres

Crespelle verdi con rucola e menta

Le crespelle verdi sono una versione colorata e con tanto gusto delle crespelle tradizionali.

Un modo simpatico per fare mangiare legumi ai bambini senza che se ne accorgano.

Il verde così intenso omogeneo  vi chiederete come sono  riuscita ad ottenerlo un semplice trucchetto aggiungere un cucchiaio di pisellini e frullare il tutto il risultato di un nel verde brillante é assicurato.

Ho sempre fatto frittate e crespelle e per dare il classico colore verde ho sempre aggiunto rucola, menta, prezzemolo ma pur frullando tutto finemente non ho mai ottenuto la stessa omogeneità di colore che si ottiene unendo una manciata di piselli.

Il gusto delle crespelle verdi poi non ne risente per nulla e l’aspetto estetico è veramente bello.

Se questa ricetta ti è piaciuta vedi anche :

Come fare le crepes colorate (in modo naturale senza coloranti artificiali)

Crepes senza latte all’acqua

Crepes (ricetta base)

Crespelle al forno ai porri e radicchio

Albero di rotoli di crespelle

Spiedini di rotoli di crespelle fantasia

Crespelle ripiene di ragù di quaglia

Crespelle verdi
  • Difficoltà:Bassa
  • Preparazione:25 minuti
  • Cottura:20 minuti
  • Porzioni:4 persone
  • Costo:Basso

Ingredienti

  • 2 Uova
  • 300 Latte
  • 125 Farina
  • 1 mazzetto Rucola
  • 1 rametto Menta
  • 2 cucchiai Pisellini

Preparazione

  1. Crespelle verdi

    Fate cuocere i pisellini in padella con un filo di olio per circa dieci minuti e fate raffreddare.

    In una ciotola capiente sbattete le uova con il latte e la farina.

    Tritate finemente la rucola e la menta e unitela al composto ora aggiungete ancora i pisellini e frullate il tutto con il frullatore ad immersione in modo da ottenere un risultato liscio ed omogeneo.

  2. Ora scaldate una padella ungete con del burro e ponete un mestolino di composto.

    Fate ruotare il composto e poi trascorsi qualche minuto girate la crespella.

    Guarnite le crespelle verdi con formaggi e salumi scaldate le per avere l’effetto filante e servite.

Note

Se questa ricetta ti è piaciuta se l’hai provata lasciami un commento o una faccina o se ti va fotografa la ricetta fatta da te e pubblicala su Instagram con l’hastag #prontoesfornato la pubblicherò sulla mia bacheca di Facebook e non dimenticarti di venirmi a trovarmi su Facebook , su Instagram o ancora su Pinteres

Sale aromatizzato alla rosa

Il sale aromatizzato alla rosa é un’insaporitore perfetto per accompagnare il pesce, ma anche nei dolci dà quella nota aromatica che proprio non guasta.

Adoro il profumo di questo sale aromatizzato alla rosa la sua nota floreale molto marcata.

Infatti come insaporitore ne basta veramente poco e nell’uso non bisogna esagerare.

Se questa ricetta ti è piaciuta vedi anche:

Sale aromatizzato al sedano (sale profumato)

Infusioni aromatiche in olio extravergine di oliva

Come conservare le erbe aromatiche estive

Crema alla rucola

Pomodorini al forno con infusione all’aglio

Sale aromatizzato alla rosa
  • Difficoltà:Bassa
  • Preparazione:5 minuti
  • Cottura:15 minuti
  • Porzioni:4 persone
  • Costo:Basso

Ingredienti

  • 3 cucchiai Sale fino
  • 1 Bocciolo rosa non trattato

Preparazione

  1. Sale aromatizzato alla rosa

    Sfogliate un bocciolo di una rosa, dovrete utilizzarne una assolutamente non trattata, e passate i petali su un canovaccio umido per eliminare eventuali impurità.

    Essiccate una manciatina di petali di rosa in forno a 100 gradi in forno ventilato per circa 15 minuti io ho utilizzato le rose gialle ma potete usare il colore che più preferite.

    Aggiungete i petali al sale fino pestandoli leggermente ed infine chiudete il vasetto a chiusura ermetica.

    Utilizzate il sale aromatizzato alla rosa così preparato per dare una nota floreale ai dolci, o per insaporire il pesce.

Note

Se questa ricetta ti è piaciuta se l’hai provata lasciami un commento o una faccina o se ti va fotografa la ricetta fatta da te e pubblicala su Instagram con l’hastag #prontoesfornato la pubblicherò sulla mia bacheca di Facebook e non dimenticarti di venirmi a trovarmi su Facebook , su Instagram o ancora su Pinterest

Corallo al profumo di basilico ecco come prepararlo

Oggi vi insegnerò come preparare delle bellissime decorazioni per i vostri piatti  con le cialdine effetto corallo al profumo di basilico.

Andando su Pinterest mi sono imbattuta in queste fantastiche cialdine corallo al profumo di basilico velocissime da preparare e proprio non ho saputo resistere.

Sinceramente pensavo andassero bene solo come decorazione ma mi sbagliavo sono straordinarie perchè danno croccantezza ma soprattutto donano  un’esplosione di gusto al nostro piatto.

Insomma belle e buone d’effetto ma non solo.

Queste cialdine effetto corallo le potrete fare rosse frullando un pezzetto di peperone rosso o nere unendo al composto del nero di seppia ( le proverò presto le trovo assai eleganti immaginatevi che figurona presentate su una pasta allo scoglio)

Se questa ricetta vi è piaciuta vedi anche:

Violette cristallizzate con lo zucchero (dolci decori di Primavera)

Clorofilla di basilico

Come conservare le erbe aromatiche estive

Come conservare la menta

Sciroppo alla menta piperita

Corallo al profumo di basilico
  • Difficoltà:Bassa
  • Preparazione:5 minuti
  • Cottura:5 minuti
  • Porzioni:5 cialdine
  • Costo:Basso

Ingredienti

  • 35 g Acqua
  • 20 g Olio di oliva
  • 7 g Farina
  • 2 ciuffi Basilico
  • 1 pizzico Sale

Preparazione

  1. Corallo al profumo di basilico

    Frullate in un bicchiere alto tutti gli ingredienti in modo da farli bene amalgamare.

    Passate tutto in un colino a maglia medio fine in modo da eliminare eventuali grumi e togliere i residui del basilico.

    Ora scaldate una padella antiaderente senza mettere alcun condimento. Mettete una cucchiaiata abbondante di preparato e attendete.

    Le cialdine sono pronte quando iniziano a staccarsi da sole non occorre girarle ponetele su carta assorbente per eliminare l’unto in eccesso.

    Le cialdine effetto corallo al profumo di basilico si conservano pochi giorni chiuse in contenitore ermetico non in frigo perché diventerebbero molli e  perderebbero il croccante.

Note

Se questa ricetta ti è piaciuta se l’hai provata lasciami un commento o una faccina o se ti va fotografa la ricetta fatta da te e pubblicala su Instagram con l’hastag #prontoesfornato la pubblicherò sulla mia bacheca di Facebook e non dimenticarti di venirmi a trovarmi su Facebook , su Instagram o ancora su Pinterest

Ganache al cioccolato

La ganache al cioccolato è una base perfetta per poter farcire bignè o tartelette di pasta frolla.

La ganache al cioccolato può essere preparata sia con il cioccolato bianco, che con quello al latte o fondente.

Questa base per la farcitura è senza acqua pertanto è perfetta per farcire dolci come le meringhe o i macarons che soffrono particolarmente l’umidità.

La ganache al cioccolato è semplice e veloce da preparare e il risultato è semplicemente da leccarsi i baffi.

La ganache al cioccolato al latte può essere conservata in frigorifero per alcuni giorni in contenitore ermetico.

Se questa ricetta vi è piaciuta vedi anche:

Crema pasticciera alle pere senza latte

Crema pasticciera al cioccolato senza latte

Crema pasticciera all’acqua (senza latte)

Brioche alla crema pasticciera

Cannoli ripieni di crema pasticciera

Crema pasticcera al limone

  • Difficoltà:Bassa
  • Preparazione:20 minuti
  • Cottura:5 minuti
  • Porzioni:4 persone

Ingredienti

  • 100 g Panna fresca liquida
  • 120 g Cioccolato al latte (O bianco o fondente )

Preparazione

  1. Ganache al cioccolato

    Riducete a pezzetti piccoli il cioccolato con il coltello  io ho utilizzato il cioccolato al latte ma potrete fare la ganache sia con il cioccolato fondente che con il cioccolato bianco.

    Fate scaldare la panna o al microonde o in una pentola senza farla bollire.

    Aggiungete il cioccolato in unica soluzione e con una frusta mescolate per bene fino a che il cioccolato sarà sciolto.

    Fate raffreddare la ganache e prima dell’utililizzo montatela bene con uno sbattitore elettrico.

    Questa farcitura al cioccolato dovrà avere una consistenza densa che sarà perfetta per l’utilizzo del sac a poche per poter decorare gusci di frolla, crostate o bignè.

Note

Se questa ricetta ti è piaciuta se l’hai provata lasciami un commento o una faccina o se ti va fotografa la ricetta fatta da te e pubblicala su Instagram con l’hastag #prontoesfornato la pubblicherò sulla mia bacheca di Facebook e non dimenticarti di venirmi a trovarmi su Facebook , su Instagram o ancora su Pinterest

Panko fatto in casa

Il panko fatto in casa è una panatura semplicissima da preparare.

Ma facciamo un passo indietro che cosa è il panko?

Con il termine panko si definisce un pangrattato preparato utilizzando il pane bianco, tipico della cucina giapponese.

Questa impanatura viene largamente utilizzata nella preparazione di fritti grazie alla sua particolare leggerezza e croccantezza.

Questa croccantezza è data dal fatto che il panko non frigge, al contrario del pangrattato tradizionale, ma ingloba aria, gonfiandosi, facendo scivolare via i grassi in frittura ed evitando che la verdura,  la carne o il pesce si impregnino di olio. Lasciando pertanto un fritto gonfio, asciutto e soprattutto croccante.

Tuttavia non sempre tale impanatura è reperibile soprattutto nei supermercati e nel caso ne rimarreste sprovvisti il panko fatto in casa rappresenterà un vero e proprio jolly in cucina a cui non potrete più rinunciare.

Se questa ricetta vi è piaciuta vedi anche:

Frittelle all’arancia

Ricetta tempura con verdure (fritto asciutto e leggero)

Cavolfiori fritti dorati e croccanti

Mozzarelline fritte

Rotolo di frittata soffiata alle erbe di primavera

Panko fatto in casa
  • Difficoltà:Bassa
  • Preparazione:5 minuti minuti
  • Cottura:15 minuti
  • Porzioni:200gr
  • Costo:Basso

Ingredienti

  • 200 g Pane lungo per tramezzini

Preparazione

  1. Panko fatto in casa

    Frullate a velocità intermittente il pane tramezzino in un frullatore in modo da avere un risultato granuloso e areato.

    Ponete il panko così ottenuto su una teglia rivestita di carta da forno e fatelo essiccare in forno ventilato a 60 gradi per circa quindici minuti.

    In questo modo si eliminerà tutta l’umidità tipica del pan tramezzino e si otterrà un risultato asciutto.

    Utilizzate il panko fatto in casa per creare impanature croccanti e asciutte.

  2.  

     

Note

Se questa ricetta ti è piaciuta se l’hai provata lasciami un commento o una faccina o se ti va fotografa la ricetta fatta da te e pubblicala su Instagram con l’hastag #prontoesfornato la pubblicherò sulla mia bacheca di Facebook e non dimenticarti di venirmi a trovarmi su Facebook , su Instagram o ancora su Pinteres

Maionese di pomodori datterini

La maionese di pomodori datterini è stata per me una piacevole sorpresa , l’ho assaggiata a una cena al ristorante e proprio non ho resistito a provare a farla nella mia cucina.

Perfetta per accompagnare i secondi di pesce è semplicemente meravigliosa perché oltre che al sapore  dona al piatto quella giusta nota di colore che proprioì non guasta.

Adoro le salse fatte in casa e questa in particolare è semplice, leggera e facile da preparare ma assolutamente non banale.

Come per la maionese tradizionale la maionese di pomodori datterini può essere montata a mano con pazienza con l’olio di oliva versato a filo fino a che la passata di pomodori datterini si addensi oppure utilizzando per la medesima operazione un mixer da cucina.

Se questa ricetta vi è piaciuta vedi anche:

Come fare la maionese con il frullatore ad immersione

Maionese fatta a mano

Salsa tonnata (ricetta rustica casalinga)

Ali di pollo marinate in salsa barbecue

Tramezzini margherita

Maionese di pomodori
  • Difficoltà:Bassa
  • Preparazione:10 minuti
  • Cottura:No minuti
  • Porzioni:Per la decorazione di 6 piatti

Ingredienti

  • 50 g Passata di pomodoro (datterini )
  • 125 g Olio di oliva
  • 1 pizzico Sale
  • Qualche goccia Aglio (Spremuto)

Preparazione

  1. Maionese di pomodori

    Versate la passata di pomodoro in un bicchiere da mixer con qualche goccia di aglio spremuto.

    Immergete il mixer nel bicchiere e cominciate ad emulsionare ad alta velocità aggiungendo a filo l’olio di oliva e il pizzico di sale.

    Continuate fino a che la maionese non risulterà bella addensata.

    Trasferite la maionese di pomodori datterini in un sac a poche.

    Potrete utilizzare la maionese di pomodori datterini non solo per accompagnare secondi di pesce ma anche per decorare con la giusta nota di colore i vostri piatti.

Note

Se questa ricetta ti è piaciuta se l’hai provata lasciami un commento o una faccina o se ti va fotografa la ricetta fatta da te e pubblicala su Instagram con l’hastag #prontoesfornato la pubblicherò sulla mia bacheca di Facebook e non dimenticarti di venirmi a trovarmi su Facebook , su Instagram o ancora su Pinteres

Composta di mele zenzero e limone

La composta di mele zenzero e limone è una composta perfetta per accompagnare sia formaggi stagionati che per rendere unici dolci per la prima colazione.

Io adoro questi tre ingredienti li trovo perfetti insieme giusto connubio tra la dolcezza delle mele, l’acidità del limone e il sapore leggermente piccantino proprio dello zenzero .

Le quantità che troverete in questa ricetta sono piccole questo perché sono ingredienti che troviamo disponibili tutto l’anno e questa composta preferisco  prepararla all’occorrenza limitando la quantità di zucchero necessario essenzialmente per la conservazione.

Per quanto riguarda invece la qualità da utilizzare per la composta di mele zenzero e limone, molti utilizzano le mele renette a me tuttavia piacciono di più le mele Golden a parere mio più dolci e succose ma ovviamente potrete utilizzare quelle che più vi piacciono .

Se questa ricetta vi è piaciuta vedi anche:

Marmellata di susine preparata a casa

Marmellata di albicocche

Salsa alle albicocche

Composta di mele
  • Difficoltà:Bassa
  • Preparazione:20 minuti
  • Cottura:30 minuti
  • Porzioni:1 vasetto
  • Costo:Basso

Ingredienti

  • 2 Mele Golden
  • 1 cucchiaino Zenzero (Grattugiato )
  • 1 Succo di limone
  • 40 g Zucchero
  • 1 tazza da caffè Acqua

Preparazione

  1. Composta di mele

    Pelate le mele e riducetele a pezzetti.

    Grattugiate lo zenzero e fatelo bollire in una pentola con l’acqua per qualche minuto e unite lo zucchero fino a che sarà sciolto.

    Aggiungete le mele, il succo del limone e continuate la cottura con il coperchio per circa trenta minuti .

    Se volete conservare la composta imbottigliatela calda in vasetti sterilizzati e fateli bollire fino per creare il sottovuoto. Ricordate sempre di etichettare con la data di creazione della composta.

    Altrimenti potrete conservare la conserva di mele zenzero e limone in frigorifero per circa una settimana in contenitore ermetico.

Note

Se questa ricetta ti è piaciuta se l’hai provata lasciami un commento o una faccina o se ti va fotografa la ricetta fatta da te e pubblicala su Instagram con l’hastag #prontoesfornato la pubblicherò sulla mia bacheca di Facebook e non dimenticarti di venirmi a trovarmi su Facebook , su Instagram o ancora su Pinteres

Tronchetti ai cereali

I tronchetti ai cereali sono un pane morbido dentro e croccante fuori perfetto per essere affettato e presentato in tavola ma anche per fare come base di sfiziose tartine.

Adoro i semi di cereali come sesamo, papavero e lino sul pane perché lo rende unico e particolare.

Per questa ricetta ho utilizzato la farina 50 sfumature del Molino Bongiovanni un’azienda Cuneese che crea moltissime farine praticamente introvabili come ad esempio quella di amaranto o di semi di zucca, adatte a qualunque tipo di cucina.

Questa farina contiene un mix di farine e farine integrali e fiocchi di cereali, macinate a pietra vulcanica in un mulino di legno senza uso di elementi chimici anche per quanto riguarda la conservazione delle stesse.

Il Mulino Bongiovanni è un’azienda particolarmente attenta all’ambiente utilizza energia rinnovabile e un packaging con minor impatto ambientale possibile.

Se questa ricetta ti è piaciuta vedi anche:

Girelle di pasta di pane

Pane ai cereali e con sesamo nero

le Baguettes Pane francese

Treccia ai cereali

Sponsorizzato da Molino Bongiovanni

Tronchetti ai cereali
  • Difficoltà:Media
  • Preparazione:15 minuti
  • Cottura:30 minuti
  • Porzioni:Per 4 tronchetti
  • Costo:Medio

Ingredienti

  • 500 g Farina ai cereali (50 sfumature del Molino Bongiovanni )
  • 250 g Acqua (Tiepida )
  • 20 g Lievito di birra fresco
  • 3 cucchiai Olio di oliva
  • 1 e mezzo cucchiaino Sale
  • 2 cucchiai Semi misti (Per la panificazione )

Preparazione

  1. Pasta per il pane

    Fate sciogliere lo lievito di birra fresco con l’acqua tiepida .

    In una ciotola capiente o nell’impastatrice lavorate la farina, io ho utilizzato la farina 50 sfumature del Molino Bongioanni un mix di farine e farine integrali, con l’acqua in cui avrete sciolto lo lievito, il sale e l’olio d’oliva.

    Lavorate energicamente fino ad ottenere un panetto liscio ed elastico.

    Fate una croce sull’impasto per  favorire la lievitazione e lasciate lievitare per almeno due ore e mezza in forno spento con la luce accesa.

  2. Tronchetti ai cereali

    Https Dividete l’impasto in quattro parti il più possibile uguali.

    Create quattro tronchetti spennellateli con dell’olio di oliva.

    Fate tostare i mix di semi per la panificazione rotolate i tronchetti nei semi facendoli ben aderire.

    Ponete i tronchetti ai cereali su una teglia rivestita di carta da forno e fate ancora riposare/lievitare per una mezz’ora.

    Fate cuocere in forno caldo per circa 30 minuti a 180 gradi.

Note

Se questa ricetta ti è piaciuta se l’hai provata lasciami un commento o una faccina o se ti va fotografa la ricetta fatta da te e pubblicala su Instagram con l’hastag #prontoesfornato la pubblicherò sulla mia bacheca di Facebook e non dimenticarti di venirmi a trovarmi su Facebook , su Instagram o ancora su Pinterest