Crea sito

Secondi

Rotolo di tacchino alla birra in pentola a pressione

Il rotolo di tacchino alla birra fatto in pentola a pressione é un secondo veramente spettacolare.

Dalla consistenza morbida e dal sapore delicato conquisterà proprio tutti.

La birra che ho utilizzato per sfumare la carne nella cottura infatti perde tutto il lato alcolico e lascia soltanto la nota ambrata e dolce della birra stessa rendendosi adatto a tutti.

Se questa ricetta ti è piaciuta vedi anche :

Insalata di pollo con pomodorini al forno

Ali di pollo marinate in salsa barbecue

Involtini di pollo con le mele

Nuggets di pollo al forno (ricetta light e dal gusto etnico)

Insalata di fesa di tacchino e verdure

Arrosto di tacchino al prosciutto cotto

Rotolo di tacchino alla birra
  • Difficoltà:Bassa
  • Preparazione:20 minuti
  • Cottura:30 minuti
  • Porzioni:4 persone
  • Costo:Basso

Ingredienti

  • 700 g Petto di tacchino (Fetta)
  • 200 g Salsiccia (Di vitello)
  • 1 bicchiere Birra chiara
  • 2 cucchiai Olio di oliva
  • 1 Carote
  • 1/2 Cipolle
  • 1 Sedano (Gambo)
  • Sale

Preparazione

  1. Rotolo di tacchino alla birra

    Prendere la fetta di petto di tacchino farcitela nel centro con la salsiccia a cui avrete preventivamente tolto la pelle e arrotolate il rotolo così formato strettamente.

    Legate il rotolo di tacchino con uno spago da cucina in modo che tenga la forma.

    Nella pentola a pressione mettere 2 cucchiai di olio di oliva la cipolla, la carota e il sedano tagliato a dadini fate insaporire per qualche minuto a fiamma vivace.

    Aggiungete il rotolo di tacchino fate sigillare su ogni parte e sfumate con la birra per 5 minuti prima di mettere in pressione la pentola a pressione.

    Dal fischio fate cuocere per 30 minuti.

    Fate sfiatare togliete il rotolo e frullate il fondo.

    Fate raffreddare e tagliate il rotolo a fette dopo aver eliminato lo spago.

    Servite il rotolo con il suo fondo di cottura.

  2. Se non avete la pentola a pressione fate tutto uguale aumentate solo i tempi di cottura di 30 minuti con il coperchio chiuso a fuoco dolce.

Note

Se questa ricetta ti è piaciuta se l’hai provata lasciami un commento o una faccina o se ti va fotografa la ricetta fatta da te e pubblicala su Instagram con l’hastag #prontoesfornato la pubblicherò sulla mia bacheca di Facebook e non dimenticarti di venirmi a trovarmi su Facebook , su Instagram o ancora su Pinterest

Platessa in crosta di patate

La platessa in crosta di patate è un piatto semplice da preparare ma sopratutto completo.

La platessa é un pesce che adoro perché é senza lische  con pochissimi grassi e soprattutto cuoce velocemente risolvendo i problemi di tempo che spesso ci affliggono.

In più la platessa in crosta di patate cuoce insieme con il contorno con tanto gusto aggiunto.

La platessa é un pesce dal gusto molto delicato che ben si abbina alle patate che tagliate molto sottili cuociono velocemente e rimanendo molto croccanti.

Se questa ricetta ti è piaciuta se l’hai provata vedi anche :

Platessa gratinata con capperi e olive

Platessa in crosta di pistacchi

Filetti di platessa al limone

Filetti di platessa con pomodori e olive

Ciuffi di calamaro alla diavola

Calamari grigliati

Polpette di calamari con panatura alla curcuma senza uova

Platessa in crosta di patate
  • Difficoltà:Bassa
  • Preparazione:20 minuti
  • Cottura:25 minuti
  • Porzioni:4 persone
  • Costo:Basso

Ingredienti

  • 4 filetti Platessa
  • rametto Rosmarino
  • 3 Patate
  • 2 cucchiai Olio di oliva
  • q.b. Sale
  • rametto Timo

Preparazione

  1. Platessa in crosta di patate

    Rivestite una teglia con la carta da forno.

    Spennellate la carta da forno con l’olio di oliva e poi disponete le fette di platessa in modo che non si accavallino.

    Tritate le erbe aromatiche io ho scelto timo e rosmarino e unitele all’olio d’oliva.

    Spennellate i filetti di platessa con l’emulsione di olio di oliva e erbe aromatiche .

    Tagliate con la mandolina le patate che avrete preventivamente pelato creando dei petali di patate.

    Sistemate i petali di patate così ottenuti sui filetti di platessa come fossero delle squame.

    Spennellate le patate con l’olio aromatizzato e fate cuocere il tutto in forno per 25 minuti a 180 gradi.

Note

Se questa ricetta ti è piaciuta se l’hai provata lasciami un commento o una faccina o se ti va fotografa la ricetta fatta da te e pubblicala su Instagram con l’hastag #prontoesfornato la pubblicherò sulla mia bacheca di Facebook e non dimenticarti di venirmi a trovarmi su Facebook , su Instagram o ancora su Pinteres

Ciuffi di calamaro fritti

  1. I ciuffi di calamaro fritti sono un piatto a cui proprio non so dire di no

Adoro la frittura di pesce in generale ma trovo quella di calamari ed in particolare dei ciuffi di calamaro veramente irresistible.

Pertanto quando sono al mare é uno di quei piatti che non manco mai di provare.

Ma visto che sono così buoni ogni tanto anche a casa vengono riproposti.

Ogni tanto perché come sapete non sono una fanatica del fritto ma se é fatto bene e non é la regola uno strappo ogni tanto alla regola penso si possa fare.

Se questa ricetta ti è piaciuta vedi anche :

Baccalà mantecato su chips di ceci

Calamari grigliati

Polpette di calamari con panatura alla curcuma senza uova

Sugo ai calamari leggermente piccante

Ciuffi di calamaro alla diavola

Seppioline con piselli piatto completo

Ciuffi di calamaro fritti
  • Difficoltà:Bassa
  • Preparazione:10 minuti
  • Cottura:5 minuti
  • Porzioni:4 persone
  • Costo:Medio

Ingredienti

  • 500 g ciuffi di calamaro
  • q.b. Farina
  • 1 Limoni
  • q.b. Sale
  • q.b. Olio di semi di arachide (Per la frittura)

Preparazione

  1. Ciuffi di calamaro fritti

    Sciacquate velocemente i ciuffi di calamaro sotto l’acqua corrente e metteteli a scolare.

    Passateli su carta assorbente in modo da asciugarli per bene cambiando la carta assorbente per più volte.

    Quando avrete ottenuto il risultato passate i ciuffi in un piatto piano su cui avrete posto qualche cucchiaio di farina.

    Infarinate i ciuffi di calamaro per bene e scrollateli eliminando la farina in eccesso.

    Poneteli in un piatto pulito.

    In una padella ponete abbondante olio di semi di arachidi (uno degli oli migliori per la frittura) e fate raggiungere la giusta temperatura quando buttate i ciuffi dovranno sfrigolare abbondantemente.

    Fateli cuocere su fuoco vivace e girateli dopo circa 1 max 2 minuti.

    Scolateli e poneteli su carta paglia o per fritti in modo da eliminare l’olio in eccesso e creare un fritto asciutto e croccante.

    Salate poco.

    Tagliate il limone a fettine e servite insieme con i ciuffi di calamaro fritti.

Note

Se questa ricetta ti è piaciuta se l’hai provata lasciami un commento o una faccina o se ti va fotografa la ricetta fatta da te e pubblicala su Instagram con l’hastag #prontoesfornato la pubblicherò sulla mia bacheca di Facebook e non dimenticarti di venirmi a trovarmi su Facebook , su Instagram o ancora su Pinterest

Ciuffi di calamaro alla diavola

I ciuffi di calamaro alla diavola sono un secondo piatto completo leggermente piccante ma sopratutto molto appetitoso.

Adoro il pesce ed in particolare i polipi, i polipetti, i calamari e i totani ed amo anche il piccante questa ricetta coniuga le mie due passioni in un mix perfetto.

Se questa ricetta ti è piaciuta se l’hai provata vedi anche:

Sugo ai ciuffi di calamari

Guazzetto di Polipettiprofumato

Polipo con finocchi e arance

Polipo con pomodorini al forno

Polipo affogato ricetta piccante

Ciuffi di calamaro alla diavola
  • Difficoltà:Bassa
  • Preparazione:5 minuti
  • Cottura:35 minuti
  • Porzioni:4 persone
  • Costo:Medio

Ingredienti

  • 500 g ciuffi di calamaro
  • 250 g Passata di pomodoro
  • 2 cucchiai Olio di oliva
  • 1 spicchio Aglio
  • 1 cucchiaino peperoncino i
  • q.b. acqua o brodo di pesce
  • fette di pane casereccio

Preparazione

  1. Ciuffi di calamaro alla diavola

    Sciacquate i ciuffi di calamaro passando lì sotto l’acqua corrente e poi asciugateli su carta assorbente tenendoli da parte.

    In una padella ponete l’olio di oliva con lo spicchio di aglio fate leggermente sfrigolare lo spicchio di aglio e aggiungete la passata di pomodoro.

    Fate cuocere qualche minuto la salsa prima di unire i ciuffi di calamaro fate cuocere per circa 35 minuti coperto se vedete che il sugo tende a seccarsi troppo unite dell’acqua o se ne avete a disposizione del brodo di pesce.

    Tagliate del pane casereccio a fette insaporitelo passandoci sopra uno spicchio di aglio e poi tagliatelo a strisce e passatelo in forno a 200 gradi per 5 o 6 minuti.

    Servite i ciuffi di calamaro alla diavola accompagnato con i crostini di pane caldi terminando con un filo di olio di oliva a freddo per lucidare il nostro piatto.

Note

Se questa ricetta ti è piaciuta se l’hai provata lasciami un commento o una faccina o se ti va fotografa la ricetta fatta da te e pubblicala su Instagram con l’hastag #prontoesfornato la pubblicherò sulla mia bacheca di Facebook e non dimenticarti di venirmi a trovarmi su Facebook , su Instagram o ancora su Pinterest

Seppioline con piselli piatto completo

Le seppioline con piselli sono un piatto unico assolutamente completo che unisce le proteine delle seppioline con i carboidrati dei piselli tutto legato con della passata di pomodoro in un mix molto ben equilibrato.

Le seppioline con piselli rappresentano un perfetto salvacena che risolvono in un’unica soluzione il problema del pasto bilanciato per la famiglia.

Poi è anche un modo simpatico per fare mangiare la verdura ai bambini .

Se questa ricetta vi è piaciuta vedi anche:

Calamari ripieni al forno

Polpette di calamari con panatura alla curcuma senza uova

Baccalà mantecato su chips di ceci

Baccalà al forno con patate

Sugo ai calamari leggermente piccante

Rana pescatrice con salsa al limone

Seppioline con piselli
  • Difficoltà:Bassa
  • Preparazione:10 minuti
  • Cottura:20 minuti
  • Porzioni:4 persone
  • Costo:Medio

Ingredienti

  • 500 g Seppioline
  • 200 g Passata di pomodoro
  • 200 g Pisellini (fini)
  • 2 cucchiai Olio di oliva
  • 1 spicchio Aglio
  • q.b. Brodo vegetale (Facoltativo )
  • Vino bianco

Preparazione

  1. Seppioline con piselli

    Ponete in un tegame l’olio di oliva con lo spicchio di aglio e fatelo insaporire per qualche minuto.

    Aggiungete le seppioline e fatele cuocere per circa 10 minuti sfumandole con il vino bianco meglio se dealcolizzato

    altrimenti se non lo utilizzate dealcolizzato dovrete assicurarvi che la nota alcolica di sia consumata prima di aggiungere altri liquidi alla preparazione.

    Eliminate l’aglio e continuate la cottura.

    Unite a questo punto la passata di pomodoro e fate cuocere per altri 10 minuti meglio se in pentola a pressione altrimenti dovrete aumentare il tempo di cottura. Aggiungendo se necessario del brodo.

    Sfiatate la pentola a pressione ed unite i piselli io ho utilizzato i piselli fini (in scatola).

    Continuate ancora la cottura per qualche minuto e servite le seppioline con piselli rigorosamente calde.

Note

Se questa ricetta ti è piaciuta se l’hai provata lasciami un commento o una faccina o se ti va fotografa la ricetta fatta da te e pubblicala su Instagram con l’hastag #prontoesfornato la pubblicherò sulla mia bacheca di Facebook e non dimenticarti di venirmi a trovarmi su Facebook , su Instagram o ancora su Pinterest

Baccalà mantecato su chips di ceci

Il baccalà mantecato su chips di ceci sono un antipasto dal gusto delicato e dalla presentazione raffinata.

Il baccalà mantecato su chips di ceci è un piatto della tradizione veneziana che ho reinterpretato a modo mio.

Il baccalà mantecato è una crema dalla consistenza morbida e spumosa che si sposa perfettamente con tartine .

Se questa ricetta vi è piaciuta vedi anche:

Polpette di baccalà

Baccalà al forno con patate

Rana pescatrice con salsa al limone

Platessa gratinata con capperi e olive

Filetti di platessa con pomodori e olive

Platessa in crosta di pistacchi

Baccalà mantecato su chips
  • Difficoltà:Media
  • Preparazione:20 minuti
  • Cottura:25 minuti
  • Porzioni:4 persone
  • Costo:Medio

Ingredienti

  • 500 g Baccalà dissalato
  • 1 bicchiere Latte
  • q.b. Olio di semi di mais
  • 1/2 spicchio Aglio
  • 1 cucchiaino Rucola (Tritata)
  • Olive taggiasche

Chips di ceci

  • 300 g Acqua
  • 1 cucchiaino Sale
  • 50 g Farina di ceci
  • 25 g Farina di mais
  • 1 rametto Rosmarino

Preparazione

  1. Baccalà mantecato su chips

    Mescolate le due farine e tenetele da parte.

    Fate bollire l’acqua salatela , aggiungete il rosmarino tritato e unite le due farine in unica soluzione mescolando con una frusta fate cuocere per qualche minuto.

    Trasferite in una teglia oleata e lasciate raffreddare. Dopodiché tagliate a quadrati e fateli cuocere a 180 gradi per circa 20 minuti girate i quadrati di ceci e continuate la cottura per ancora 5 minuti.

    Ammollate il baccalà per tutta la notte dopodiché fatelo bollire nel latte per circa 25 minuti.

    Eliminate la pelle ed eventuali lische e trasferite il tutto in una planetaria con la pala a foglia e iniziate a lavorare aggiungendo a filo l’olio di semi di mais e continuate ad aggiungere fino a che il composto riesce ad assorbirlo.

    Unite la rucola tritata e lo spicchio di aglio tritato e continuate a lavorare il composto.

    Trasferite il tutto in un sac a poche con la bocca a stella grande e decorate i quadrati di ceci terminare con un’oliva taggiasca.

Note

Se questa ricetta ti è piaciuta se l’hai provata lasciami un commento o una faccina o se ti va fotografa la ricetta fatta da te e pubblicala su Instagram con l’hastag #prontoesfornato la pubblicherò sulla mia bacheca di Facebook e non dimenticarti di venirmi a trovarmi su Facebook , su Instagram o ancora su Pinterest

Spezzatino di pollo

Adoro la carne bianca e oggi ve la propongo con uno dei miei piatti preferiti,lo spezzatino di pollo.

La carne di pollo è una carne tendenzialmente asciutta pertanto per questa ricetta, lo spezzatino di pollo, ho utilizzato tanta passata di pomodoro che cuocendo insieme con la carne la rende molto morbida mitigando il difetto sovra esposto.

La carne bianca poi è una carne assolutamente digeribile e adatta a tutti anche a chi è a dieta visto il basso apporto di grassi.

Per questa ricetta ho infatti usato il petto di pollo che proprio di grassi non ne ha essendo uno dei pezzi più magri del pollo.

Se questa ricetta vi è piaciuta vedi anche:

Ricetta per spezzatino di vitello in pentola

Spezzatino di salsiccia

Sushi di carne

Carne cruda all’Albese versione finger food

Tartare con i pistacchi di Bronte

Patate alla paprika dolce

Patate aglio e rosmarino

Spezzatino di pollo
  • Difficoltà:Bassa
  • Preparazione:20 minuti
  • Cottura:25 minuti
  • Porzioni:4 persone
  • Costo:Basso

Ingredienti

  • 500 g Petto di pollo
  • 300 g Passata di pomodoro
  • 1/2 Cipolle
  • 1 cucchiaio Olio di oliva
  • q.b. Acqua
  • 1/2 Carote

Preparazione

  1. Spezzatino di pollo

    Tagliate a strisce di circa un centimetro il petto di pollo e poi ancora a cubetti della medesima misura.

    In una padella ponete l’olio d’oliva, la cipolla e la carota tritata , unite la carne e sigittatela su fuoco vivace su tutti i lati.

    Aggiungete a questo punto la passata di pomodoro , coprite con il coperchio e lasciate cuocere lo spezzatino di pollo per circa un quarto d’ora.

    Verificate a questo punto come è lo spezzatino se del caso aggiungete poca acqua e continuate la cottura per ancora 10 minuti.

Note

Se questa ricetta ti è piaciuta se l’hai provata lasciami un commento o una faccina o se ti va fotografa la ricetta fatta da te e pubblicala su Instagram con l’hastag #prontoesfornato la pubblicherò sulla mia bacheca di Facebook e non dimenticarti di venirmi a trovarmi su Facebook , su Instagram o ancora su Pinteres

Arrosto di lonza di maiale

L’arrosto di lonza di maiale è un secondo semplice e sfizioso che può essere preparato in anticipo e se avanzato è un perfetto salvacena.

Solitamente ne prepararo sempre un po’ di più lo mangiamo due sere e poi lo porziono e lo surgelo per le sere in cui arrivo tardi  e non ho più voglia di cucinare.

Non amo mangiare la stessa cosa per troppe sere mi annoia  e cerco sempre di differenziare i cibi ma l’arrosto è uno di quei piatti che mi trascino sempre per qualche sera di troppo e così santo congelatore .

Se questa ricetta vi è piaciuta vedi anche :

Lonza alla crema di carciofi

Arrosto di vitello tradizionale

Arrosto alla senape dolce

Arrosto di tacchino al prosciutto cotto

Patate alla paprika dolce

Fiori di patate al forno

Arrosto di lonza di maiale
  • Difficoltà:Media
  • Preparazione:10 minuti
  • Cottura:40 minuti
  • Porzioni:4 persone
  • Costo:Medio

Ingredienti

  • 600 g Lonza di maiale
  • 1 Carote
  • 1/2 Cipolle dorate (Piccola )
  • 2 spicchi Aglio
  • 150 g Panna fresca liquida
  • 2 cucchiai Olio di oliva
  • 1/2 bicchiere Vino bianco

Preparazione

  1. Arrosto di lonza di maiale

    Fatevi legare la lonza dal vostro macellaio di fiducia.

    In una pentola bassa ponete l’olio di oliva aggiungete il trito di cipolla, carota e aglio. Fate insaporire qualche minuto e aggiungete la lonza .

    Fatela sigillate girandola su tutti i lati.

    Sfumate con il vino bianco continuate la cottura a fuoco basso con il coperchio per almeno una mezz’ora.

    Togliete l’arrosto di lonza di maiale frullate il fondo di cottura aggiungete la panna e continuate la cottura per qualche minuto.

    Quando l’arrosto si è raffreddato tagliatelo a fette sottili. Servite l’arrosto di lonza di maiale con il  fondo di cottura.

Note

Se questa ricetta ti è piaciuta se l’hai provata lasciami un commento o una faccina o se ti va fotografa la ricetta fatta da te e pubblicala su Instagram con l’hastag #prontoesfornato la pubblicherò sulla mia bacheca di Facebook e non dimenticarti di venirmi a trovarmi su Facebook , su Instagram o ancora su Pinteres

Platessa gratinata con capperi e olive

La platessa gratinata con capperi e olive è un secondo molto leggero e soprattutto semplice da preparare.

Questo piatto è assolutamente dietetico infatti è cotto rigorosamente al forno con una panatura croccante e saporita che ne esalta il sapore con l’utilizzo di pochissimi grassi.

La platessa gratinata con capperi e olive insomma vi conquisterà con il suo gusto unico e delicato.

Adoro la cottura al forno per la croccantezza che dona al cibo esaltandone il sapore e soprattutto perché richiede pochissimi grassi.

E poi mi piace particolarmente la platessa pesce dalla consistenza morbida e senza lische adatto soprattutto nella dieta dei bambini .

Se questa ricetta vi è piaciuta vedi anche:

Platessa in crosta di pistacchi

Filetti di platessa con pomodori e olive

Polpette di calamari con panatura alla curcuma senza uova

Calamarii grigliati

Baccalà al forno con patate

Filetti di platessa al limone

Platessa gratinata
  • Difficoltà:Bassa
  • Preparazione:10 minuti
  • Cottura:25 minuti
  • Porzioni:4 persone
  • Costo:Medio

Ingredienti

  • 4 filetti Platessa
  • 4 cucchiai Pangrattato senza glutine
  • 1 cucchiaio Capperi
  • 10 Olive nere (Denocciolate )
  • q.b. Sale
  • 2 cucchiai Olio di oliva

Preparazione

  1. Platessa gratinata

    Eliminate il sale dei capperi sotto l’acqua corrente, dopodiché asciugateli bene con dei fogli di carta assorbente.

    In un tritatutto ponete il pangrattato con i capperi e le olive e tritateli finemente.

    Ora in una teglia oleata porre i filetti di platessa ungeteli sopra e sotto con l’aiu Di un pennello di silicone e poi spolverateli abbondantemente con il trito croccante che avrete preparato.

    Infornate i filetti di platessa gratinati con capperi e olive a 180 gradi per circa 25 minuti.

    Servite i filetti di platessa gratinata con capperi e olive caldi appena sfornati.

Note

Se questa ricetta ti è piaciuta se l’hai provata lasciami un commento o una faccina o se ti va fotografa la ricetta fatta da te e pubblicala su Instagram con l’hastag #prontoesfornato la pubblicherò sulla mia bacheca di Facebook e non dimenticarti di venirmi a trovarmi su Facebook , su Instagram o ancora su Pinteres

Calamari grigliati

I calamari grigliati sono un secondo veloce da preparare molto sano e soprattutto leggero.

Per preparare i calamari grigliati i calamari li ho semplicemente svuotati, aperti e intagliati a griglia.

Poi ho eliminato l’aletta esterna dei calamari  e li ho fatti arricciare sulla piastra calda presentandoli poi  con la maionese di pomodori  che gli dona la giusta sapidità .

I calamari sono un pesce che si trova sui banchi della pescheria e sempre a prezzi decisamente abbordabili e rappresentano un salva cena decisamente apprezzabile soprattutto in questo periodo.

Se questa ricetta vi è piaciuta vedi anche:

Filetti di platessa con pomodori e olive

Calamari ripieni al forno

Sugo ai calamari leggermente piccante

Baccalà al forno con patate

Sugo ai ciuffi di calamari

Polpette di calamari con panatura alla curcuma senza uova

Calamari grigliati
  • Difficoltà:Bassa
  • Preparazione:15 minuti
  • Cottura:5 minuti
  • Porzioni:4 persone
  • Costo:Medio

Ingredienti

  • 12 Calamari
  • 1 cucchiaino Olio di oliva

Preparazione

  1. Calamari grigliati

    Puliamo i calamari svuotando la sacca e tenendo da parte i tentacoli perché ovviamente nulla si butta.

    Eliminate l’aletta esterna e con un coltellino aprite le sacche e poi intagliatele a griglia.

    Quando le griglierete  avrete un disegno a griglia leggermente colorato, grigliate anche i ciuffi di tentacoli che avete precedentemente tenuto da parte.

    Ora fate scaldare la padella che avrete provveduto a ungere con l’olio e scottate i calamari che naturalmente tenderanno ad arricciarsi per alcuni minuti per lato.

    Servite accompagnando i calamari grigliati con della maionese di pomodori datterini.

Note

Se questa ricetta ti è piaciuta se l’hai provata lasciami un commento o una faccina o se ti va fotografa la ricetta fatta da te e pubblicala su Instagram con l’hastag #prontoesfornato la pubblicherò sulla mia bacheca di Facebook e non dimenticarti di venirmi a trovarmi su Facebook , su Instagram o ancora su Pinteres