Bonet (ricetta piemontese)

Il bonet é una ricetta della tradizione regionale del Piemonte, consiste in una sorta di budino con le uova, il latte, gli amaretti e il cacao. Essendo piemontese non poteva pertanto mancare tra le ricette che giornalmente vi propongo. Nella cottura, rigorosamente a bagnomaria, gli ingredienti si separano autonomamente, creando un effetto particolare gli amaretti frullati, alla base e sulla cima del dolce mentre al centro il latte solidificato, grazie all’intervento delle uova. Non vi fate trarre in inganno dall’aspetto che può sembrare elaborato, é una ricetta semplicissima e molto veloce nella preparazione, quello che porta via più tempo è la cottura e il raffeddamento dello stesso, gli ingredienti infatti, vengono frullati tutti insieme, con un frullatore ad immersione e poi trasferiti in una ciotola di acciaio sul cui fondo avrete messo il caramello.  Insomma da provare.

BONET
BONET

Bonet

Ingredienti:

  • 4 uova
  • 500 gr di latte parzialmente scremato
  • 4 cucchiai rasi di zucchero e 4 cucchiai per il caramello
  • 16 amaretti (ad esempio i Vincenzi sono perfetti)
  • 2 cucchiai rasi di cacao in polvere amaro

Preparazione:
Preparare il caramello con i 4 cucchiai di zucchero in una padella antiaderente. Una volta dorato metterlo sul fondo del contenitore di acciaio che utilizzeremo per il nostro Bonet. A questo punto mettere tutti gli ingredienti in una ciotola abbastanza capiente e frullare tutto con un frullatore ad immersione. Ora versate il tutto nella ciotola con il fondo ricoperto dal caramello e infornare a bagnomaria per 45 minuti a 180′. Finito il tempo di cottura lasciare in forno a raffreddare per qualche ora. Quando é freddo potremo finalmente sformare il nostro Bonet, avendo cura di staccare i bordi esterni con un coltello, su un piatto da portata. Servire freddo con un po’ del suo caramello e buon appetito stelline.

Se questa ricetta vi è piaciuta vienimi a trovare su Facebook PRONTO E SFORNATO

Dolci, Dolci al cucchiaio

Informazioni su prontoesfornato

Sono Elisabetta, sono sposata e adoro il mio splendido marito Richi che mi ha spinto a cimentarmi in questa avventura. Ebbene sì il blog è tutta farina del mio sacco e ve lo assicuro per chi non é un asso al pc non é cosa da poco. Come potrete immaginare mi piace cucinare e soprattutto sperimentare. Grazie agli amici che si sono sottoposti a cene e pranzi perché le ricette prima di proporvele sono state sempre provate, e approvate grazie a voi per la fiducia accordatami.

Precedente Nastri di zucchine al forno Successivo Sugo di zucchine pesto e pomodori

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.