Aperitivo analcolico e alcolico

L’aperitivo è un modo simpatico di anticipare la cena magari con gli amici che capitano proprio prima di cena a trovarvi, oggi vi propongo un’aperitivo analcolico con variante poco alcolica. Non so voi ma quando preparo gli aperitivi c’é sempre qualcuno che lo vuole analcolico e altri che lo preferirebbero alcolico ed è importante poter accontentare tutti pertanto ecco a voi la soluzione perfetta. Un’unica raccomandazione questo aperitivo freddo è più buono pertanto è meglio che sia tutto freschissimo dal frigo, o comunque che abbiate in caso contrario un po’ di ghiaccio da utilizzare nei bicchieri. L’aperitivo è tipico del nord Italia da noi è quasi un rito, molti lo associano a Milano ma forse non sapete che l’aperitivo è nato da noi in Piemonte e principalmente a Torino dove è nato il Vermuth. Ora dopo questi cenni storici con cui vi ho illuminato non mi resta che augurarvi un buon aperitivo per accompagnarlo vi lascio qualche idea ad esempio spiedini di rotoli di crespellele spirali di sfoglia.  Insomma sbizzarritevi come solo voi potete fare stelline.

APERITIVO ANALCOLICO
APERITIVO ANALCOLICO

Aperitivo analcolico con variante alcolica

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 ml Succo d’arancia rossa
  • 2 bottigliette di Bitter rosso analcoliche
  • 100 ml Acqua tonica

Aggiungere nella variante alcolica

  • 100 ml di Prosecco per la variante

In una ciotola molto capiente, mischiate il succo d’arancia rossa (io prediligo le Tarocco ma anche il succo in Brik va benissimo) con il bitter rosso analcolico e l’acqua tonica. Disporre in bicchieri e servire. Per chi desiderasse invece  la variante alcolica aggiungere alla preparazione precedente un dito di prosecco per ogni bicchiere di preparato analcolico mescolare accuratamente prima di servire e buon aperitivo stelline.

Se questa ricetta vi è piaciuta e l’hai provata lasciami un commento e non dimenticarti di vienirmi a trovare su Facebook PRONTO E SFORNATO

Antipasti, Finger food

Informazioni su prontoesfornato

Sono Elisabetta, sono sposata e adoro il mio splendido marito Richi che mi ha spinto a cimentarmi in questa avventura. Ebbene sì il blog è tutta farina del mio sacco e ve lo assicuro per chi non é un asso al pc non é cosa da poco. Come potrete immaginare mi piace cucinare e soprattutto sperimentare. Grazie agli amici che si sono sottoposti a cene e pranzi perché le ricette prima di proporvele sono state sempre provate, e approvate grazie a voi per la fiducia accordatami.

Precedente Spirali di sfoglia Successivo Polipo con patate

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.