Crea sito

Mese: Luglio 2016

Torta di rose di zucchine integrale

La torta di rose di zucchine integrale è un antipasto veramente appetitoso oltre che bello da vedere. Inoltre è anche molto facile da servire in quanto si divide benissimo in varie rose creando tante perfette monoporzioni. L’utilizzo della pasta sfoglia integrale la rende particolarmente leggera e sicuramente più rustica. Inoltre il pesto si sposa molto bene con le zucchine (vedi anche la treccia con pesto e zucchine) Le zucchine sono l’ortaggio principe dell’estate molto ricche di acqua e povere di calorie e pertanto molto adatte alle diete ipocaloriche. Inoltre sono ricche di sali minerali quali potassio, zinco, fosforo e magnesio  e di vitamine come la A, la B e la C. Le zucchine hanno inoltre proprietà antiinfiammatorie, depurative e diuretiche e anche leggermente lassative,  inoltre favoriscono il sonno in quanto hanno qualità rilassanti.

Torta di rose di zucchine
Torta di rose di zucchine

Torta di rose di zucchine integrale

Ingredienti:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia integrale
  • 100 gr di pesto alla genovese
  • 2 zucchine piccole e chiare
  • olio extra vergine di oliva
  • 100 gr di Emmental

Preparazione:

Dopo aver lavato accuratamente le zucchine privatele sia del capo che della coda. Grattugiatele quindi con la grattugia a fori grossi. Ponete il tutto in una padella con un filo d’olio extra vergine di olive e continuate la cottura per una decina di minuti, fino a che le zucchine risulteranno morbide. Ora strotolate la pasta a sfoglia integrale. spennellatela  con il pesto alla genovese (potete usare o quello fatto da voi o quello industriale). Grattugiate l’emmental con la grattugia a fori grandi. Ora distribuite omogeneamente l’emmental grattugiato sulla sfoglia ed aggiungete infine in modo omogeneo le zucchine. Arrotolate strettamente a rotolo e tagliate a fette di circa un centimetro e mezzo, crendo tante girandole. Ora componete la torta mettendo le varie fette, una vicino all’altra.

Se questa ricetta vi è piaciuta, se l’hai provata, lasciami un commento e non dimenticarti di venirmi a trovare su Facebook PRONTO E SFORNATO

 

 

 

Spaghetti con le briciole di pane

Gli spaghetti con le briciole di pane sono un modo un po’ insolito di condire la solita pasta. Il condimento utilizzato è un condimento povero ma molto gustoso. Rappresentano una ricetta antica con sapori semplici ma unici. In quindici minuti potrete servire in tavola un piatto vegetariano sfizioso che piacerà sia ai grandi che ai piccini.Questa pasta è il giusto connubio tra leggerezza e gusto. Insomma se volete gustare un primo piatto semplice, economico e molto gustoso ecco la ricetta che cercavate: gli  spaghetti con il pangrattato.  Per realizzare la ricetta sono ottimi anche gli spaghetti alla chitarra, i vermicelli, gli spaghettoni o i pici toscani.
Questi spaghetti sono semplicissimi da realizzare ma vi assicuro buonissimi. Infine sono ottimi per essere gustati in ogni periodo dell’anno poichè gli ingredienti sono di facile reperibilità. Ora non mi resta che augurarvi buon appetito stelline.

Spaghetti con le briciole di pane
Spaghetti con le briciole di pane

Spaghetti con le briciole di pane

Ingredienti:

  • 350 gr di pasta lunga o spaghetti
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 1 spicchio di aglio
  • 3 cucchiai di pane sminuzzato
  • 4 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 3 cucchiai di grana grattugiato
  • sale grosso qb

Preparazione:

Dopo aver tritato abbastanza finemente il pane, fatelo tostare in padella. Intanto tritate finemente il prezzemolo e l’aglio che avrete privato dell’anima. Ora aggiungete il trito alle briciole di pane e fatele  asciugare su fuoco basso  creando una bella dorata impanatura. Fate bollire abbondante acqua salatela  e aggiungete gli spaghetti facendoli cuocere per il tempo richiesto sulla confezione. Ora scolate gli spaghetti conditeli con l’olio extra vergine di oliva e unite il preparato di briciole di pane con il prezzemolo e lo spicchio di aglio privato dell’anima.  Spolverate con il grana grattugiato e servite. Ora non mi resta che augurarvi buon appetito stelline.

Se questa ricetta vi è piaciuta o se l’hai provata lascia un commento e non dimenticarti di venirmi a trovare su Facebook PRONTO E SFORNATO.

 

Insalata di fesa di tacchino e verdure


In estate il bisogno di  cibi freschi per me è pressante. Questa insalata di fesa di tacchino è il giusto connubio tra leggerezza  e freschezza. In più la presenza di tante verdure tagliate a julienne è perfetta per bilanciare il gusto e la presenza delle proteine della carne. Crea un piatto unico ben bilanciato. La fesa di tacchino è un affettato meraviglioso poco grasso molto  adatto nelle diete ipocaloriche in quanto contiene pochissimi grassi e calorie e al contempo è molto completo. Queste fette di fesa di tacchino anche solo  condite con un filo di olio extra vergine d’oliva e accompagnate o da una coulisse di pomodori o da un’insalata di sedano e noci danno  il meglio di se’. Hanno un sapore delicato e non copre i sapori degli altri cibi. Ma questo affettato oltre che in purezza può essere anche utilizzato come base per una gustosa insalata accompagnata da tante fresche verdure tagliate  a julienne.

insalata di fesa di tacchino e verdure
insalata di fesa di tacchino e verdure

Insalata di fesa di tacchino e verdure

Ingredienti:

  • 100 gr di fesa di tacchino
  • 1 carota
  • 1 gambo di sedano
  • 1 zucchina piccola
  • olio extra vergine di oliva
  • sale fino rosa dell’Himalaya
  • pepe
  • aceto balsamico di Modena

Preparazione:

Tagliate a cubetti le fette di fesa di tacchino tagliate sottili e messe una sull’altra e ponete il tutto in una ciotola. Tagliate a julienne la carota e la zucchina e tagliate il sedano a rondelle sottili. Aggiungete la verdura tagliata a jolie né alla fesa di tacchino tagliata a cubotti. Condite l’insalata con un’emulsione di olio extra vergine di oliva, aceto balsamico di Modena, sale fino rosa dell’Himalaya e una generosa macinata di pepe. Unite il tutto e mescolate accuratamente. Non mi resta che  augurarvi buon appetito stelline.

Se questa ricetta vi è piaciuta, se l’hai provata lasciami un commento e non dimenticarti di venirmi a trovare su Facebook PRONTO E SFORNATO.

 

Involtini di petto di tacchino

Gli involtini di petto di tacchino sono un antipasto molto fresco particolarmente adatto al periodo estivo. Infatti, almeno nel mio caso ,quando fa caldo la voglia di accendere il fuoco o il forno è del tutto assente. Pertanto la ricerca di piatti freschi è necessaria. Il petto di tacchino così come quello di pollo sono degli affettati magri e altamente digeribili pertanto molto adatti nelle diete ipocaloriche. A me in particolare questo affettato piace anche solo semplicemente accompagnato da con un filo di olio extravergine d’oliva, qualche goccia di aceto balsamico di Modena e qualche scaglia di formaggio grana. Ma questi involtini il ripieno è dato da una crema di carciofi e tonno veramente strepitosa creata da una ditta del cuneese la mia terra La Favorita Fish una ditta che crea eccellenze culinarie molto attenta alla ricerca la semplicità delle antiche ricette della cucina contadina, usa ingredienti naturali e semplici che vengono lavorati e poi conservati con metodi che mantengono intatto il profumo e la freschezza del prodotto senza l’aggiunta di sostanze chimiche. Nella loro gamma di prodotti sono presenti alcune varianti a questa crema Carciofi, Carciofi e olive, Carciofi e pepe salse perfette per accompagnare una Bourguignonne o un bollito di carni o semplicemente per guarnire delle tartine.

Involtini di petto di tacchino
Involtini di petto di tacchino

Involtini di petto di tacchino

Ingredienti:

  • 10 fette di petto di tacchino
  • 1 confezione di crema di carciofi e tonno

Preparazione:

Stendete le fette di petto di tacchino, spalmatele con abbondante crema di carciofi e tonno avvolgetele strettamente e ponetelo su un piatto da portata. Potrete fermarli con uno stuzzicadenti e servirli con una insalata di valeriana il semplicemente mangiarli in purezza.

Se questa ricetta vi è piaciuta o se l’hai provata lasciami un commento e non dimenticarti di venirmi a trovare su Facebook PRONTO E SFORNATO.

 

Melanzane impanate al forno

Melanzane impanate al forno
Melanzane impanate al forno

Le melanzane impanate al forno sono un contorno molto gustoso. Inoltre sono particolarmente adatte anche nelle diete in quanto per farle non occorrono molti grassi ma soltanto un filo di olio extra vergine di oliva. La panatura invece è composta da pan grattato tostato in padella e aromatizzato con un trito di prezzemolo e aglio. Il gusto è intenso ma non forte e il tutto è cotto al forno e pertanto una cottura sana e leggera. Le melanzane sono un’ortaggio tipicamente estivo tuttavia ora sono reperibili sul mercato tutto l’anno. Le melanzane contengono minerali come potassio, fosforo, magnesio, zinco, ferro, rame ,calcio, manganese, sodio e selenio. Inoltre sono ricche di vitamine come la vitamina A,  le vitamine B1, B2, B3, B5, B6,vitamina C e E, K e vitamina J. Le melanzane  infine  contengono inoltre beta-carotene. Contiene inoltre molta acqua e ha proprietà depurative, e blandamente lassative. Inoltre riduce il colesterolo cattivo, non contiene glutine, contiene acido folico ed è pertanto utile nella gestazione delle donne gravide. Infine contiene ferro e rame ed è  pertanto utile nella cura contro l’anemia.

Melanzane impanate al forno

Ingredienti:

  • 1 melanzana violetta
  • olio extra vergine di oliva qb
  • 100 gr di pangrattato
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 1\2 spicchio di aglio

Preparazione:

Tagliare la melanzana violetta a fette spesse circa 1\2 centimetro. Tritate finemente il prezzemolo con l’aglio. In una padella fate tostare il pangrattato aggiungere il trito di prezzemolo e aglio e asciugate bene il composto. Ora impanate le fette di melanzane da ambo i lati. Irrorate con un filo di olio extra vergine di oliva e ponete in forno per 40 minuti a 180 gradi. Non mi resta che augurarvi buon appetito stelline.

Se questa ricetta vi è piaciuta, se l’hai provata lascia un commento e  non dimenticarti di venirmi a trovare su Facebook PRONTO E SFORNATO

 

Macedonia di frutta estiva

La macedonia di frutta è un dolce meraviglioso oltre che molto sano. In estate soprattutto nasce l’esigenza di freschezza e la frutta è la quinta essenza della freschezza. Io ad esempio la adoro come soluzione per la colazione una coppa di macedonia di frutta mi dona l’energia per affrontare una mattinata impegnativa di lavoro lasciandomi anche la sua leggerezza. Ma naturalmente può essere utilizzata anche come fine pasto. L’acidità della frutta pulisce la bocca e la sua dolcezza dà soddisfazione senza appesantire. Inoltre se si usa frutta matura è anche possibile eliminare lo zucchero, la frutta ha già di per sè degli zuccheri e quindi sarebbe una ridondanza aggiungerne altri. Tuttavia se proprio non potete farne a meno potete sostituire lo zucchero con una pastiglia di stevia o una spolverata della stessa in polvere. La stevia è un sostituto naturale dello zucchero raffinato e non ha controindicazioni neppure per i soggetti diabetici. In questo modo avrete un dolce assolutamente light.

Macedonia di frutta
Macedonia di frutta

Macedonia di frutta estiva

Ingredienti per 4 coppette:

  • 4 pesche nettarine di pasta gialla
  • 6 albicocche
  • 1 manciata di lamponi
  • 1 limone biologico
  • stevia (se lo volete)
  • 1 rametto di menta piperita fresca

Preparazione:

Pelate le pesche nettarine a pasta gialla, e tagliatele a pezzi,  Dopo aver accuratamente lavato le albicocche apritele a metà privatele del nocciolo e tagliatele ancora a metà. Ora ponete il tutto in una ciotola, irrorate con il succo del limone filtrato dai semini in cui avrete sciolto se lo ritenete necessario la pastiglia di stevia. Dividete il tutto in quattro coppette e decorate con un rametto di menta piperita fresca. Non mi resta che augurarvi buon appetito stelline.

Se questa ricetta vi è piaciuta o se l’hai provata condividila o lascia un commento e non dimenticarti di venirmi a trovare su Facebook PRONTO E SFORNATO.

 

 

Girandole di zucchine e speck

Le girandole di zucchine e speck con il sesamo sono un’antipasto molto appetitoso. Sono perfette per accompagnare un aperitivo o per iniziare una cena informale.  Le girandole di zucchine e speck inoltre possono essere un modo simpatico di fare mangiare le verdure ai più piccoli. Mascherate sono sicuramente più buone in più sono un’antipasto molto semplice da fare, anche economico e cosa che non guasta è pure  veloce da realizzare. Il sesamo le rende particolarmente croccanti e gli dona un gusto molto particolare.

Girandole di zucchine e speck
Girandole di zucchine e speck

Girandole di zucchine e speck

Ingredienti:

  • 2 zucchine piccole
  • 1 rotolo di pasta sfoglia
  • 10 fette di speck
  • 100 gr di formaggio Asiago
  • sale fino rosa dell’Himalaya qb
  • olio extravergine di oliva
  • 1 cucchiaio di sesamo

Preparazione:

Dopo aver lavato e asciugato accuratamente le zucchine, tagliatene la punta e la coda e poi provvedete a grattugiarle con la grattugia a fori larghi. Ponetele zucchine grattugiate in una padella con un filo di olio extra vergine di oliva e un pizzico di sale fino rosa dell’Himalaya. Fate cuocere il tutto per circa 10 minuti fino a che le zucchine risulteranno morbide. Tagliate a questo punto il formaggio Asiago a cubetti molto piccoli.  Srotolate il rotolo di pasta sfoglia e foderatelo con le fette di speck. Ponete sopra le fette di speck le zucchine, cospargete in modo omogeneo il formaggio Asiago a cubetti e arrotolate strettamente. Tagliate il rotolo così ottenuto in fette di uno spessore di circa un centimetro e mezzo. Ora in una padella fate tostare i semi di sesamo, quando saranno tostati, passate le girandole nei semi di sesamo . Ponete su carta da forno e cuocete il tutto per circa 20 minuti a 180 gradi. Servite calde e filanti. Non mi resta che augurarvi buon appetito stelline.

Se questa ricetta vi è piaciuta, se l’hai provata lascia un commento e non dimenticarti di venirmi a trovare su Facebook Pronto e sfornato

 

Torta di albicocche fresche

La torta di albicocche fresche è un dolce molto stagionale. Le albicocche infatti  danno il loro meglio proprio nel mese di luglio ed è un vero peccato non approfittarne. Questa torta è particolarmente golosa in quanto  contiene al suo interno tante buonissime albicocche fresche. Ed è perfetta per accompagnare una buona colazione, si presta in quanto molto umida  poco asciutta e soprattutto dolcissima. Avendo al suo interno tante albicocche fresche è particolarmente dolce. Adatta alla merenda dei bambini perché ricca di frutta e con  pochi zuccheri. La panna usata al posto del latte rende questa torta particolarmente  morbida e soffice che si fonde letteralmente in bocca.

Torta di albicocche
Torta di albicocche

Torta di albicocche fresche

Ingredienti:

  • 3 uova extra freschissime
  • 70 gr di zucchero extrafine
  • 200 gr di panna liquida
  • 300 gr di farina tipo 0
  • 1 bustina di lievito in polvere per dolci
  • 30 gr di olio extravergine di oliva
  • 500 gr di albicocche fresche
  • 2 cucchiai di marmellata di albicocche

Preparazione:

Sbattete con una frusta le uova con lo zucchero extrafine tenendone da parte un cucchiaio. Aggiungete l’olio extravergine di oliva, la panna liquida e la marmellata di albicocche fatta in casa. Ora setacciate la farina di tipo 0 o Manitoba in modo da eliminare i grumi e sempre mescolando amalgamate bene l’impasto. Unite per finire lo lievito in polvere per dolci. Ora scaldate il forno a 180 gradi. Foderate una teglia con carta da forno inumidita e stropicciata. Lavate le albicocche, apritele a metà e privatele del nocciolo. Riempite la teglia con l’impasto, decorate con le albicocche fresche. Spolverate con lo zucchero rimasto e cuocere la torta  in forno caldo a 180 gradi per circa 40 minuti.

Se questa ricetta vi è piaciuta se l’hai provata lasciami un commento e non dimenticarti di venirmi a trovare su Facebook PRONTO E SFORNATO.

 

 

Macedonia di frutti rossi

La macedonia di frutti rossi è  un dolce molto fresco ed estivo. Quando le temperature salgono infatti si ha sempre più voglia di frutta. Questa macedonia di frutti rossi io la mangio sovente a colazione tanta energia dovuta dalla frutta e la leggerezza della stessa. Inoltre i frutti rossi come mirtilli, lamponi, ribes, ciliegie, fragole e more sono ricchi di flavonoidi e sono molto utili a chi ha problemi di circolazione. Sono infatti alleati preziosi per la salute, il benessere e la bellezza. Oltre a contenere minerali e vitamine, come in particolare la A e la C, questi piccoli frutti sono un concentrato di polifenoli, sostanze naturali capaci di proteggere dall’attacco dei radicali liberi, le molecole di “scarto” ritenute le principali responsabili dell’invecchiamento precoce delle cellule e soprattutto della pelle. I frutti rossi inoltre possiedono un contenuto calorico modesto grazie alla presenza di zuccheri semplici, un contenuto proteico quasi assente, una notevole quantità di fibre e la presenza di acidi organici che gli conferiscono il loro tipico sapore acidulo. Questi frutti contengono fibra insolubile, ottima per la sua azione a favore del benessere intestinale: contrasta la stitichezza e l’irregolarità. Questi frutti rossi infine sono anche importanti nelle diete ipocaloriche, perché hanno un alto contenuto di fibre e poche calorie. Sono capaci anche di migliorare l’umore, perché stimolerebbero la produzione di melanina e di serotonina nell’organismo.

Macedonia di frutti rossi
Macedonia di frutti rossi

Macedonia di frutti rossi

Ingredienti:

  • 200 gr di mirtilli
  • 200 gr di ribes rosso
  • 100 gr di lamponi
  • 1 cucchiaio di zucchero di tipo finissimo
  • succo di limone filtrato

Preparazione:

In una ciotola mischiare tutta la frutta, aggiungete lo zucchero, il succo di limone filtrato. Per servire ponete il tutto in ciotoline guarnite a piacere con la menta fresca.

Se questa ricetta vi è piaciuta o se l’hai provata lascia un commento e non dimenticarti di venirmi a trovare su Facebook PRONTO E SFORNATO

 

Sorbetto di albicocche

Il sorbetto di albicocche è un dolce molto particolare e la sua consistenza è a metà tra la cremosità del gelato e la freschezza della granita. Luglio è il mese principe delle albicocche e proprio quando sono più mature sono perfette per questa preparazione. Il sorbetto di albicocche è un dolce molto semplice da fare e soprattutto molto veloce da preparare.  Inoltre ho trovato che il timo al limone si sposa benissimo con questa ricetta. Questo dolce è particolarmente adatto al periodo estivo e può essere una merenda alternativa molto golosa per i vostri bambini oltre che sana, ha infatti pochi zuccheri e contiene al suo interno tanta frutta è pertanto è ben bilanciato e sarà molto gradito a grandi e piccini. Infatti oltre che come merenda potrà essere utilizzata come dopo pasto.

Sorbetto di albicocche
Sorbetto di albicocche

Sorbetto di albicocche

Ingredienti:

  • 800 gr di albicocche molto mature
  • 250 gr di acqua
  • 50 gr di zucchero
  • 1/2 limone (succo filtrato)
  • 1 rametto di timo al limone

Preparazione:

Dopo aver accuratamente lavato le albicocche privatele delle imperfezioni presenti sulla buccia. Eliminate il nocciolo e tagliatele in quarti. Fate bollire l’acqua con lo zucchero, per circa 2 minuti. Aggiungete il timo al limone il succo del limone filtrato e le albicocche tagliate a pezzetti e continuate la cottura per altri  5/6 minuti. Eliminate il rametto di timo al limone e frullate il tutto accuratamente. Fate raffreddare il tutto e ponete in un contenitore che poi andrete a riporre in freezer. Dopo circa due ore smuovete il contenuto con un cucchiaio e continuate così ogni ora renderete il sorbetto morbido e cremoso. Per servire togliete il sorbetto dal freezer almeno 10 minuti prima porzionatelo in coppette e buon appetito stelline.

Se questa ricetta vi è piaciuta se l’hai provata lasciami un commento e non dimenticarti di venirmi a trovare su Facebook PRONTO E SFORNATO.