Crea sito

Mese: Gennaio 2016

Maionese fatta a mano

La maionese fatta a mano è una salsa perfetta per accompagnare un bollito, ma anche per preparare tartine o semplicemente un’insalatina capricciosa.
Tante persone pensano che la maionese fatta a mano, sia una preparazione difficile, per la possibilitá che impazzisca, in realtà bastano pochi accorgimenti ed é fatta. Primo le uova devono esssere fresche e a temperatura ambiente, secondo l’olio è preferibile utilizzare quello di semi di mais, terzo il succo di limone deve essere filtrato e senza semi, quarto bisogna armarsi di un po’ di pazienza perché è necessario mescolare sempre nello stesso senso fino a che la maionese sará pronta. Ma ora mi chiederete: quando sará pronta? Lo vedrete ad occhio sará come la foto e per la consistenza dovrà risultare cremosa, morbida ma soda.  Il limone è fondamentale in questa preparazione le dona un sapore assolutamente particolare che io adoro. Se dopo averlo aggiunto la consistenza si affievolisce non preoccupatevi aggiungete un pizzico di sale e continuate a mescolare. Quindi non mi resta che augurarvi buon lavoro e buon appetito stelline .

Maionese fatta a mano
maionese fatta a mano

Maionese fatta a mano

Ingredienti:
– 1 tuorlo ben separato dall’albume
– Olio qb
– Sale fino iodato
– 1 cucchiaio di limone
– 2 gocce di aceto bianco

Preparazione:
Dopo aver separato accuratamente il tuorlo dall’albume, mettere il tuorlo in una ciotola, e iniziare a mescolare, aggiungere l’olio prima a goccia e poi a filo fino a che la consistenza si modifica diventando più cremosa e poi più soda, continuare ad aggiungere l’olio fino ad ottenere la dose desiderata. Unire a questo punto il succo di limone filtrato sempre mescolando aggiungere le due gocce di aceto bianco e il sale fino. Ora la maionese è pronta da essere gustata buon appetito stelline.

Se vi è piaciuta la ricetta vieni a trovarmi su Facebook su Pronto e sfornato pronto e sfornato

Le Uova in Purgatorio

Le uova in purgatorio sono un piatto unico nutriente, gustoso e cosa che non guasta economico. Rappresentano un valido salva cena e ve lo assicuro non faranno rimpiangere un secondo di carne, o di pesce. Inoltre fanno bene, sono un valido integratore di calcio, di vitamine D e B12 e di ferro. Le uova dovrebbero essere consumate con regolarità almeno due volte la settimana pertanto inserite le uova nella vostra dieta ,alternandole con la carne e il  pesce e creando una dieta bilanciata e soprattutto molto varia. In questo modo non vi annoierete e inserirete nel vostro metabolismo molti nutrimenti necessari alla vostra salute.
Il nome uova in Purgatorio, é dovuto all’effetto del bianco dell’uovo sul campo rosso della passata di pomodoro che ricorda le anime in qualche quadro votivo, insomma belle da vedere ma soprattutto buone da mangiare oltreché velocissime da fare. Sono buonissime accompagnate con un buon pane casereccio anche perchè il sughetto è veramente tutto da mangiare e fare la scarpetta in questo caso è del tutto concesso. Questa ricetta me l’ha fatta conoscere e riscoprire la mia sorellina, pertanto innanzi tutto grazie Cristina.

Le Uova in purgatorio
le uova in purgatorio

LE UOVA IN PURGATORIO

Ingredienti per 4 persone:
– 8 uova
– 400 gr di passata di pomodoro
– Sale
– 1/2 cipolla
– 1/2 spicchio di aglio
– Olio qb

Preparazione:
Tagliate a fettine la cipolla, mettere il tutto in una padella grande e porre sul fuoco, sempre mescolando unire un filo d’olio e aggiungere la passata di pomodoro, ora creare tante cavità quante sono le uova e sgusciarle nelle stesse cavitá prodotte. Fare cuocere a fuoco moderato per circa 10 minuti. Ecco le nostre uova in purgatorio sono pronte. Buon appetito stelline.

Se vi è piaciuta la ricetta vieni a trovarmi su Facebook su Pronto e sfornato

Coniglio alla cacciatora in pentola a pressione

Il coniglio alla cacciatora é un modo gustoso di mangiare la carne un pochino asciutta del coniglio. Infatti lo stesso  viene cotto in un sugo di pomodoro, il mio personale consiglio è di abbondare un pochino con la salsa, se ne avanzaste mettetelo da parte, sará perfetto per accompagnare una pasta al sugo di coniglio veramente da leccarsi i baffi, delicatissima.  Ora come sapete la cottura in pentola a pressione fa si che questa preparazione sia velocissima in venti minuti avrete un secondo perfetto e rendera’ il nostro coniglio morbidissimo. Il coniglio alla cacciatora sará amato anche dai bambini ve lo assicuro, accompagnatelo con delle patate al forno, sarà un perfetto abbinamento. Non mi resta che augurarvi buon appetito stelline.

Coniglio alla cacciatora
Coniglio alla cacciatora in pentola a pressione

CONIGLIO ALLA CACCIATORA IN PENTOLA A PRESSIONE

Ingredienti:
– 1/2 coniglio ruspante tagliato a pezzi
– 1 spicchio di aglio
– 1/2 cipolla
– 1 carota
– 1/2 gambo di sedano
– 250 gr di passata di pomodoro(1 ecodose)
– 100 gr di acqua
– 50 gr di vino bianco
– Olio qb
– Sale e pepe

Preparazione:

Tritare finemente a coltello la cipolla, l’aglio, la carota e il sedano. Mettere un tegame sul fuoco, aggiungere la cipolla mescolare, senza fare imbiondire eccessivamente, aggiungere una macinata di sale, e continuare fino a che il profumo pungente della cipolla sia smorzato, unire un filo d’olio ,la carota, l’aglio e il sedano tritati. Aggiungere il coniglio farlo sigillare su tutti i lati, sfumare con il vino bianco mischiato con l’acqua unire la passata di pomodoro, chiudere e continuare la cottura per circa 18 minuti dalla messa in pressione o dal fischio. Fare sfiatare aprire e fare consumare un po’ il fondo. Servire fumante e buon appetito stelline.

Se vi è piaciuta la ricetta vieni a trovarmi su Facebook su Pronto e sfornato

Pasta alla Norma (ricetta Siciliana)

La pasta alla Norma é un piatto tipico della cucina Siciliana, in particolare della bella Catania. Il nome pasta alla Norma sembra che derivi dall’omonima opera del Bellini. Il sugo é preparato con le melanzane fritte, il pomodoro e l’immancabile basilico, non è un piatto leggerissimo tuttavia è molto estivo e per il pranzo della domenica é perfetto insomma una volta ogni tanto penso ci si possa anzi ci si debba coccolare😉. La pasta alla Norma a mio avviso richiede una pasta tipo Mafaldine, o come le penne, potete scegliere.
Pasta alla norma

PASTA ALLA NORMA (ricetta Siciliana)

Ingredienti per 4 persone:
– 350 gr di pasta trafilata al bronzo
– 1/2 melanzana viola
– 1 spicchio di aglio
– 1/2 cipolla
– 1/2 carota
– 250 gr di passata di pomodoro
– Olio di oliva qb
– 2 cucchiai di farina
– Olio di arachidi per friggere

Preparazione:
Tritare finemente la cipolla e metterla in una padella senza olio fino a che perda il suo odore sgradevole aggiungere una spolverata di sale e continuate a mescolare facendo attenzione a non farla bruciare, aggiungere un filo d’olio, la carota tritata e lo spicchio d’aglio e la passata di pomodoro e continuare la cottura a fuoco basso. Ora tagliare la melanzana a fette sottili, infarinatele e friggetele in abbondante olio di arachidi per circa 1 minuto per lato e porle su carta assorbente, tenerne qualcuna da parte per decorare i piatti e tagliare le restanti a listarelle e unire al sugo.

Melanzane fritte
Melanzane fritte

Fare cuocere la pasta in abbondante acqua salata, condire con il sugo alle melanzane e voilá la pasta alla Norma è pronta potete spolverarla con del Grana grattugiato o mangiarla in purezza ottima in ambo i casi.

Se vi è piaciuta la ricetta vieni a trovarmi su Facebook su Pronto e sfornato

Sfogliatine alle mele

Le sfogliatine alle mele sono un dolce veloce che può essere utilizzato sia come dolce fine pasto che come dolce per la prima colazione. Sono veramente, facilissime da fare e vengono buone come quelle che troviamo dal panettiere. Unica accortezza dovete utilizzate mele croccanti le tipologie migliori a mio avviso sono la Renetta o le Granny Smith. Le sfogliatine alle mele sono un tipico prodotto da forno e per essere perfette devono essere cotte bene e pertanto devono risultare friabili e dorate al punto giusto. Le mele sono un frutto meraviglioso hanno pochi zuccheri e sono utili nel controllo della glicemia per i diabetici, inoltre sono ricche di vitamine A, E, C, è assolutamente digeribile e utile nel combattere il colesterolo cattivo.  E non ho ancora finito, la mela è utile nella cura dei problemi intestinali (stipsi e diarrea), ha omega 3 e aiuta a combattere i sintomi dell’asma insomma la mela proprio non deve mancare sulle nostre tavole in tutte le sue forme.

Sfogliatine alle mele
Sfogliatine alle mele

SFOGLIATINE ALLE MELE

Ingredienti:
– 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
– 2 mele Granny Smith o renette
– 1 cucchiaio di zucchero
– 2 cucchiai di marmellata di albicocche
– 1 limone il succo

Preparazione:
Srotolare la pasta sfoglia e creare tanti rettangoli quante saranno le nostre sfogliatine. Pelare le mele e tagliarle a fettine sottili e bagnarle con il succo di limone in modo tale che non anneriscano. Ora spalmare il centro della sfogliatine con la marmellata e disporre le mele a ventaglio nel senso della lunghezza. Ora creare un bordino alla nostra sfogliatina, ripiegando leggermente il bordo, spolverizzate con lo zucchero e cuocere in forno caldo per 15 minuti a 180′. Devono essere dorate e croccanti, buon appetito stelline.

Se vi è piaciuta la ricetta vieni a trovarmi su Facebook su Pronto e sfornato

Straccetti di pollo allo zafferano

Il pollo continua ad essere la mia carne preferita è gli straccetti di pollo allo zafferano hanno per me il formato perfetto, piccoli cuociono in fretta e cosa che non guasta sono deliziosi. Insomma un secondo veloce, cremoso con un gusto morbido. Gli straccetti di pollo allo zafferano sono adatti anche ai piccoli hanno un gusto delicato e la cremina che generano é veramente deliziosa. Sono perfetti accompagnati dalle patate al forno, non mi resta che augurarvi buon appetito.

Straccetti di pollo allo zafferano
Straccetti di pollo allo zafferano

STRACCETTI DI POLLO ALLO ZAFFERANO

Ingredienti:
– 3 fette di pollo ruspante (la carne deve essere gialla vuol dire che é allevato principalmente a mais e prevalentemente a terra)
– 100 gr di panna
– Vino bianco per sfumare
– 1 bustina di zafferano
– Olio e sale qb

Preparazione:
Tagliare il pollo a listarelle sottili in modo da creare i nostri straccetti, intanto in una padella fare rosolare il pollo con un goccio di olio di oliva da ambo i lati, sfumare con il vino bianco. Togliere la carne dal fuoco e metterlo in un piatto coperto tenendolo in caldo, aggiungere la panna al fondo di cottura. Sciogliere lo zafferano in una tazzina di brodo vegetale e unire al fondo sempre mescolando fino a creare una crema, unire i nostri straccetti mescolarli per bene nell’intingolo e buon appetito stelline.

Se vi è piaciuta la ricetta vieni a trovarmi su Facebook su Pronto e sfornato

Roselline di sfoglia di mele

Un dolce molto bello, le roselline di sfoglia di mele sono un dessert d’effetto perfette per una cena romantica ma sono anche un dolce leggero con pochi zuccheri adatto anche ai diabetici, facendo sempre attenzione ai grassi di cui la pasta sfoglia é ricca. Le roselline di sfoglia sono facili da fare e cotte sono veramente belle un dolce peccato mangiarle.

 

Roselline di sfoglia
Roselline di sfogliatina 

ROSELLINE DI SFOGLIA DI MELE

Ingredienti:
– 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
– 2 cucchiai di marmellata di albicocche (possibile usare anche quella senza zucchero)
– 2 mele rosse Melinda
– Zucchero qb per spolverare

Preparazione:
Tagliare la pasta sfoglia in sei rettangoli. Tagliare le mele a fettine sottili senza pelarle per ammorbidirle passarle in padella con un cucchiaino di zucchero e 1 cucchiaio di limone per qualche minuto. Ora mischiare la marmellata con un cucchiaino di acqua e spennellate le strisce di sfoglia. Disporre le mele in orizzontale sul bordo in modo che la buccia sborsi dal rettangolo di pasta. Ora ripiegate la restante striscia di pasta sfoglia e arrotolate la sfoglia su se stessa in modo da creare le nostre roselline. Mettete le roselline in dei pirottini di alluminio o negli stampi per muffin e fare cuocere per 20 minuti a 180 gradi spolverate di zucchero e buon appetito stelline.

Se vi è piaciuta la ricetta vieni a trovarmi su Facebook su Pronto e sfornato

Grissini tipo rubatá

Eccomi qui, continua la mia passione per la panificazione e quindi oggi vi propongo i Grissini tipo rubatá . Da brava piemontese che sono non ho potuto esimermi da provare a cimentarmi con questo grissino tipico della mia regione il Piemonte e in particolare della bellissima Torino suo capoluogo. I Grissini tipo rubatá sono dei grissini sottili molto friabili, e croccanti che a fine cottura devono risultare ben dorati. Ora non posso che augurarvi buon appetito stelline.

Rubatá
Grissini tipo rubatá

Grissini tipo rubatá

Ingredienti:

– 750 gr di farina 00
– 150 gr di farina ai cereali macinata a pietra
– 20 gr di lievito di birra
– 40 gr di olio di oliva
– Acqua qb
– Sale qb
– Farina di semola

Preparazione:
Fare sciogliere lo lievito di birra in una tazza di acqua tiepida. In una terrina miscelare le farine, unire l’olio e piano piano l’acqua con lo lievito e il sale fino a creare un impasto omogeneo. Fate una croce sulla palla di impasto così ottenuto coprire con un canovaccio e mettere in un luogo tiepido fino a che l’impasto sia raddoppiato. Sgonfiare l’impasto e fare nuovamente lievitare per circa un ora. Ora creare tante piccole fettine di impasto e tirarle arrotolandole creando i nostri grissini tipo rubatá. Spennellate con un goccio di olio e rotolarli nella farina di semola.

Rubatá
Grissini tipo rubatá

Porre in forno per circa 20 minuti a 180 gradi, fino a che risultino dorati e buon appetito stelline.

Questi grissini é anche possibile aromatizzarli, con semi di papavero o semi di sesamo, o cipolla insomma potete scegliere l’aroma che piū vi aggrada. Io ho provato quelli tradizionali ma anche quelli ai semi di papavero che sono in una parola sola strepitosi.

Se vi è piaciuta la ricetta vieni a trovarmi su Facebook su Pronto e sfornato

Chiacchere di carnevale

Il periodo le impone e poi fondamentalmente sono un dolce buonissimo che adoro, le chiacchere di Carnevale,  pur essendo un dolce fritto hanno una leggerezza particolare. Questa é la ricetta della mia mamma una garanzia di qualità 😉. Le chiacchere di carnevale sono pressappoco come le frappe é una sfoglia sottile tagliata a losanghe e fritte in abbondante olio bollente.

Chiacchere di carnevale

full wp-image-1377″ /> Chiacchere di carnevale

Chiacchere di carnevale

Ingredienti:
– 500 gr di farina 00
– 50 gr di burro
– 50 gr di zucchero
– Latte qb
– 2 tuorli
– 1 uovo intero
– 1/2 bustina di lievito
– 1 cucchiaio scarso di grappa
– Olio di arachidi per friggere

Per le bugie ripiene
– 4 cucchiai di marmellata
– 6 frollini tipo gallette sbriciolati

Preparazione:
Disponete la farina e lo zucchero sulla spianatoia ponete al centro le uova e iniziate a impastare. Fare sciogliere il burro con un po’ di latte e unire all’impasto con la grappa, fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo unire per ultimo lo lievito e fare riposare il panetto così ottenuto per una mezz’ora sotto un asciugamano. Stendete l’impasto a sfoglia sottile, passandolo più volte nella macchina per la pasta. La sfoglia deve essere sottile ma non troppo, ora tagliare le sfoglie a losanghe con la rotella dentellata e friggerle in abbondante olio caldo. Le chiacchiere sono tendenzialmente vuote nella versione ripiena da noi in Piemonte si chiamano bugie e il ripieno può essere di marmellata unica accortezza la marmellata è meglio amalgamarla con dei biscotti sbriciolati, dovrete fare tanti piccoli mucchietti di marmellata sulla sfoglia chiudere a raviolo sigillando per bene per poi tagliare le nostre bugie con apposita rotella dentellata . Ora non mi resta che mangiarle e per una volta buon appetito a me😜😜..buon carnevale a tutti.

Se vi è piaciuta la ricetta vieni a trovarmi su Facebook su Pronto e sfornato

Torta alle pere

La torta alle pere è un dolce perfetto per accompagnare un’ottima colazione ma anche una merenda, diventa un irresistibile dessert di fine pasto. Dolce leggero e con pochi grassi, è adatto anche nei periodi di dieta, resta morbidissimo per alcuni giorni , unica accortezza avvolgete sempre la torta avanzata con la carta stagnola ne manterrà intatta la freschezza. La torta alle pere é un dolce semplice e veloce da fare e io lo adoro perchè é sempre umida al punto giusto. Le pere nel ripieno la rendono particolarmente dolce pur non abusando dello zucchero nelle dosi in quanto non è semplicemente necessario più del dovuto. Il risultato sarà una torta soffice e leggera, dietetica bella da presentare e che si scioglie letteralmente in bocca quanto a dolcezza.

Torta alle pere
Torta alle pere

TORTA ALLE PERE

Ingredienti:
– 2 uova
– 2 piccole pere William
– 60 gr di zucchero
– 350 gr di farina
– 60 gr di olio d’oliva
– 60 gr di latte inter0
– 20 gr di burro
– 3/4 di bustina di lievito per dolci

Preparazione:
In una terrina mescolare energicamente, le uova con lo zucchero aiutandovi con una frusta.
Aggiungete l’olio d’oliva e il latte e a pioggia la farina setacciata. Pelare le pere e tagliarle a tocchetti e unirle con il burro alla nostra preparazione, sempre mescolando. Dovrete ottenere un’impasto omogeneo  senza grumi.

Unire per ultimo lo lievito. Infornare a 180 gradi per 40 minuti. Verificate sempre,  con la prova stecchino la cottura della torta, come fare? Semplice inserite lo stecchino nel centro della torta se quando lo togliete lo stesso risulterà basciutto la cottura é ultimata, altrimenti continuatela ancora per circa 5 minuti. Cosa mi resta da dire….ah buon appetito stelline.

Se vi è piaciuta la ricetta vieni a trovarmi su Facebook su Pronto e sfornato