Trofie al pesto di finocchietto

 

Trofie al pesto di finocchietto

Trofie al pesto di finocchietto

 

Le trofie al pesto di finocchietto sono un primo piatto veloce e dal sapore straordinario realizzato con un’erba dal gusto intenso che ben si adatta a condire primi. Io raccolgo il finocchietto in primavera quando è bello verde e tenero e preparo il pesto che conservo in vasetti sottovuoto per tutto l’inverno pronto per condirci la pasta. Per questa ricetta ho utilizzato delle trofie fresche ma va benissimo qualsiasi altro formato e non necessariamente di pasta fresca. Otterrete lo stesso risultato con una buona pasta trafilata al bronzo capace di “catturare” al massimo il condimento. Preparate questo piatto meraviglioso e fatemi sapere cosa ne pensate! Buon appetito a tutti.

Potete seguire e restare aggiornati su tutte le mie ricette anche su Facebook all’indirizzo:

https://m.facebook.com/Pronti-a-Tavola-1684180451798463/

Ingredienti per 4 persone:

  • 500 gr di pasta fresca formato trofie
  • 50 gr di finocchietto selvatico (solo le punte)
  • 20 gr di pinoli
  • 6 cucchiai  di olio extravergine di oliva
  • 40 gr cucchiaio di parmigiano reggiano
  • 40 gr di pecorino romano
  • pepe nero macinato al mulinello
  • sale q. b.

 

Procedimento:

Per le trofie al pesto di finocchietto selvatico scegliete della verdura dalle punte fresche e tenere evitando di raccoglierla lungo i bordi delle strade. Lavate bene il finocchietto e, con l’aiuto di un mixer, frullatelo  con i pinoli, il  parmigiano grattugiato, il pecorino, i pinoli ed il pepe. Aggiungete l’olio sino ad ottenere una crema risulta liscia ed abbastanza omogenea. Se lo ritenete necessario potrete aggiungete altro olio extravergine di oliva.

Cuocere le trofie in abbondante acqua salata e portatele a cottura lasciandole piuttosto al dente. Versate il pesto in una casseruola e fatelo scaldare un po’ prima di aggiungete uno o due cucchiai di acqua di cottura. Unite la pasta che avrete ben scolato e saltatela in padella per un paio di minuti. Se gradito potete utilizzare dell’altro formaggio grattugiato a fine cottura.

Servite le vostre trofie al pesto finocchietto selvatico ben calde e …buon appetito.

 

Precedente Focaccia di cipolle alla leccese Successivo Calamaro affogato alla pugliese