Frittelle di baccalà

Frittelle di baccalà

Frittelle di baccalà

 

Le frittelle di baccalà sono un piatto tipico dell’Italia meridionale dove si fa largo uso di questo nobile pesce. Generalmente queste frittelle si preparano durante le feste natalizie quando il pesce la fa da padrone sulle tavole degli italiani. Ma io amo preparare questa ricetta durante tutto l’anno e, vi assicuro, sono sempre un successone presentate come antipasto durante le cene con i miei amici. Provatele e mi saprete dire!

Potete seguire e restare aggiornati sulle mie ricette anche su Facebook all’indirizzo:

https://m.facebook.com/Pronti-a-Tavola-1684180451798463/
Ingredienti per 4 persone

    • 500 gr di baccalà già ammollato
    • 200 gr di farina
    • 2 uova
    • 1/2 bicchiere di acqua frizzante
    • 1 pezzettino di aglio spremuto
    • 1 foglia di alloro
    • 1 litro di olio di semi di girasole per friggere
    • pepe macinato q. b.
    • sale q. b.

Procedimento

Per le frittelle di baccalà per prima cosa cuocete il baccalà in abbondante acqua bollente con una foglia di alloro e senza aggiungere sale per 20 minuti. Trascorso questo tempo scolate il pesce e mettetelo a raffreddare. Appena sarà intiepidito, eliminate le lische, la pelle e riducetelo in pezzi aiutandovi con le dita. Questa operazione vi aiuterà ad eliminare eventuali spine sfuggite alla pulizia del pesce.

Nel frattempo preparate una pastella non molto liquida mescolando la farina con le uova, l’acqua, l’aglio spremuto con lo spremiaglio (o sminuzzato al coltello), un pizzico di sale e una macinata di pepe. Amalgamate tutti gli ingredienti e, appena la pastella sarà liscia e omogenea incorporate i pezzetti di baccalà. Mescolate ancora un po’ e lasciate riposare per circa 15 minuti.

Trascorso questo tempo in una pentola per frittura mettete a scaldare l’olio di semi. Appena avrà raggiunto la giusta temperatura versate il composto servendovi di un cucchiaio. Friggete le vostre frittelle sino a quando non avranno raggiunto la giusta doratura esterna. Scolatele e, prime di servirle ben calde, scolate l’eventuale olio in eccesso su carta assorbente da cucina. Buon appetito.

 

Precedente Gnocchi pomodoro basilico e...fantasia Successivo Litchi: il frutto della salute