Crea sito

STUFATO DI CONIGLIO

Se siete alla ricerca di una ricetta per cucinare il coniglio in modo inconsueto ed originale, diverso dal classico arrosto allora potete provare lo STUFATO DI CONIGLIO, vi lascerà sicuramente soddisfatti.

Lo stufato di coniglio è un secondo piatto molto gustoso e anche comodo da consumare perchè già interamente disossato; in questo modo diventa una pietanza molto gradita anche ai bambini.

La preparazione non è velocissima, prendetevi almeno un paio d’ore per lavorare con calma e serenità. Se apprezzate la carne delicata del coniglio vi lascio altre ricette 😉

LEGGI QUI ALTRE RICETTE A BASE DI CONIGLIO

ricetta stufato di coniglio
  • DifficoltàMedia
  • CostoCostoso
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di cottura45 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1.2 kgConiglio
  • 1 mazzettoaromatico
  • 20 gBurro
  • 2 cucchiaiOlio extravergine d’oliva
  • 1/2 lAcqua
  • 2Patate medie (circa 130 grammi)
  • 1Carota (circa 70 grammi)
  • 1Cipolla (circa 70 grammi)
  • 250 gPassata di pomodoro
  • 30 gFarina (io ho usato quella integrale)
  • 1/2 bicchiereAcqua (per stemperare la farina)
  • Sale
  • 1/4 bicchiereVino rosso

Preparazione

  1. Tagliate il coniglio in pezzi ed eventualmente sciacquatelo con acqua fredda; mettetelo a bollire per 20 minuti in mezzo litro d’acqua salata assieme al mazzetto aromatico.

    Prelevate i pezzi di coniglio e conservate il brodo; disossatelo con cura eliminando la pelle ed eventuale grasso.

  2. In una pentola fate sciogliere il burro con l’olio e unite le patate e le carote tagliate a dadini e la cipolla affettata finemente.

    Salate e lasciate rosolare le verdure per circa 15 minuti sfumandole con il vino rosso.

  3. Intanto fate bollire il brodo facendolo ridurre di circa la metà. Aggiungete la passata di pomodoro e versate il tutto nella pentola con le verdure.

    Unite anche la carne.

  4. In una ciotola amalgamate la farina con mezzo bicchiere d’acqua e aggiungetela al resto degli ingredienti; mescolate per evitare la formazione di grumi.

  5. stufato di coniglio

    Lasciate addensare la salsa per circa un quarto d’ora; salate se necessario e servite lo stufato di coniglio ben caldo.

Cosa abbinare allo stufato

La salsa dello stufato di coniglio è cremosa e si presta molto bene ad essere accompagnata da una polenta morbida.

Io ho scelto proprio questa soluzione miscelando della farina di mais bianca e della farina di mais gialla (per questo la polenta può sembrare leggermente pallida).

In alternativa potete sostituire la polenta con un purè di patate o, se vi piace, con un purè di topinambur.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.