Crea sito

FRITTELLE come quelle della Nonna

 

Il sabato di Carnevale la mia nonna cucinava le frittelle….e ogni anno per me il Carnevale equivale a questi ricordi.

La giornata cominciava come una festa, ci si svegliava presto e si andava a scuola vestiti del personaggio che più ci piaceva e poi c’era la sfilata nel pomeriggio, con i carri allestiti dai genitori (che si riunivano la sera, dopo una lunga giornata di lavoro….che fatica!!!!).  Al rientro da questi festeggiamenti, a pomeriggio inoltrato, c’era ad accoglierci una ciotola con queste deliziose frittelle.

Nell’impasto ci sono anche le uvette….a quei tempi arricciavo il naso ma oggi non posso fare a meno di replicare la ricetta tale e quale, in tutta la sua delizia.

frittelle della nonna
  • Preparazione: 15 Minuti
  • Cottura: 30 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 5-6 persone
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • 250 g Farina 00
  • 40 g Zucchero
  • 50 g Uvetta
  • 2 Uova
  • 6 cucchiai Latte
  • 6 cucchiai Liquore
  • 1/2 bustina Lievito in polvere per dolci
  • pizzichi Sale

Preparazione

  1. Mettete a bagno l’uvetta in acqua tiepida per un’ora circa. Scolatela, strizzatela e mescolatela con un cucchiaio di farina preso dal totale.

    Mescolate la farina con il sale ed il lievito. Unite il resto degli ingredienti: uova, zucchero, latte, liquore e uvetta.

  2. Amalgamate bene tutti gli ingredienti e preparate l’olio per friggere.

    La frittura è un passaggio critico; se l’olio è poco caldo otterrete delle frittelle molto unte. Se invece l’olio è troppo caldo le frittelle resteranno crude all’interno. Usate un termometro da cucina per mantenere la temperatura a 180° oppure utilizzate una friggitrice.

  3. Prendete una cucchiaiata di impasto e versatela nell’olio.

    Un piccolo trucco: Cercate di non metterne troppe tutte in una volta per non far scendere troppo la temperatura dell’olio e anche per avere il tempo di togliere quelle cotte e metterne di nuove mantenendo sempre qualche frittella in corso di cottura.

    Terminata la cottura passatele nello zucchero semolato oppure spolveratele con dello zucchero a velo.

Ti piace Profumo di Vaniglia?

Se volete essere sempre aggiornati sulle nuove pubblicazioni, seguitemi anche sulle mie pagine social: Facebook , InstagramTwitter ,  Pinterest

Cibo per la mente

Carnevale vecchio e pazzo
s’è venduto il materasso
per comprare pane e vino
tarallucci e cotechino.
E mangiando a crepapelle
la montagna di frittelle
gli è cresciuto un gran pancione
che somiglia ad un pallone.
Beve, beve all’improvviso
gli diventa rosso il viso
poi gli scoppia anche la pancia
mentre ancora mangia, mangia.
Così muore Carnevale
e gli fanno il funerale.

Gabriele D’Annunzio

4,5 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.